'In un reparto prese donne belle giovani e aitanti, in un altro solo catorci': il sindaco di San Prospero gela la platea
Villa  La Personala
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
VLP Events
articoliSocieta'

'In un reparto prese donne belle giovani e aitanti, in un altro solo catorci': il sindaco di San Prospero gela la platea

La Pressa
Logo LaPressa.it

Imbarazzo all'auditorium Fregni, durante la serata pubblica sulla sanità del distretto. Il sindaco interrompe il direttore della chirurgia dell'ospedale di Mirandola che parla di nuove assunzioni, ma la battuta genera l'imbarazzo generale. Infelice conclusione di un appuntamento partito male, con un flop di pubblico e finito peggio, con l'impossibilità ai pochi presenti, compresi giornalisti, di porre domande ai professionisti. Come lo stesso sindaco aveva annunciato


'In un reparto prese donne belle giovani e aitanti, in un altro solo catorci': il sindaco di San Prospero gela la platea
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Mancava solo la battuta fuori luogo e contesto del sindaco, salutata da un imbarazzato silenzio, l'altra sera, a San Prospero dove Comune e Ausl avevano organizzato una serata per illustrare la situazione della sanità nel distretto nord, per definire un appuntamento non proprio andato secondo le aspettative. Il locale sindaco sicuramente ci ha messo il suo. Da subito, e a più riprese, nel corso della serata. Assunto il ruolo di mediatore dell'evento, ha esordito rammaricandosi per l'atteggiamento dei propri cittadini che avevano di fatto snobbato l'appuntamento lasciando praticamente vuoto l'auditorium. In effetti il colpo d'occhio era desolante. Una enorme distesa rossa di poltrone vuote. Una quindicina di persone, in platea, addetti alla sala e ai lavori compresi. Quasi meno di quelli presenti sul palco, dove spiccava un nutrito fronte di autorevoli relatori.

A partire dalla direttrice del distretto, fino ad arrivare ai responsabili della chirurgia, dell'ortopedia, della cardiologia e della pneumologia dell'ospedale di Mirandola.

Dopo avere lanciato una infelice battuta sulla velocità e sui rischi ai quali uno dei direttore di sua personale conoscenza diretta si sottoporrebbe affrontando in moto ogni mattina curve ad alta velocità, e che solo le sue preghiere mattutine avrebbero il potere di proteggere e salvare, che arriva la freddura meno, anzi per nulla apprezzata. Il direttore della chirurgia sta parlando di assunzioni di professionisti che avrebbero permesso di aumentare le prestazioni del reparto, quando il sindaco Borghi si avvicina. Si mette la mano davanti alla bocca per coprire anche il labiale e con un sorriso gli sussurra qualcosa. Impossibile capire. Ma passa qualche secondo e non si trattiene più.

Questa volta si rivolge direttamente alla platea e afferma ad alta voce: 'Lui ha preso due donne belle giovani e aitanti mentre a lui (rivolgendosi al referente del reparto di ortopedia), danno solo dei catorci'. In sala è il gelo. La battuta, se così la si vuole chiamare, appare più che fuori luogo. Anche per un sindaco che negli anni ha abituato alla battuta e al suo atteggiamento gioviale pratico e diretto. Quella roba lì proprio non ci sta. Sul palco, e non solo, ci sono tante professioniste donne, siamo della settimana in cui si celebra la giornata per l'eliminazione della violenza alle donne, una violenza che più volte viene condannata nella sua declinazione anche verbale. Con vere e proprie campagne sul body shaming condotte con particolari forme di condanna da parte delle organizzazioni femministe, di sinistra e del Partito Democratico, il partito che lui stesso rappresenta, e che pone il linguaggio di genere e la lotta ad un un uso sessista della lingua al centro della propria azione politica e delle proprie rivendicazioni. 



Fatto sta che in quel contesto, non c'è bisogno di ricorrere alla correttezza e all'opportunità politica per definire fuori luogo il tutto. Anche lo stesso sindaco sembra rendersene conto, e si fa da parte, rilasciando di fatto spazio al relatore indotto dalle circostanze a provare a superare l'imbarazzo generale con una seconda battuta. Necessaria per potere continuare l'esposizione.
Certo è che dire che un gruppo di professionisti è invidioso di un direttore uomo perché nelle condizioni di assumere donne belle, giovani e aitanti anziché catorci, inviate ad un altro direttore, non è proprio il top. Anzi, è il top del down. Così come, in termini diversi, lo è stata la promessa disattesa dallo stesso sindaco al termine della serata. Le domande dal pubblico ai professionisti presenti, e a più riprese da lui stesso annunciate come elemento centrale a completamento della serata, vengono di fatto negate dallo stesso sindaco che, da autoproclamatosi moderatore e conduttore, allunga la serie degli interventi dal palco per poi dire che la serata è finita, e non è possibile porre alcuna domanda. Negando ciò che aveva promesso. Tra la delusione di chi si era recato alla serata proprio per potere porre domande non solo sugli aspetti trattati dai professionisti presenti ma anche su reparti e servizi ospedalieri per i quali i professionisti erano assenti. A partire dal pronto soccorso per arrivare all'ostetricia. Tra questi anche noi de La Pressa che riproporremmo in altra sede le stesse domande l'altra sera inopportunamente negate.

Gi.Ga.

Qui la replica del sindaco Borghi.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Udicon

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Le alghe invadono il Naviglio, animali in difficoltà e rischio in caso di piena
Il livello di copertura sopra e sotto la superficie è altissimo. La rimozione, un tempo ..
08 Luglio 2024 - 02:11
Il cardinale Ruini colto da malore: è ricoverato in terapia intensiva
'Il paziente è vigile e collaborante e le sue condizioni cliniche sono al momento stabili. ..
07 Luglio 2024 - 19:36
Comuni ricicloni: primato Aimag in Emilia-Romagna e nel territorio modenese
La società di Mirandola gestisce la raccolta a Carpi e nella maggior parte dei comuni ..
07 Luglio 2024 - 00:23
Simona Ventura e Giovanni Terzi si sono sposati oggi a Rimini
Nozze blindate con 200 ospiti, il rito celebrato da Bonaccini
06 Luglio 2024 - 21:11
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24