Udicon
Italpizza
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Udicon
articoliSocieta'

Influenza e Covid, appello alla vaccinazione per fragili e sanitari

La Pressa
Logo LaPressa.it

I massimi dirigenti delle aziende ospedaliere e sanitarie oggi riuniti per testimoniarne l'importanza. Rivolgendosi soprattutto ai colleghi sanitari. Anche sottoponendosi per la prima volta davanti alle telecamere alla doppia vaccinazione. Un braccio per l'antinfluenzale e un braccio per l'anti-covid


  • Influenza e Covid, appello alla vaccinazione per fragili e sanitari
  • Influenza e Covid, appello alla vaccinazione per fragili e sanitari
  • Influenza e Covid, appello alla vaccinazione per fragili e sanitari
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

A prestare per la prima volta due braccia per la contestuale vaccinazione Covid e anti-influenzale, c'erano diversi operatori sanitari, ma anche diversi dirigenti e responsabili tra i tanti, anzi tra i tutti presenti questa mattina alla conferenza stampa per la campagna di vaccinazione anti-influenzale 'Io vaccino'. Dal Direttore del Dipartimento Interaziendale di Emergenza-Urgenza, Geminiano Bandiera, a quello del Dipartimento Integrato Interaziendale Malattie, Nefrologiche, Cardiache e Vascolari, Giuseppe Boriani. Due dosi, con vaccino antifluenzale sul braccio sinistro e anti-covid sul destro, anche per l'immunologo Andrea Cossarizza.

 


Negli interventi dei dirigenti, a partire dalla direttrice generale dell'Ausl di Modena Petrini, dal Direttore Generale dell'azienda ospedaliera Policlinico e Baggiovara Vagnini, e dal Direttore dell'Ospedale di Sassuolo Reggiani, l'appello alla vaccinazione punta tanto, oltre che alle categorie fragili, ai sanitari. La cui adesione in percentuale non brillava nell'immediato post covid.

Ricordiamo che il secondo booster covid era stato fatto da una percentuale di sanitari che superava di poco il 20%, mentre a ricordare la flessione nelle vaccinazione antifluenzale da parte dei sanitari è stato il Direttore Reggiani: 'Lo scorso anno tra i sanitari c'è stato un calo significativo e questo non è positivo' - ha sottolineato.
Per il Direttore dell'Azienda Ospedaliera Claudio Vagnini la vaccinazione degli operatori sanitari è fondamentale: 'Chi opera a contatto con persone fragili deve assumersene la responsabilità e fare di tutto per non contagiare persone che dall'influenza possono avere gravi conseguenze'. Senza considerare la prevenzione  e la riduzione dell'impatto sul già esiguo personale medico ed infermieristico. 'Dire mi faccio qualche giorno a casa e supero l'influenza non va bene per chi lavora in questo settore' - sottolinea Vagnini.

Fatto sta che ad oggi, anche la campagna vaccinale è iniziata anche per loro, sono 100 i vaccinati.

Buona risposta sembra esserci stata dalla popolazione modenese. Delle 160 mila dosi di vaccino (4 le tipologie acquistate dall'Ausl di Modena, distribuite ai medici di medicina generale, ne sono state somministrate 6300 dosi.
A spiegare nel dettaglio la campagna vaccinale nella conferenza stampa dove tutti (anche questa una novità rispetto allo scorso anno, erano tutti senza mascherina), è stata Alessandra Fantuzzi, Referente aziendale delle campagne vaccinali del Servizio di Igiene Pubblica dell’Ausl di Modena. Poiché anche per questa stagione è attesa una co-circolazione di virus influenzali e Sars-Cov 2, la campagna punta a rafforzare ulteriormente l’offerta e innalzare la copertura per le persone ad alto rischio, di tutte le età, per condizione patologica, fisiologica (es: gravidanza) o esposizione lavorativa.  L’obiettivo è raggiungere il 75% di copertura vaccinale, per quanto riguarda l’influenza stagionale, nei cittadini dai 65 anni in su (fascia d’età per cui l’Emilia-Romagna è al primo posto tra le grandi regioni italiane come percentuale di copertura), a migliorare le coperture vaccinali nel personale sanitario e nei bambini a rischio di complicanze per presenza di patologie.

Anche in provincia di Modena l’obiettivo è di mantenere e, se possibile, aumentare il numero di vaccinazioni, che l’anno scorso ha interessato più di 155mila persone nella nostra provincia con un’adesione del 63% fra gli over 65 anni.

