Il Cmsi: 'Effetto dei vaccini anti Covid contro l’infezione peggiora'
Riccardo Zaccarelli Azione Mirandola
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Riccardo Zaccarelli Azione Mirandola
articoliSocieta'

Il Cmsi: 'Effetto dei vaccini anti Covid contro l’infezione peggiora'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Secondo gli ultimi dati ISS, su un pari numero di italiani di 40-59 anni, ogni 100 non vaccinati contagiati, i vaccinati con booster contagiati sono 167'


Il Cmsi: 'Effetto dei vaccini anti Covid contro l’infezione peggiora'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'I dati dell’Istituto Superiore di Sanità del 4 gennaio 2023 continuano a mostrare, nei vaccinati con i vaccini a mRNA in uso, tassi di diagnosi di infezione da SARS-CoV-2 maggiori rispetto ai non vaccinati. I bambini di 5-11 anni si infettano il 45% in più; con booster i giovani-adulti di 12-39 anni il 44% in più, gli adulti di 40-59 anni il 67% più dei non vaccinati. Anche gli anziani fino ai 79 anni si infettano di più. Si registra un ulteriore peggioramento dei dati rispetto al precedente Bollettino ISS'. E' questa la tesi sostenuta nel quinto Bollettino della Commissione medico-scientifica indipendente composta dai professori e dottori Alberto Donzelli, Marco Cosentino, Giovanni Frajese, Patrizia Gentilini, Eugenio Serravalle, Eduardo Missoni, Sandro Sanvenero e Panagis Polykretis (qui il comunicato integrale).

'Molti continuano a parlare di efficacia (ancorché parziale) dei vaccini nel prevenire l’infezione da SARS-CoV-2, con effetti utili alla comunità, ma i dati ISS raccontano altro, come appunto dimostrato dal più recente bollettino ISS. Solo nella fascia d’età di 80 e più anni i dati ISS mostrano nei vaccinati con booster meno infezioni dei non vaccinati, ma il monitoraggio nei mesi mostrerà se tale protezione si mantiene - continua la Commissione medico-scientifica indipendente -. Si conferma che la protezione da ricoveri, accessi in terapia intensiva e decessi da COVID-19 resta migliore nei vaccinati (salvo che per i bambini di 5-11 anni, dove comunque i numeri sono molto piccoli). Si consideri, però, che il vantaggio si erode nel tempo (specie verso Omicron, l’unica variante con cui si debbano al momento fare i conti) negli adulti e in età pediatrica, benché più lentamente rispetto al vantaggio verso l’infezione.

Ormai con la variante Omicron (che si è dimostrata meno letale di un’influenza stagionale) i rischi più gravi da COVID-19 sono grandemente ridotti, mentre i dati inglesi (dell’Ufficio Nazionale per le statistiche UK) relativi al 2022, purtroppo pubblicati per stato vaccinale solo da gennaio a non oltre maggio 2022, mostrano un’allarmante tendenza all’aumento dei tassi di mortalità in tutte le fasce di età nei vaccinati rispetto ai non vaccinati, con grandi differenze rispetto al 2021, quando i tassi di mortalità totale dei vaccinati erano nettamente inferiori rispetto a quelli dei non vaccinati'.

'La CMSi/Commissione Tecnico Scientifica indipendente, che da gennaio 2022 emette periodici aggiornamenti, anche a commento dei dati ISS, chiede di essere audita nelle sedi istituzionali idonee e insiste perché i sanitari e tutti gli interessati attuino le semplici verifiche proposte sulle tabelle dei Bollettini ISS, in modo didascalico e alla portata di chiunque (documento allegato). Si potrà così comprendere quali contenuti siano davvero aderenti alla Scienza e ai dati ufficiali e perché ciò che la CMSi continua a ripetere merita seria attenzione. Continueremo comunque a far sentire la nostra voce pacata e ragionevole, finché non otterremo un confronto basato sui dati' - chiudono gli esperti.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Udicon
Articoli Correlati
Eppure è successo
Le Vignette di Paride
14 Maggio 2024 - 10:21
Modena, il film 'La morte negata' alla sala Ulivi
Societa'
08 Marzo 2024 - 14:45

Giacobazzi
Societa' - Articoli Recenti
Riviera romagnola, Arpae impone il divieto di balneazione in 4 punti
Anche a Cesenatico e in un tratto a Cervia-Milano Marittima
28 Maggio 2024 - 17:17
A 12 anni dal sisma, dopo gli edifici privati, arranca la ricostruzione pubblica
Il punto della Regione in occasione del 29 maggio, il giorno della seconda scossa che ..
28 Maggio 2024 - 16:30
Amianto in cantiere Ex Civ&Civ: diffida al sindaco
Il Comitato Villaggio Europa denuncia il silenzio e il riserbo posto sulle informazioni ..
28 Maggio 2024 - 15:56
'Abbattimento liste di attesa: paradossale spostare servizi in farmacia'
La preoccupazione espressa dall'Associazione Imprese Sanitarie Indipendenti: 'Sbagliato ..
28 Maggio 2024 - 15:55
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24