La cucina italiana? Resta la migliore del mondo
Udicon
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Udicon
articoliSocieta'

La cucina italiana? Resta la migliore del mondo

La Pressa
Logo LaPressa.it

I formaggi nostrani occupano posti eccellenti nella relativa classifica, che vede nei primi dieci posti quattro formaggi italiani e tre francesi


La cucina italiana? Resta la migliore del mondo
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Anche quest’anno è stato pubblicato il “Taste Atlas Award”, la classifica delle migliori “cucine” del mondo. La classifica è stata realizzata con la valutazione di oltre 390 mila pietanze e oltre 115 mila prodotti alimentari da parte di valutatori dell’intero pianeta. E anche quest’anno ci tocca assumerci la responsabilità di essere considerato il Paese con la migliore cucina.

I Paesi con le cucine più apprezzate al mondo

La classifica dei Paesi con la “migliore cucina al mondo” vede infatti al primo posto Italia e Giappone con la stessa valutazione media di 4.65 punti su 5. Tuttavia il primo posto è stato assegnato all’Italia grazie ad una valutazione più alta del suo piatto più votato, la pizza, che si colloca al quarto posto nella classifica dei piatti più apprezzati. L’Italia conferma la posizione della rilevazione dell’anno precedente (con 4.

72 punti su 5), mentre il Giappone è passato dalla quarta alla seconda posizione, con il piatto più gradito, il “Maguro nigiri sushi”, che si posiziona al 21° posto della relativa classifica.

Come già descritto nell’articolo pubblicato su questo giornale il 17 gennaio 2023 (con dati relativi all’anno 2021), nel biennio 2022-2023 il settore agroalimentare italiano rappresenta poco più del 12% del PIL, con un fatturato aggregato cresciuto del 12% nel 2022 e con una stima di crescita nel 2023 dell’8,4% circa. Le esportazioni sono cresciute, rispetto al 2021, del 18,8% nel 2022 e si prevede del 10% nel 2023, a conferma che i prodotti agroalimentari italiani sono molto apprezzati.

Scorrendo nella classifica, se consideriamo i nostri principali partner commerciali europei, troviamo la Germania al 32° posto e l’Inghilterra al 39° posto rispettivamente con un punteggio di 4.35 e 4.31.

Anche i Paesi nordici non sono propriamente apprezzati per la loro cucina. Pare invece sia abbastanza apprezzata la cucina degli Stati Uniti d’America, anche se essendo un continente avrà delle differenze significative tra i vari Stati, che si posiziona al 16° posto. E’ abbastanza difficile poter immaginare gli USA tra i Paesi con una propria cucina caratteristica, essendo i maggiori consumatori di “junk food” (cibo spazzatura) e non avendo per l’appunto una particolare tradizione culinaria. Se infatti osserviamo la classifica dei “piatti più apprezzati al mondo”, al 78° posto troviamo la “Boiled Maine Lobster” (aragosta del Maine bollita) tra i piatti americani. Unica presenza nella relativa classifica, quando il vicino Messico, ad esempio, vanta ben otto piatti in classifica, con la “Carne asada tacos” che si posiziona al 19° posto.

Il Perù ha mantenuto la medesima posizione della classifica dell’anno precedente con la “Leche de tigre” tra i suoi piatti preferiti, che comunque si posiziona al 18° posto nella classifica dei piatti più apprezzati.
In fondo alla classifica, nelle ultime dieci posizioni, dalla 91° alla 100°, troviamo Paesi che, molto probabilmente, non godono della fama e della diffusione della loro cucina a livello mondiale.

I piatti più apprezzati al mondo

La classifica relativa ai “100 piatti migliori al mondo” vede sul podio, al primo posto la brasiliana “Picanha” (una tagliata di carne), seguita dal pane malese “Roti Canai” e dal tailandese “Phat Kaphrao” (carne di maiale saltata in padella con aggiunta di verdure). Fuori dal podio, al quarto posto, troviamo il primo piatto italiano, “la pizza”, rigorosamente napoletana, e degnamente rappresentata, si legge nella classifica, tra gli altri, dalla mitica ”Antica pizzeria da Michele”. La classifica dei primi dieci piatti più apprezzati al mondo:
1. Picanha - Brasile
2. Roti Canai - Malesia
3. Phat Kaphrao - Thailandia
4. Pizza alla napoletana - Italia
5. Guotic - Cina
6. Khao Soi - Tailandia
7. Butter Garlic Naan - India
8. Tang bao - Cina
9. Shashlik - Russia
10. Phanaeng curry - Tailandia
 