I destinatari della vaccinazione antinfluenzale

La vaccinazione antinfluenzale viene offerta gratuitamente alle persone di età uguale o superiore a 60 anni con particolare riguardo a operatori e residenti di strutture assistenziali, con o senza patologie croniche; donne in gravidanza, indipendentemente all’età gestazionale o in post partum; medici e personale sanitario di assistenza nelle strutture sanitarie, socio-sanitarie e socio-assistenziali; soggetti di qualunque età ricoverati presso strutture per lungodegenti; persone rientranti nella fascia d’età 6 mesi-59anni con patologie croniche che espongono ad elevato rischio di complicanze o di ricoveri correlati all'influenza (compresi i conviventi); addetti ai servizi pubblici di primario interesse collettivo (forze dell'ordine e protezione civile in servizio attivo, compresi i Vigili del fuoco, Carabinieri, Militari e la Polizia municipale; personale dei trasporti pubblici, delle poste e delle comunicazioni, volontari dei servizi sanitari di emergenza e dipendenti della pubblica amministrazione che svolgono servizi essenziali); personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani; volontari in ambito sociosanitario e donatori di sangue.

Inoltre, il ministero ha inserito nella categoria delle persone a cui è raccomandato il vaccino gratuito anche i bambini sani dai 6 mesi ai 6 anni, che saranno vaccinati in collaborazione con i pediatri di Libera scelta che aderiranno alla campagna o tramite la Pediatria di comunità del distretto sanitario di riferimento (informazioni ulteriori saranno diffuse nelle prossime settimane).

Dove vaccinarsi (destinatari della vaccinazione gratuita)
A somministrare il vaccino, secondo le indicazioni sopra riportate, saranno i Medici di medicina generale aderenti alla campagna 2023-2024, il Servizio Igiene Pubblica (per le persone che non sono assistite dal Medico di Medicina Generale perché residenti in altre province) e i servizi di Pediatria di Comunità che invitano i minori delle categorie a rischio. Anche presso le Farmacie convenzionate aderenti alla campagna vaccinale, sulla base dell’accordo Regione/Associazioni di categoria (per la nostra provincia Federfarma Modena, Assofarm e Farmacieunite), è possibile la somministrazione del vaccino antinfluenzale e del vaccino anti-COVID-19 (secondo le norme vigenti)  a cittadini maggiorenni che abbiano già ricevuto analoghe tipologie di vaccini e che, a seguito della compilazione del modulo di triage pre-vaccinale, siano risultati idonei alla vaccinazione in Farmacia (l’elenco delle Farmacie aderenti è pubblicato e disponibile sul sito della Regione).

Vaccinazione antinfluenzale a pagamento
Chi non rientra nelle categorie che hanno diritto alla vaccinazione gratuita può comunque acquistare il vaccino in Farmacia e richiederne la somministrazione al proprio Medico di medicina generale o presso la Farmacia stessa (sempre in base alle indicazioni sopra descritte).

Vaccinazione antipneumococcica
Come negli anni scorsi, oltre alla vaccinazione anti Covid, viene data la possibilità della co-somministrazione con il vaccino antipneumococcico. Anche la vaccinazione anti-pneumococcica viene offerta attivamente e gratuitamente nel corso del primo anno di vita (come da calendario vaccinale dell’infanzia presidiato dalla Pediatria di Comunità), alle persone di qualunque età con patologie croniche con rischio di complicanze anche gravi in caso di sviluppo di malattie da pneumococco e alle persone che compiono 65 anni nell’anno in corso.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Italpizza

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
L'anniversario del miracolo di San ..
Quando la città stava per essere saccheggiata, San Geminiano apparve al vicerè di Francia ..
18 Febbraio 2024 - 10:58
Rivive oggi la prima sfilata del ..
Il consigliere comunale Alberto Bosi, capogruppo di Alternativa Popolare, ricorda ..
18 Febbraio 2024 - 08:33
Modena, paziente distrugge reparto ..
Alla luce dei gravi danni al reparto, tutti i pazienti ricoverati - complessivamente 16 - ..
17 Febbraio 2024 - 15:30
Modena, viola ripetutamente le norme:..
Entro il prossimo 22 febbraio la proprietà di un locale in piazza Roma dovrà ripristinare ..
17 Febbraio 2024 - 13:16
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green ..
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda ..
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24