Moschea all'ex Pro Latte, il Pd ribadisce l'ok vincolato al verde, ma senza progetto si parla del nulla
App
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Udicon
articoliSocieta'

Moschea all'ex Pro Latte, il Pd ribadisce l'ok vincolato al verde, ma senza progetto si parla del nulla

La Pressa
Logo LaPressa.it

Passa nonostante l'astensione di Sinistra per Modena, l'ordine del giorno del Partito Democratico per garantire almeno un terzo di verde all'ex pro-latte. L'assessore precisa: 'Il progetto non c'è e quando ci sarà dovrà essere fattibile per quel contesto e deciderà il Consiglio'. Forse nemmeno quello in carica


Moschea all'ex Pro Latte, il Pd ribadisce l'ok vincolato al verde, ma senza progetto si parla del nulla
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

La discussione sul trasferimento nell'area da rigenerare dell'ex pro-latte, oggi di proprietà di CPC, della sede del centro culturale islamico di Strada S.Anna (oggi su area comunale), ha ormai generato un corto-circuito politico ed istituzionale: l'accordo di programma sancito tra Comune e CPC poi approvato in consiglio comunale nel luglio scorso, comprende al suo interno anche il trasferimento del centro culturale islamico e moschea di strada S.Anna nell'area ex industriale Pro-Latte abbandonata da 20 anni e acquistata all'asta dalla CPC. Trasferimento frutto di uno scambio tra CPC (che ha bisogno dell'area del Comune dove ora c'è la moschea per continuare il progetto di espansione), e Comune. Con CPC che per compensare il Comune offre lo stesso spazio in un'altra area di sua proprietà. Ovvero l'ex pro-latte. Che non è proprio la stessa cosa. Perché se in strada S.

Anna la moschea si inserisce in un contesto ancora prettamente industriale, all'ex pro-latte si inserisce in un contesto misto industriale ma soprattutto residenziale. Generando un impatto tutto da verificare nella sua portata. 

E qui sta il nodo. Perché se da un lato il Comune, con l'accordo di programma ha assunto un impegno con CPC per il trasferimento della moschea, inserendolo tra le righe dell'accordo di programma sul piano di espansione urbanistica, dall'altro non è detto che questo impegno possa sfociare nella realizzazione del progetto. Anche perché per ora non c'è nessun progetto. Elemento alla base del voto di astensione di Sinistra per Modena che ha sottolineato come allo stato attuale non ci sia di fatto nulla su cui parlare, almeno nel merito.

Un progetto di nuova moschea  che sarà compito di CPC, proprietaria della ex pro-latte, redigere e presentare, e che non è detto potrà avere le caratteritiche per essere fattibile e compatibile con il contesto dell'ex pro latte stessa e soprattutto con i vincoli ora più rigidi imposti dal PUG, anche in relazione al beneficio pubblico richiesto ad ogni nuovo progetto.

Di seguito lo stralcio dell'accordo di programma comprendente anche il trasferimento della moschea

E a riportare l'attenzione sul livello assolutamente embrionale dell'ipotesi non ancora tradotta in progetto (così come non lo sono il parcheggio multipiano da 800 posti o l'area hospitality da 15 piani), è stata l'assessore all'urbanistica Anna Maria Vandelli, intervendo in chiusura della discussione consiliare sull'ordine del giorno presentato dal PD, e approvato a risicata maggioranza con il voto contrario di tutta l'opposizione e l'astensione di Sinistra per Modena, in cui si chiede, a fronte della realizzazione della moschea (evidentemente già data per scontata dal PD), di garantire una quota di verde da un terzo alla metà del resto dell'area dell'ex pro-latte. Area che, si comporrebbe così di moschea per un terzo, di verde per un altro terzo e di palazzine Ers per un altro terzo. Una suddivisione che, appunto, vive per ora a livello di ipotesi. Così come, appunto, lo sono gli 800 posti di un nuovo parcheggio multipiano e così come lo è la torre albergo da 15 piani sempre all'interno del progetto di espansione CPC. Tutti punti inseriti nell'accordo di programma ma solo in linea di indirizzo. Che dovrà tradursi in progetto da sottoporre a tutti i passaggi previsti, compreso quello in consiglio comunale. In sostanza,la discussione attuale, e tanto più di merito sulla suddivisione delle aree all'interno dell'ex pro-latte rischia davvero di essere sterile per non dire inutile, senza un progetto almeno di fattibilità.

Gi.Ga.


Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Udicon

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Al via gli esami di Terza Media anche nel modenese
Si comincia oggi con la prova di italiano. Tre le tipologie di tracce, precedentemente ..
10 Giugno 2024 - 08:38
Modena, gita in barca a vela per sei ragazzi guariti dal cancro al Policlinico
Nell’ambito del progetto di Sea Therapy è stato possibile far partecipare un gruppo di ex..
09 Giugno 2024 - 12:58
Modena, sindacato in lutto: è morto Adelmo Bastoni
Storico dirigente sindacale, 94 anni, originario di Castelfranco Emilia, dove ha continuato ..
09 Giugno 2024 - 12:46
Tanta acqua e ancora tanta neve: risorsa idrica garantita in tutto il bacino del Po
Grandi Laghi e corsi d'acqua sopra il 100% di disponibilità: Il Po ha registrato a marzo la..
09 Giugno 2024 - 00:28
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24