L’Italia è considerata il Paese con la migliore cucina al mondo, ed i piatti più apprezzati, ben tredici presenti in classifica, vedono la presenza di delizie ben conosciute quali:
4. Pizza alla napoletana
11. Pappardelle al cinghiale
31. Focaccia di Recco con il formaggio
35. Pesto alla genovese
51. Parmigiana di melanzane
54. Tagliatelle al ragù alla bolognese
56. Linguine allo scoglio
59. Spaghetti alla carbonara
61. Ragù alla bolognese
68. Lasagne alla bolognese
74. Risotto ai funghi porcini
76. Fritto misto di pesce
96. Bistecca alla fiorentina
 
Giappone (2° posto) e Grecia (3° posto) sono presenti in classifica entrambe con sette piatti. Il primo piatto giapponese è il “Maguro nigiri sushi” che si posiziona al 21° posto in classifica, mentre il primo piatto greco è il “Dakos”, un antipasto che si posiziona al 17° posto in classifica. Va detto che, ad eccezione del “Dakos”, gli altri sei piatti greci sono rappresentati da carne alla brace.

Ma non è finita qua. E’ stata realizzata anche una classifica che riguarda i “formaggi più apprezzati al mondo”. Ed anche qui, ca va sans dire”, per citare i vicini francesi, principali competitor nella disputa casearia, i formaggi nostrani occupano posti eccellenti nella relativa classifica, che vede nei primi dieci posti quattro formaggi italiani e tre francesi. Il podio è occupato da tre formaggi italiani:
1. Parmigiano Reggiano - Italia
2. Mozzarella di Bufala - Italia
3. Stracchino di Crescenza - Italia
4. Graviera Naxou - Grecia
5. Queijo Serra da Estrela - Portogallo
6. Burrata - Italia
7. Saint-André - Francia
8. Reblochon - Francia
9. Pljevaljski Sir - Montenegro
10. Mont d’Or - Francia
Se guardiamo l’intera classifica, su cento formaggi considerati tra i più apprezzati al mondo, 21 sono italiani e 20 francesi. Praticamente l’Italia e la Francia rappresentano i Paesi con il 41% dei formaggi presenti in classifica. Se aggiungiamo la Grecia, con 19 formaggi in classifica, i tre Paesi produttori raggiungono la quota del 60%. Va precisato che nei primi cinquanta posti in classifica, l’Italia si presenta con ben 14 formaggi, la Francia con 12 e la Grecia con 7.
A marzo del 2023 l’attuale Governo, su diretto interessamento dei Ministri dell’Agricoltura e della Cultura, ha fatto richiesta all’Unesco per riconoscere la cucina italiana, “patrimonio dell’umanità”.
Una cucina universalmente acclamata come la migliore al mondo per la sua combinazione magistrale di altissima qualità degli ingredienti, semplicità di preparazione, passione, tradizione e senso estetico.

Andrea Lodi

Andrea Lodi
Andrea Lodi

Vivo a San Prospero, in provincia di Modena. Sono aziendalista, specializzato in Pianificazione Strategica. Giornalista economico, da gennaio 2009 curo “Economix“, la rubrica economic..   Continua >>



Udicon

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Omicidio Modena, il cordoglio dell'Azienda Ospedaliera e Unimore
Anna, la 40enne uccisa dal marito e padre dei suoi due figli, lavorava presso l'azienda ..
11 Giugno 2024 - 19:08
Al via gli esami di Terza Media anche nel modenese
Si comincia oggi con la prova di italiano. Tre le tipologie di tracce, precedentemente ..
10 Giugno 2024 - 08:38
Modena, gita in barca a vela per sei ragazzi guariti dal cancro al Policlinico
Nell’ambito del progetto di Sea Therapy è stato possibile far partecipare un gruppo di ex..
09 Giugno 2024 - 12:58
Modena, sindacato in lutto: è morto Adelmo Bastoni
Storico dirigente sindacale, 94 anni, originario di Castelfranco Emilia, dove ha continuato ..
09 Giugno 2024 - 12:46
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24