Udicon
Italpizza
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Udicon
articoliSocieta'

Manifestazioni anti-aborto: diciamo no con la mitezza della preghiera

La Pressa
Logo LaPressa.it

Continua, davanti al Policlinico di Modena, il 'presidio 40 giorni per la vita' contro l'aborto. Grazia Ruini, referente modenese del movimento internazionale, spiega le ragioni del presidio e risponde alle accuse dell'anti-presidio UDI-CGIL organizzato e autorizzato a poca distanza


Manifestazioni anti-aborto: diciamo no con la mitezza della preghiera
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Quaranta giorni per la vita, quaranta giorni di presidio. Modena è una delle 680 città nel mondo in cui il movimento antibortista sta organizzando presidi. Nell'ultimo miglio che divide l'esterno dell'ospedale dalle stanze in cui le donne si recano ogni giorno per abortire il movimento si riunisce in intere giornate di preghiera. Oggi, venerdì 6 ottobre, contestati dall'anti-presidio organizzato da UDI e CGIL, a breve distanza, sempre davanti al Policlinico, per condannare un sit anti abortista giudicato violenta intimidazione nei confronti delle donne.

Sul posto ci spiega le ragioni del movimento 40 giorni per la vita, Grazia Ruini e, di seguito, la lettera manifesto del movimento




Egregio direttore,
abbiamo sentito in questi giorni tanti giudizi gratuiti nei nostri confronti. Vogliamo rassicurare che noi non abbiamo nessun giudizio verso chi esprime tali giudizi.

Vorremmo invece far sentire a tutti la misericordia di Dio: ce n’è tanto bisogno! Oggi ci sono tanti aborti perché c’è poco amore e tanto individualismo e disinteresse. Le donne incinte in una situazione difficile sono lasciate a loro stesse, e finiscono per abortire per la solitudine e l’indifferenza di chi è
intorno.

Siamo una società abortista che non accoglie i bambini, che obbliga le neomamme a scegliere tra lavoro e continuazione della gravidanza, che le priva dei sostegni di cui avrebbero bisogno, che non dà valore sociale alla maternità, che in tanti casi pone un obbligo sociale ad abortire (pensiamo ai genitori di bimbi prenatali con disabilità).

Per questo ci rivolgiamo con la nostra preghiera a Dio per chiedere che tutti, a partire da noi stessi, smettiamo di voltarci dall’altra parte, e diciamo, come don Milani, ‘I care!’, abbiamo a cuore ogni mamma o coppia in difficoltà e ci impegniamo a dare quello di cui hanno davvero bisogno. 

Per tutte le mamme, che possano avere la valorizzazione ed i sostegni cui hanno diritto: il lavoro, la
casa, i documenti, la protezione.
Per tutte le persone (a partire dai compagni, mariti, genitori) che fanno violenza sulle donne spingendole, colpevolizzandole e ricattandole perché si sbarazzino del loro figlio, perché diventino difensori dei più indifesi.

Per le donne che hanno abortito, che possano trovare nell’abbraccio del Padre e nel suo perdono quella pace che fanno così fatica a trovare. Una di loro ha condiviso la sua storia con noi qualche giorno fa. Le sue parole esprimevano dolore, rimpianto anche a tanti anni di distanza, anche se ora grazie a Dio sta rinascendo… E' questo che vogliamo per le donne della nostra città?
Per gli operatori sanitari che operano nei reparti di IVG, che vivono un grande disagio per tutto quello di cui sono testimoni, come ci hanno raccontato alcuni, perché si donino la gioia di non collaborare più a tutto questo.
E per questi bambini che vivono nel grembo materno, perché siano accolti. L’aborto fa cessare la vita di uno di noi, ormai lo sappiamo bene. Tutti siamo stati embrioni! Se siamo almeno un po’ contenti di essere nati, non dobbiamo cercare di dare a tutti la stessa opportunità e permettere a chi naviga verso la nascita di poter approdare?

Se ogni anno ci sono 600 bambini che a Modena sono abortiti è perché noi non facciamo abbastanza per accogliere, sostenere, valorizzare ogni mamma che vive una gravidanza problematica. 
Per ricordare questa ingiustizia a tutti lo facciamo nel modo più mite possibile, con la preghiera, come altre minoranze emarginate nel corso della storia (basti pensare alle persone di colore negli USA negli anni 60).
Ci piacerebbe che prima di parlare di leggi e di ideologie parlassimo di cos’è l’aborto e che conseguenze ha. Anche insieme, se loro lo vogliono, a chi ci contesta pubblicamente.
Possiamo evitare che tutto questo continui. Impegniamoci insieme ad accogliere come dono ogni nuova mamma ed ogni bambino concepito in modo da far diventare l’aborto un brutto ricordo del passato'

Grazie per l'attenzione 
Campagna “40 giorni per la vita” - Modena

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Italpizza

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Vincenzo Paldino, nuovo segretario ..
La confederazione sindacale autonoma conta in provincia 10.000 lavoratori iscritti nel ..
14 Febbraio 2024 - 18:55
Ok a rinvio di 6 mesi per il ..
Burioni: 'L'ennesima strizzata d'occhio nei confronti di chi non rispetta le leggi'
14 Febbraio 2024 - 15:14
Addio Andrea Giacobazzi, ispirò ..
‘E’ sempre stato dalla mia parte anche quando molti mi voltavano le spalle. Facevano ..
14 Febbraio 2024 - 11:15
Vent'anni senza Marco Pantani: ..
Rialzarsi un giorno alla volta, nonostante le Madonne di Campiglio che ogni uomo è ..
14 Febbraio 2024 - 00:01
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto ..
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green ..
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda ..
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24