Fuga dati sensibili, FI chiede il commissariamento dell'assessorato sulla sicurezza informatica
MIRANDOLA CARLO BASSOLI SINDACO
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
MIRANDOLA CARLO BASSOLI SINDACO
articoliSocieta'

Fuga dati sensibili, FI chiede il commissariamento dell'assessorato sulla sicurezza informatica

La Pressa
Logo LaPressa.it

L'affondo del consigliere FI Valentina Castaldini: 'La sanità regionale ha ritardato la comunicazione che è dovuta da subito ai cittadini'. E l'Ausl di Modena afferma: 'Non sono disponibili informazioni specifiche sul contenuto dei documenti pubblicati sul dark web'


Fuga dati sensibili, FI chiede il commissariamento dell'assessorato sulla sicurezza informatica
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Dati sensibili e personalissimi, resi pubblici e disponibili a chiunque. Di fronte all'attacco Hacker, la regione ha per troppo tempo negato che ci fosse stata una fuga di dati, ha ritardato di almeno 8 giorni la comunicazione che per legge deve fornire ai cittadini quando si verificano degli incidenti informatici, ed in questo modo chi può essere coinvolto non immagina neanche che i propri dati siano stati resi pubblici'.

Così il consigliere regionale di Forza Italia Valentina Castaldini che nel merito ha esposto alcuni esempi: 'un malintenzionato in possesso di una cartella clinica può chiamare il cittadino facendo finta di essere l’azienda sanitaria, saprebbe talmente tanti dati privati non solo personali, ma anche patologie, trattamenti farmacologici, date di ricovero, che sarebbe difficile per chiunque capire le cattive intenzioni, e immaginiamo quanto sarebbe semplice farsi fornire i dati della carta di credito o assensi a stipule di contratti; un malintenzionato in possesso della copia del documento e del codice fiscale potrebbe, rubare l’identità ad un cittadino, attivare utenze telefoniche, conti bancari, prestiti e addirittura utilizzarlo come prestanome per aprire società con le quali operare in modo fraudolento; un malintenzionato che viene a conoscenza di patologie socialmente impattanti (epatiti, hiv, malattie veneree, disfunzioni sessuali…) potrebbe ricattare il cittadino per non diffondere i dati nella sua cerchia di colleghi e conoscenti, che in un mondo connesso sono sempre più facilmente raggiungibili; i grandi gruppi assicurativi, anche stranieri, potrebbero utilizzare i dati per fare campagne mirate a malati di alcune patologie, o al contrario, potrebbero alzare il premio assicurativo o rifiutare la stipula della polizza a chi ha certe malattie'.



'Questi sono solo alcuni esempi, ma le implicazioni sono infinite' - sottolinea il Consigliere che continua. 'Non sappiamo se nei dati diffusi ci siano procedure interne private, corrispondenza riservata e dati che possono mettere in ulteriore rischio la sicurezza della Regione'.

E su questo piano la conferma arriva indirettamente anche dall'Ausl di Modena che nel pomeriggio ha previsato che 'al momento non sono disponibili informazioni specifiche sul contenuto dei documenti pubblicati sul dark web riferiti a singoli cittadini, essendo in corso le attività di scarico in sicurezza dei singoli file effettuate da ditte altamente specializzate, che richiederanno tempi adeguati e il contatto con le Autorità competenti'. 

In attesa una domanda: 'Se non c’è una strategia regionale e un assessore che si occupi di sicurezza informatica come possiamo fare si che non succeda più in un’altra struttura?'. Domanda a cui si affianca quella del partito Democratico per voce dei consiglieri del Partito Democratico Palma Costi, Francesca Maletti e Luca Sabattini. 'Mi associo alla loro richiesta di aiuto, anche io credo che lo stato debba intervenire a sopperire alle mancanze di questa giunta regionale - afferma Castaldini che mette il carico da 90  proponendo di commissariare l’assessorato alla transizione digitale e fornisca una risposta concreta perché sia di supporto alle aziende e ai cittadini nel minimizzare gli effetti della fuga di dati già avvenuta, e soprattutto perché fatti come questi non avvengano più. Anni fa si diceva che i dati personali sarebbero stati le miniere d’oro del futuro, oggi quel tempo è arrivato, e non è possibile che la Regione, alla quale i cittadini danno in gestione i propri dati sensibili, personali e privatissimi, non sia ancora all’altezza di questo compito' - chiude il consigliere Castaldini. 


Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Udicon

CISL Emilia Centrale
Societa' - Articoli Recenti
Documenti falsi e ricettazione: un arresto e una denuncia a Modena
In due attività di controllo dei Carabinieri. Un 39enne italiano e un 27enne straniero con ..
22 Maggio 2024 - 16:54
La componente aerea dei Vigli del Fuoco nasce a Modena e domani compie 70 anni
Cerimonia aperta al pubblico domani mattina all'hangar al parco Ferrari dove sarà esposto ..
22 Maggio 2024 - 15:45
Zona Musicisti, la giunta annuncia un parcheggio per 19 auto
Il progetto esecutivo dell’intervento di riqualificazione è stato approvato nei giorni ..
22 Maggio 2024 - 12:56
Palazzina ex fonderie: ulteriore perizia, si allungano i tempi, l'aumento di spesa raggiunge i 450.000 euro
E dopo la doppia proroga nel 2022 e 2023, sforata anche la data del 30 aprile per ..
22 Maggio 2024 - 10:43
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24