Effetto restrizioni covid, a Modena aumentati oltre il 30% i disturbi alimentari
App
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Udicon
articoliSocieta'

Effetto restrizioni covid, a Modena aumentati oltre il 30% i disturbi alimentari

La Pressa
Logo LaPressa.it

Oggi, 15 marzo, è la giornata del fiocchetto Lilla, dedicata sensibilizzazione sul problema che colpisce soprattutto i giovani. L'endocrinologo Dante Zini opera nella casa di cura Fogliani dove oggi le visite saranno gratuite: 'Disturbi ormai diffusi anche nella preadolescenza, spesso non segnalati per vergogna'


Effetto restrizioni covid, a Modena aumentati oltre il 30% i disturbi alimentari
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Dopo la pandemia i disturbi del comportamento alimentare hanno raggiunto numeri che non possono in alcun modo essere sottovalutati, con un incremento che sfiora a livello nazionale il 40% (oltre il 30% nel modenese) e una crescita anche dei ricoveri. Una vera e propria piaga che colpisce in particolare i più giovani, che hanno sofferto maggiormente le restrizioni e l'isolamento sociale imposto durante l'emergenza Covid-19. 

Percentuali che emergono dai dati diffusi in occasione della giornata di sensibilizzazione sui disturbi alimentari da uno dei centri della rete nazionale specializzato in questo tipo di problematica: la casa di cura Fogliani che anche quest'anno, in occasione della giornata del fiocchetto Lilla, garantirà, da qui ad aprile, visite gratuite da parte di un team multidisciplinare di esperti.

Percentuali di crescita dei disturbi alimentari post covid, e legati alle conseguenze delle pesanti restrizioni inferte ai giovani sul piano sia sociale, con la riduzione o lo stop dei contatti e delle relazioni in presenza, che fisico (ricordiamo anche il divieto di praticare sport di gruppo, anche all'aperto), confermati anche dai dati diffusi dall'Ausl sui nuovi ingressi di pazienti nel percorso dell'Azienda Sanitaria Locale, che dura circa due anni e che oggi conta circa 350 giovani. In costante aumento. Dal 2018 ad oggi i nuovi ingressi sono passati da 88 nel 2018 a 197 nel 2023. Tra gli anni 2020, 2021 e 2022 si è verificato un aumento esponenziale del 33% dei casi, in linea con i dati regionali e nazionali.
I genitori sono fondamentali sul fronte della prevenzione e il percorso di cura dei disturbi è di carattere multidisciplinare.

Nel video ne parla Dante Zini



La giornata di visite gratuite, promosse per il terzo anno dalla Fogliani, fa parte del più ampio progetto di sensibilizzazione della popolazione sulle problematiche legate ai disturbi dell’alimentazione come anoressia e bulimia nervosa e a forme emergenti come il “binge eating”, il disturbo da alimentazione incontrollata che si sta diffondendo in modo preoccupante anche in provincia di Modena. 'È un tema di cui si deve parlare con continuità non sono nella 'Giornata nazionale del Fiocchetto Lilla' perché coinvolge sempre di più gli adolescenti e, addirittura, i preadolescenti' - ricorda il dottor Dante Zini, Specialista in Endocrinologia e Malattie del Metabolismo, Medicina Interna e Psicoterapia a indirizzo cognitivo-comportamentale.

'Quando un ragazzo, una ragazza, ma anche una persona più adulta si ammala di anoressia, bulimia o binge eating disorder è l'intera famiglia a soffrire e ad ammalarsi - prosegue il dottor Zini -. Troppo spesso, infatti, ci si sente abbandonati, perché come gran parte delle patologie psichiatriche anche quelle alimentari sono coperte da un alone di vergogna che rende la richiesta di aiuto ancora più complessa e difficile. Per questo motivo ci rivolgiamo in particolare ai genitori e alle famiglie, perché possano farsi affiancare dai tanti professionisti seri nella scelta del percorso terapeutico più efficace da intraprendere per la propria figlia o il proprio figlio'.

Per chiedere informazioni o prenotare una visita gratuita fino a metà aprile è sufficiente chiamare il numero telefonico 059 4926999.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Udicon

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Al via gli esami di Terza Media anche nel modenese
Si comincia oggi con la prova di italiano. Tre le tipologie di tracce, precedentemente ..
10 Giugno 2024 - 08:38
Modena, gita in barca a vela per sei ragazzi guariti dal cancro al Policlinico
Nell’ambito del progetto di Sea Therapy è stato possibile far partecipare un gruppo di ex..
09 Giugno 2024 - 12:58
Modena, sindacato in lutto: è morto Adelmo Bastoni
Storico dirigente sindacale, 94 anni, originario di Castelfranco Emilia, dove ha continuato ..
09 Giugno 2024 - 12:46
Tanta acqua e ancora tanta neve: risorsa idrica garantita in tutto il bacino del Po
Grandi Laghi e corsi d'acqua sopra il 100% di disponibilità: Il Po ha registrato a marzo la..
09 Giugno 2024 - 00:28
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24