Corruzione e sfruttamento prostituzione: maxi operazione a Reggio Emilia
GIFFI NOLEGGI
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
GIFFI NOLEGGI
notiziarioLa Nera

Corruzione e sfruttamento prostituzione: maxi operazione a Reggio Emilia

La Pressa
Logo LaPressa.it

L’imprenditore reggiano era solito servirsi di diverse forme corruttive, compresa l'organizzazione di cene con la presenza di avvenenti escort


Corruzione e sfruttamento prostituzione: maxi operazione a Reggio Emilia
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Oltre 90 militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Reggio Emilia stanno dando esecuzione a cinque misure cautelari (1 arresto domiciliare e 4 interdittive) emesse dal GIP di Reggio Emilia nei confronti di altrettante persone – di cui tre pubblici ufficiali - a 26 perquisizioni locali ed alla notifica di 14 Informazioni di garanzia e sul diritto alla Difesa.
L’operazione di servizio è in corso nelle province di Reggio Emilia, Parma, Verona, Brescia, Lucca, Livorno, Sassari, Roma e Siena, e muove da un contesto investigativo relativo a presunte irregolarità nell’affidamento diretto di commesse pubbliche in via esclusiva ad un’azienda reggiana, operante nel settore dello smaltimento dei rifiuti, il cui socio unico e Presidente del Cda è un imprenditore reggiano (destinatario della misura degli arresti domiciliari).

L’attività d’indagine, condotta dal Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria della Guardia di Finanza di Reggio Emilia, ha consentito ad oggi di far emergere alcune condotte criminose in danno della pubblica amministrazione, consistenti in meccanismi idonei ad incidere illecitamente su procedure di affidamento di commesse pubbliche connesse allo smaltimento di rifiuti.

Le commesse pubbliche affidate in via diretta all’azienda reggiana sono state individuate nell’alveo dei servizi richiesti da alcune municipalizzate operanti in Toscana, Veneto, e Lombardia e per tali condotte sono indagate 10 persone (5 soggetti privati collegati a un’azienda reggiana e 5 Pubblici Ufficiali/incaricati di Pubblico servizio inseriti nelle n. 3 aziende a partecipazione pubblica coinvolte nelle indagini), destinatarie di perquisizioni locali, finalizzate ad acquisire ulteriori elementi probatori.

Analoghe condotte sono state individuate nelle procedure di affidamento all’azienda reggiana da parte di una amministrazione pubblica, per la quale le attività investigative hanno consentito di individuare gravi e convergenti indizi di reato nei confronti di alcuni pubblici ufficiali, che – a fronte di denaro o altre utilità – avrebbero favorito l’azienda reggiana nell’aggiudicazione di ingenti commesse. Pertanto, il GIP di Reggio Emilia ha emesso le seguenti misure:
- per i soggetti privati: una misura degli arresti domiciliari nei confronti dell’imprenditore ed 1 misura del divieto di dimora nel territorio della Provincia di Reggio Emilia e Parma, nonché di interdizione dall’attività di impresa per un anno, nei confronti di un socio e Consigliere dell’azienda, oltre che congiunto del Presidente del CDA.
- per i Pubblici ufficiali/incaricati di Pubblico servizio: una misura della sospensione dall’esercizio di un pubblico ufficio o servizio per anni 1 nei confronti di un tecnico personale civile di una Pubblica amministrazione e n. 2 misure della sospensione dall’esercizio di un pubblico ufficio o servizio per mesi 8 nei confronti di altri due Pubblici ufficiali.

Le commesse pubbliche affidate in via diretta e con modalità illecite all’impresa reggiana da parte dell’ente pubblico in questione ammontano a poco meno di 650.000 euro, per il solo periodo investigato (aprile 2023 – gennaio 2024).

L’imprenditore reggiano era solito servirsi di diverse forme corruttive, quali dazioni di denaro, costanti regalie oltre i normali usi, ospitalità presso hotel o ville di proprietà, pagamento di ricevimenti a favore di pubblici ufficiali, organizzazione di cene con la presenza di avvenenti escort, biglietti di partite di calcio, dazione di buoni benzina, prestazioni di lavoro retribuite al di fuori dell’impiego pubblico...
Allo stesso è stato attribuito altresì l’illecito di sfruttamento della prostituzione per aver utilizzato alcune escort come mezzo corruttivo.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Onoranze funebri Simoni

Whatsapp
La Nera - Articoli Recenti
Modena, sanzionato allevatore di volatili che caccia illegalmente
Hanno sequestrato ad un allevatore di avifauna, una serie di attrezzature non consentite
24 Maggio 2024 - 10:01
Carpi, vandali contro panchina rossa per Pina Caruso e Barbara Cuppini
Sono in corso indagini sui video delle telecamere di videosorveglianza per risalire agli ..
24 Maggio 2024 - 07:38
Gp di Imola, la Finanza scopre biglietti falsi per 200mila euro
Sono state intercettate 1.300 persone, in possesso di biglietti di ingresso non validi
22 Maggio 2024 - 10:18
Carpi, arrestato il 'picchiatore' della banda dei pakistani AK-47
Azioni violente che si sono poi concretizzate in spedizioni punitive e pestaggi con coltello..
21 Maggio 2024 - 16:07
La Nera - Articoli più letti
L'orrore di Reggio: bambini affidati a persone malate e stupratori
Dall'inchiesta condotta dai Carabinieri emerge una realtà inquietante, da film horror. Due ..
28 Giugno 2019 - 09:33
Orrore Bibbiano, la Bolognini e gli elettrodi a mani e piedi dei bimbi
Ed ecco il video integrale del convegno, patrocinato dalla Regione, 'Quando la notte abita ..
29 Luglio 2019 - 07:00
Bibbiano, minore usata come 'cavia' da Foti per dimostrare sue teorie
La lettura della ordinanza del Gip. Il caso della ragazza che mai risulta essere stata ..
04 Agosto 2019 - 15:14
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ambulanza
E' successo nella notte, protagonista una donna residente nell'alto Frignano. Dopo il ..
18 Febbraio 2018 - 22:39