Carcere Modena, sezione speciale per i 'sex offender' e ad aprile una iniziativa dedicata
Udicon
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Udicon
articoliSocieta'

Carcere Modena, sezione speciale per i 'sex offender' e ad aprile una iniziativa dedicata

La Pressa
Logo LaPressa.it

La relazione del Garante per la struttura di Modena dopo sei mesi di attività: 71 colloqui individuali e uno di gruppo nei primi sei mesi di attività


Carcere Modena, sezione speciale per i 'sex offender' e ad aprile una iniziativa dedicata
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

In sei mesi di attività 71 colloqui individuali con detenute e detenuti del carcere di Sant’Anna, attenzione all’avvio e al potenziamento di corsi professionalizzanti, come quelli di sartoria e di produzione di pasta fresca, e iniziative, come quella in programma ad aprile, dedicata al trattamento dei “sex offenders”, a cui il penitenziario riserva una specifica sezione.

Sono i principali aspetti emersi dalla relazione della criminologa Giovanna Laura De Fazio, a sei mesi dalla sua nomina a Garante per il Comune di Modena dei diritti delle persone private della libertà personale. Il documento è stato illustrato in Commissione Servizi nella seduta di oggi, martedì 12 marzo, presieduta da Vittorio Reggiani (Pd), a cui hanno preso parte anche l’assessora alle Politiche sociali Roberta Pinelli e la dirigente del Settore Servizi sociali, sanitari e per l’integrazione Annalisa Righi.

L’intervento di De Fazio, eletta lo scorso luglio dal Consiglio comunale, dopo un percorso avviato nel 2021, ha riguardato soprattutto, appunto, l’attività nel carcere di Sant’Anna, svolta in collaborazione con la rete territoriale dei Garanti regionali e comunali e con altre istituzioni del territorio, come Unimore, con cui si è stabilita l’attivazione di due tirocini, attualmente in corso, presso l’ufficio della Garante.

In particolare, sono stati 71 i colloqui individuali svolti nel carcere di Sant’Anna, più uno di gruppo con le detenute del corso di sartoria. Nella maggior parte dei casi, gli incontri sono stati richiesti dagli stessi detenuti su problematiche di vario tipo, riguardanti, per esempio, il rapporto con i figli o la possibilità di ottenere un lavoro all’interno o all’esterno del carcare anche per poter aiutare i propri familiari.

Proprio a questa richiesta rispondono i corsi professionalizzanti già avviati, come quello di produzione di pasta fresca per la sezione maschile e uno di sartoria per quella femminile. L’obiettivo è di rendere queste esperienze vere e proprie attività lavorative interne, per migliorare le capacità economiche dei detenuti e quindi anche l’accesso a prodotti come quelli sanitari e di cura della persona, specie per le donne.

Nella relazione, inoltre, viene evidenziata anche l’attenzione ai cosiddetti “sex offenders”, ovvero a chi ha compiuto reati di natura sessuale, a cui il penitenziario di Modena riserva una specifica sezione (circa cento persone). Proprio al tema del trattamento di questi detenuti, spesso non integrati nelle attività interne in virtù dei loro reati, è dedicata un’iniziativa in programma l’11 aprile al dipartimento di Giurisprudenza dell’Università di Modena e Reggio Emilia, frutto di un coordinamento con il Garante regionale e il Provveditorato regionale dell’Amministrazione penitenziaria.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Udicon

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Al via gli esami di Terza Media anche nel modenese
Si comincia oggi con la prova di italiano. Tre le tipologie di tracce, precedentemente ..
10 Giugno 2024 - 08:38
Modena, gita in barca a vela per sei ragazzi guariti dal cancro al Policlinico
Nell’ambito del progetto di Sea Therapy è stato possibile far partecipare un gruppo di ex..
09 Giugno 2024 - 12:58
Modena, sindacato in lutto: è morto Adelmo Bastoni
Storico dirigente sindacale, 94 anni, originario di Castelfranco Emilia, dove ha continuato ..
09 Giugno 2024 - 12:46
Tanta acqua e ancora tanta neve: risorsa idrica garantita in tutto il bacino del Po
Grandi Laghi e corsi d'acqua sopra il 100% di disponibilità: Il Po ha registrato a marzo la..
09 Giugno 2024 - 00:28
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24