Carenza di organico alla Polstrada: il Siulp a Roma
Udicon
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Udicon
articoliSocieta'

Carenza di organico alla Polstrada: il Siulp a Roma

La Pressa
Logo LaPressa.it

Incontro con il Direttore del servizio nazionale. Per le donne carenza anche di vestiario. Organico fermo al 2008


Carenza di organico alla Polstrada: il Siulp a Roma
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Quarantacinque decessi, oltre tremila incidenti stradali con migliaia di feriti, diversi dei quali con disabilità permanente: questo lo sconsolante quadro della sicurezza stradale in provincia di Modena nell’anno 2023, con un 2024 che non sembra affatto andare meglio.
Ciò nonostante, l’organico della Polizia Stradale di Modena e provincia è assestato sui numeri del 2008: 125 operatori per l’intero territorio, con grave carenza in tutti e quattro i reparti di Modena, Modena Nord, Pavullo e Mirandola.
A questo, si aggiunga un’età media e di servizio troppo basse per gli operatori della Sottosezione di Modena Nord, ma anche la carenza di vestiario in particolare per il personale femminile.

Questi, in sintesi, i principali contenuti dell’incontro tra il Direttore del Servizio Polizia Stradale Filiberto Mastrapasqua e il Segretario del Siulp di Modena Roberto Butelli, svoltosi oggi a Roma presso la Direzione Centrale per la Polizia Stradale del Dipartimento della P.S..

L’incontro è stato incentrato sulla carenza organica che colpisce soprattutto Modena Nord con nr. 58 operatori (ma solo 53 disponibili) a fronte dei 66 previsti dalla pianta organica, per la Sezione di via Giardini che consta di nr. 41 operatori (ma solo 38 disponibili) anziché i 45 previsti, mentre il Distaccamento di Mirandola dispone di nr. 11 operatori in luogo dei nr. 14 della pianta organica, mentre il Distaccamento di Pavullo addirittura può contare solo nr. 9 operatori anziché 14.
Una situazione organica preoccupante a fronte di uno dei tratti autostradali più trafficati d’Europa ed un complesso viario attraversato da ben due strade statali ad alta densità di traffico, la SS. nr. 9 Emilia e la SS. nr. 12 Abetone – Brennero, oltre ai due tratti della SS 413 e della SS 724, che comprende oltre 900 km di strade provinciali.



A questo si deve aggiungere l’elevato numero di veicoli pesanti dovuti alla presenza del complesso ceramico nel comprensorio sassolese, il tessile in quello carpigiano, il biomedicale nella Bassa Modenese, nonché la significativa incidenza di industria e agricoltura.
Una situazione paradossale, che vede la seconda provincia della regione, oltre che una delle più produttive a livello nazionale in termini di PIL, ridotta al lumicino per la sicurezza stradale, con numeri che fanno rabbrividire sia come decessi e feriti, ma anche come numero degli operatori disponibili.
Nel corso dell’incontro, è stato evidenziato anche come l’elevatissimo turn over del personale della Sottosezione Modena Nord, sede disagiata dalla quale è possibile ottenere il trasferimento dopo appena un anno di servizio, comporti sempre più frequentemente che gli equipaggi in servizio di viabilità stradale siano composti da operatori che, nel complesso, stentano a raggiungere due anni di servizio.

In parole povere, in un tratto autostradale come quello dell’A1 tra Parma e Bologna, attraversato giornalmente da centinaia di migliaia di veicoli molti dei quali pesanti, le poche pattuglie presenti sull’intera tratta sono spesso composte da ragazzi giovanissimi che hanno ben poca esperienza sia di Polizia che di autostrada, elevando quindi in maniera esponenziale i rischi del mestiere.
Auspichiamo una rapida inversione di tendenza, non solo per garantire una maggiore sicurezza stradale per tutti i cittadini della provincia di Modena, fattore di non secondaria importanza per il benessere collettivo, ma anche per una migliore sicurezza degli operatori impegnati su strada.

Gianni Galeotti
Gianni Galeotti

Nato a Modena nel 1969, svolge la professione di giornalista dal 1995. E’ stato direttore di Telemodena, giornalista radiofonico (Modena Radio City, corrispondente Radio 24) e consiglie..   Continua >>


 

Udicon

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Al via gli esami di Terza Media anche nel modenese
Si comincia oggi con la prova di italiano. Tre le tipologie di tracce, precedentemente ..
10 Giugno 2024 - 08:38
Modena, gita in barca a vela per sei ragazzi guariti dal cancro al Policlinico
Nell’ambito del progetto di Sea Therapy è stato possibile far partecipare un gruppo di ex..
09 Giugno 2024 - 12:58
Modena, sindacato in lutto: è morto Adelmo Bastoni
Storico dirigente sindacale, 94 anni, originario di Castelfranco Emilia, dove ha continuato ..
09 Giugno 2024 - 12:46
Tanta acqua e ancora tanta neve: risorsa idrica garantita in tutto il bacino del Po
Grandi Laghi e corsi d'acqua sopra il 100% di disponibilità: Il Po ha registrato a marzo la..
09 Giugno 2024 - 00:28
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24