'I ponti sul Secchia chiudono per inerzia politica, non per le piene'
Udicon
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Udicon
articoliSocieta'

'I ponti sul Secchia chiudono per inerzia politica, non per le piene'

Data: / Categoria: Societa'
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

Massimo Neviani a nome di 4 comitati attivi sulle problematiche del rischio idrogeologico: 'Da anni le relazioni tecniche evidenziano inadeguatezza e rischi di Ponte Alto e Uccellino, ma chi doveva agire non lo ha fatto. E così scattano emergenza e disagi anche con piene piccolissime'


'I ponti sul Secchia chiudono per inerzia politica, non per le piene'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Queste ultime piene sono molto inferiori ad una piena piccola, al punto da non attivare nemmeno o se non in minima parte la funzionalità delle casse si espansione, compresa quella assolutamente inadeguata del fiume Secchia. Nonostante ciò, a valle, nel tratto modenese, subiamo i rischi ed i disagi alla vabilità legati alla chiusura dei ponti. Tutto evitabile se i rischi e i pericoli, segnalati da anni dalla relazioni tecniche, rappresentati da Ponte Alto e dell'Uccellino fossero stati affrontati e risolti dalla politica deputata a farlo'.
Massimo Neviani, membro del Comitato Salute Ambientale di Campogalliano mezza vita passata sugli argini e una conoscenza approfondita delle relazioni tecniche di Univerità e Aipo, esprime anche a nome dei comitati Secchia, Arginiamo, Respiriamo aria pulita la lettura della situazione di questi giorni attuale. Esprimendo totale disappunto rispetto alla realtà narrata a livello istituzionale..

'L'inadeguatezza dei ponti sul Secchia, a non solo Ponte Alto dell'Uccellino ma anche ponte Motta e altri sull'asta del Secchia nella bassa, è nota da anni, ed è stata ribadita con chiarezza nella relazione Zanichelli del 2015, successiva all'alluvione del 2014 causata dalla rottura dell'argine del Secchia.
Una relazione che, su questi punti, sembra essere caduta nel vuoto insieme al monito sui rischi e i pericoli rappresentati dai ponti in essa documentati. Per entrambi, ponte Alto e dell'Uccellino, il problema non è solo quello della viabilità ma è legato soprattutto al rischio ai pericoli, ben più gravi e preoccipanti, rispetto alla sicurezza idraulica. Le simulazioni delle relazioni tecniche, in particolare quella del Prof. Paolo Mignosa, dell'Università di Parma, evidenziano che una possibile rotta a Ponte Alto sarebbe disastrosa per l'area nord di Modena e la fascia nord della ferrovia.

Ciò non viene mai detto ma l'insicurezza e i rischi dei ponti sul Secchia, è realtà scientifica da tempo evidenziata ma che non viene ascoltata e affrontata. Per contro, ci viene fatto credere che la chiusura dei ponti è causata dall'emergenza delle piene. Allo stesso tempo non viene affrontato, con l'avvio dei progetti necessari, il rischio legato all'inadeguatezza delle casse di espansione del Secchia. Non c'è informazione da parte delle istituzioni, e quindi consapevolezza da parte dei cittadini, anzi c'è disinformazione istituzionale' - prosegue Neviani che conclude con un esempio di questi giorni.

'La Regione che ha tentato goffamente di fare passare come lavori per l'innalzamento del livello di sicurezza della cassa di espansione, l'intervento per integrare la funzione del bacino di espansione stesso con quella irrigua. Sullo stato della sicurezza, o meglio di insicurezza, del nodo idraulico modenese serve una grande operazione verità che difficilmente potremmo aspettarci da chi ad ogni precipitazione vuole fare credere di stare affrontando e gestendo una emergenza che, nei fatti e guardando i livelli minimi delle piene, non c'è. Un atteggiamento che rischia di abbassare la soglia di attenzione e di consapevolezza rispetto ai reali rischi che a causa dell'inerzia della politica, scossa solo dopo due alluvioni negli ultimi dieci anni, il nostro territorio è soggetto'.

Gi.Ga.


Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Udicon

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Al via gli esami di Terza Media anche nel modenese
Si comincia oggi con la prova di italiano. Tre le tipologie di tracce, precedentemente ..
10 Giugno 2024 - 08:38
Modena, gita in barca a vela per sei ragazzi guariti dal cancro al Policlinico
Nell’ambito del progetto di Sea Therapy è stato possibile far partecipare un gruppo di ex..
09 Giugno 2024 - 12:58
Modena, sindacato in lutto: è morto Adelmo Bastoni
Storico dirigente sindacale, 94 anni, originario di Castelfranco Emilia, dove ha continuato ..
09 Giugno 2024 - 12:46
Tanta acqua e ancora tanta neve: risorsa idrica garantita in tutto il bacino del Po
Grandi Laghi e corsi d'acqua sopra il 100% di disponibilità: Il Po ha registrato a marzo la..
09 Giugno 2024 - 00:28
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24