Profughi ucraini, rimangono 3000 in provincia di Modena, proroga dell'emergenza
App
Udicon
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Udicon
articoliSocieta'

Profughi ucraini, rimangono 3000 in provincia di Modena, proroga dell'emergenza

La Pressa
Logo LaPressa.it

Nove su dieci hanno sistemazione autonoma, a Modena città sono 1000, 500 minori. Il sindaco: 'Il governo ha prorogato anche la validità dei permessi di soggiorno al 31 dicembre'


Profughi ucraini, rimangono 3000 in provincia di Modena, proroga dell'emergenza
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Sono quasi tremila gli ucraini fuggiti dal conflitto che da circa un anno vivono nel modenese avendo ottenuto la protezione temporanea. Molti adulti lavorano e i minori frequentano le scuole del territorio. Incrociando gli ultimi dati della Questura e dell’Ausl, si conferma il dato stabile di circa 3.000 persone di cui circa 1.000 nel capoluogo di cui 500 minori. Questi dati trovano riscontro dall’attività del nostro Centro Stranieri che dall'inizio dell'emergenza ad oggi ha censito 392 nuclei, per complessive 1005 persone, di cui, appunto, 500 sono minori'.
È quanto ha sottolineato il sindaco Gian Carlo Muzzarelli, giovedì 11 maggio durante la comunicazione al Consiglio comunale sull’emergenza umanitaria conseguente alla guerra in Ucraina.

Il sindaco ha quindi ricordato che il Consiglio dei Ministri ha deliberato la proroga dello stato di emergenza per continuare ad assicurare accoglienza e assistenza sul territorio nazionale alla popolazione proveniente dall’Ucraina.

Il Governo ha approvato, inoltre, il decreto-legge per la prosecuzione delle misure di accoglienza e assistenza, come l’accoglienza diffusa e il contributo di sostentamento, rivolte ai richiedenti e a chi già beneficia della protezione temporanea a seguito della crisi ucraina e anche l’estensione della validità dei permessi di soggiorno per protezione temporanea (che scadevano a marzo) al 31 dicembre 2023.

I precedenti permessi di soggiorno per protezione temporanea scadevano a marzo, ma, grazie a questa proroga, sono validi fino alla fine dell’anno.
Per quanto riguarda i dati dell’accoglienza, in particolare, rispetto ai minori, il Centro Stranieri del Comune ha svolto circa 101 istruttorie, concluse indicativamente entro settembre 2022, relative a minori ucraini accompagnati non da genitori ma da parenti, familiari o conoscenti, per i quali è stata richiesta la tutela in capo agli accompagnatori. I decreti di tutela notificati al sono stati ad oggi 22.

Nell'ultimo mese presso gli sportelli si sono rivolte per richieste di informazioni 157 persone.

Da inizio emergenza il Comune ha segnalato alla Prefettura per accoglienza Cas 360 persone, di cui 191 sono state accolte appunto nel regime Cas; nell'ultimo mese è stato segnalato per l’accoglienza un solo nucleo, mentre la stragrande maggioranza delle persone presenti sul territorio è in sistemazione autonoma.

Il sindaco ha quindi spiegato che i Cas dedicati alla popolazione ucraina sono da tempo completi; rimane il sistema di accoglienza diffusa di protezione civile, che però fatica a rispondere alle necessità dei nuclei familiari con disponibili pochi posti in famiglia e fuori dal territorio provinciale. Anche per questo, dall'autunno scorso, su 13 nuclei segnalati solo quattro hanno accettato la proposta di accoglienza; tre nuclei stanno ancora aspettando una proposta e diverse famiglie sono ancora accolte da Croce blu e da Caritas, mentre gli utenti ucraini dell’emporio sociale Portobello, rispetto alla primavera estate scorsa, si sono più che dimezzati.

Per quanto riguarda, infine, l’inserimento scolastico dall’infanzia alle superiori, i minori ammessi al nostro sistema educativo-scolastico erano 243, mentre sono stati 205 i frequentanti effettivi con 38 rinunce, da inizio anno, concentrate tra servizi educativi e scuola primaria. In vista dell’estate, anche quest’anno l’Amministrazione comunale è al lavoro per integrare bambine, bambini, ragazze e ragazzi ucraini nel sistema delle attività estive e dei centri estivi applicando  le medesime modalità, procedure di iscrizione ed agevolazione esistenti per gli altri minori.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Udicon

Whatsapp
Societa' - Articoli Recenti
Omicidio Modena, il cordoglio dell'Azienda Ospedaliera e Unimore
Anna, la 40enne uccisa dal marito e padre dei suoi due figli, lavorava presso l'azienda ..
11 Giugno 2024 - 19:08
Al via gli esami di Terza Media anche nel modenese
Si comincia oggi con la prova di italiano. Tre le tipologie di tracce, precedentemente ..
10 Giugno 2024 - 08:38
Modena, gita in barca a vela per sei ragazzi guariti dal cancro al Policlinico
Nell’ambito del progetto di Sea Therapy è stato possibile far partecipare un gruppo di ex..
09 Giugno 2024 - 12:58
Modena, sindacato in lutto: è morto Adelmo Bastoni
Storico dirigente sindacale, 94 anni, originario di Castelfranco Emilia, dove ha continuato ..
09 Giugno 2024 - 12:46
Societa' - Articoli più letti
Reazioni avverse e morti: confronto Astrazeneca, Pfizer, J&J e Moderna
I morti sono stati sinora 223, 27 eventi gravi ogni 100.000 dosi. Nel periodo considerato ..
31 Maggio 2021 - 13:40
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Il sindacato dei carabinieri: 'Green pass legge inaccettabile'
'Al carabiniere non vaccinato è vietato mangiare in mensa con i vaccinati, però può ..
03 Ottobre 2021 - 23:39
'Trombosi cerebrale dopo la seconda dose. E ora sono anche positiva'
La storia di una ragazza 24enne residente nel milanese. Si chiama Valentina Affinito e vive ..
11 Febbraio 2022 - 14:24