La piazza del 1° maggio, contro Governo e precariato, cantando Bella Ciao
Udicon
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Udicon
articoliSocieta'

La piazza del 1° maggio, contro Governo e precariato, cantando Bella Ciao

La Pressa
Logo LaPressa.it

'A Modena tre nuovi contratti su quattro sono precari' denunciano i sindacati nella manifestazione in Piazza Grande accompagnata da musiche e letture degli studenti del liceo Sigonio. 'Il decreto del governo il 1° Maggio? Una provocazione, una cosa è certa, la lotta al precariato non c'è'


La piazza del 1° maggio, contro Governo e precariato, cantando Bella Ciao
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Ci sono tanti garofani, i brani della Costituzione letti dai ragazzi del liceo Sigonio che intervallano la loro scaletta musicale attraversata da Bella Ciao suonata e cantata in diverse versioni, l'ultima a chiusura dell'evento del primo maggio in piazza Grande a Modena. Tradizionale manifestazione sindacale in occasione del 1° maggio, festa del lavoro. Aperta dagli interventi dei tre segretari provinciali di CGIL, Cisl, e Uil. Sotto un cielo che ha minacciato e diffuso pioggia a tratti. In un continuo aprire e chiudere di ombrelli. Forse anche per questo, fatto sta che in piazza, quest'anno, c'erano 600 persone, più o meno la metà di quelle dello scorso anno. Che tolti pensionati, apparati sindacali, famiglie delle decine di ragazzi del liceo, riducono a un numero non proprio entusiasmante di lavoratori attivi.

In prima fila il sindaco con a fianco la direttrice del liceo musicale, la Senatrice PD, già Vicepresidente di Libera, Enza Rando e la deputata Maria Cecilia Guerra. Insieme saltano e battono le mani al ritmo di Bella Ciao. Alcuni consiglieri comunali PD, in giro per la piazza (notiamo Di Padova e Manicardi) e, seduto con garofano in mano, il capogruppo Lega Bertoldi.



Con applausi che arrivano anche per i segretari provinciali di CGIL, Cisl e Uil che contestualmente hanno i loro delegati anche in altre 8 piazze della provincia, da Pavullo a Mirandola, da Sassuolo a Castelfranco, in altre rispettive manifestazioni. Unite e ulterioramente compattate quest'anno dall'avversione politica comune al governo di centro destra, ed in particolare ad un decreto sul lavoro ancora per buona parte sconosciuto e che il governo, con una 'autentica provocazione sostanziata nell'invito al confronto con i sindacati la sera prima del varo' - sottolinea Daniele Dieci, segretario provinciale CGIL Modena, ha approvato proprio oggi in Consiglio Dei Ministri.

'Ma sappiamo comunque che la lotta al precariato, in questo decreto, non c'è mentre a Modena sappiamo che tre su quattro nuovi contratti di lavoro sono a tempo determinato' - sottolinea il segreterio CGIL.
Così come 'nella misura del governo non c'è una riforma fiscale come dovrebbe essere in senso progressivo e non attraverso la tassa piatta come quella del governo' - sottolinea Rosamaria Papaleo, segretaria Cisl Emilia Centrale che nel suo intervento rilancia altri due punti che a suo dire dovrebbero essere parte integrante nelle politiche del lavoro: 'Sostegni ai lavoratori e alle famiglie, un piano anti-inflazione per affrontare il caro vita e un rinnovo contrattuale che attende da troppo tempo e che pone da gennaio sette milioni di lavoro senza contratto'.
'Il governo vive in un metaverso, ovvero in una altra realtà' - afferma Roberto Rinaldi, coordinatore Uil Modena e Reggio Emilia, 'una realtà in cui è stata eliminata i fatto la concertazione, elemento fondamentale e imprescindibile che da questa piazza, la piazza del primo maggio, vogliamo rilanciare'

Gianni Galeotti

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Udicon

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Omicidio Modena, il cordoglio dell'Azienda Ospedaliera e Unimore
Anna, la 40enne uccisa dal marito e padre dei suoi due figli, lavorava presso l'azienda ..
11 Giugno 2024 - 19:08
Al via gli esami di Terza Media anche nel modenese
Si comincia oggi con la prova di italiano. Tre le tipologie di tracce, precedentemente ..
10 Giugno 2024 - 08:38
Modena, gita in barca a vela per sei ragazzi guariti dal cancro al Policlinico
Nell’ambito del progetto di Sea Therapy è stato possibile far partecipare un gruppo di ex..
09 Giugno 2024 - 12:58
Modena, sindacato in lutto: è morto Adelmo Bastoni
Storico dirigente sindacale, 94 anni, originario di Castelfranco Emilia, dove ha continuato ..
09 Giugno 2024 - 12:46
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24