Antimafia, consegnato a Catia Silva il premio Lea Garofalo
MIRANDOLA CARLO BASSOLI SINDACO
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
MIRANDOLA CARLO BASSOLI SINDACO
articoliSocieta'

Antimafia, consegnato a Catia Silva il premio Lea Garofalo

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Nel paese di Brescello, famoso per Peppone e don Camillo, una donna-coraggio ha disturbato l’invasione barbarica della maledetta mafia calabrese'


Antimafia, consegnato a Catia Silva il premio Lea Garofalo
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

E' andato alla reggiana Catia Silva, da sempre in prima fila nella lotta alle mafie e prima a denunciare i fatti che hanno portato al commissariamento di Brescello, il primo Premio nazionale intitolato a Lea Garofalo, organizzato in Calabria dall’Associazione Antimafie e Antiusura Dioghenes Aps.
Lea Garofalo venne massacrata e bruciata in un bidone dalla mafia calabrese a Milano il 24 novembre del 2009. Il premio, consegnato ieri a Petilia Policastro, ha visto il coinvolgimento attivo degli studenti delle scuole italiane e l’individuazione di personalità (“Testimoni” del nostro tempo) che si sono distinte tramite la loro professione e il loro impegno, dando un serio contributo alla lotta alle mafie e al contrasto della mentalità mafiosa. Tra questi testimoni, appunto, è stata premiata Catia Silvia.

'Le mafie hanno spostato la palma al Nord da troppi anni - si legge nelle motivazioni del riconoscimento consegnato alla Silva -.

E in quel pezzo del Paese, dove molti continuano a nascondere per paure, per vantaggi e per collusioni affaristiche con le mafie (in questi anni, soprattutto, con la ‘ndrangheta), una donna emiliana ha dimostrato che il coraggio, la perseveranza e la tenacia possono portare al contrasto attraverso processi giudiziari. Nel paese di Brescello, famoso per Peppone e don Camillo, una donna-coraggio ha disturbato l’invasione barbarica della maledetta mafia calabrese'.

Il premio è andato anche a membri delle forze dell’ordine, a Dario Vassallo, fratello del sindaco-pescatore Angelo, ucciso dalla mafia, alla sorella di Lea Garofalo, Marisa, al magistrato Sebastiano Ardita e a Salvatore Borsellino.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Udicon

CISL Emilia Centrale
Societa' - Articoli Recenti
Lo spettacolo del Po in golena
La piena è ormai arrivata al mare e in queste ore ha attraversato il tratto veneto in ..
19 Maggio 2024 - 14:53
Dopo il disastro di Nonantola, studio Unimore per prevedere alluvioni
'Riusciremo per esempio a preannunciare quali case saranno allagate e quali rimarranno ..
18 Maggio 2024 - 12:12
E' morto il giornalista Franco Di Mare: un mese fa sua denuncia in tv
Un mese fa disse: 'Da inviato di guerra ho respirato amianto: sono sereno e non mollo, ma da..
17 Maggio 2024 - 18:01
Una nuova strategia per l'Italia: domani Carlo Pelanda a Modena
Il libro del noto politologo ed economista sollecita una strategia per l’Italia dove ..
17 Maggio 2024 - 17:45
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24