Caso Casari, l'avvocato Chiossi: 'I processi hanno smentito ipotesi accusatoria'
GIFFI NOLEGGI
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
GIFFI NOLEGGI
notiziarioLa Nera

Caso Casari, l'avvocato Chiossi: 'I processi hanno smentito ipotesi accusatoria'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'La pronuncia di prescrizione non può essere letta e divulgata quale regalo immeritato di chi ricorre in Cassazione'


Caso Casari, l'avvocato Chiossi: 'I processi hanno smentito ipotesi accusatoria'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Botta e risposta tra la procura della Repubblica di Modena sul caso dell'ex patron Cpl Roberto Casari a seguito della sentenza della Cassazione. Dopo la nota di ieri del procuratore capo Luca Masini, interviene oggi l'avvocato Roberto Chiossi. Ecco il suo commento integrale.

Il comunicato stampa odierno, redatto e pubblicato dal Procuratore Capo della Repubblica di Modena, comparso sui media locali ed avente ad oggetto il caso Cpl Ischia, merita da parte di questa difesa, diverse correzioni.
In primo grado ho difeso l'imputato Montali, ed in secondoe terzo grado sono stato codifensore assieme a Michele Jasonni, di Verrini, ciò per confermare, quantomeno, la conoscenza degli atti processuali, dei 3 gradi del giudizio.
Non è condivisibile il contenuto del comunicato della Procura Modenese, in persona del Capo Procuratore.
Queste le ragioni.


Il Procuratore Capo non ha mai partecipato personalmente ad una udienza dibattimentale e o istruttoria di questa triste vicenda giudiziaria e, per tale ragione, mi pare un giudizio, quello del comunicato, molto freddo e lontano da ciò che è avvenuto o avviene nelle aule di giustizia dove, attraverso il confronto avanti al Giudice, si forma la prova.
Il pensiero ultimo del Procuratore Capo sembra apparire quale debole difesa non ad una o più sentenze, che si accettano, ma bensì ad una ipotesi accusatoria smentita in sede giudiziale nel corso dei processi.
Perchè? Perchè l'ipotesi accusatoria che portò in carcere persone incensurate, inserite in un apprezzabile contesto sociale e lavorativo, ovvero l'associazione per delinquere che in questo Paese non si nega mai a nessuno, è stata bocciata in più di 400 pagine motivazionali dal Tribunale di Modena, con la formula 'il fatto non sussiste'.


Come non ricordare che, avverso tale sentenza, la Procura di Modena non ha mai proposto atto di Appello, a sostegno contrariamente di quelle ragioni che oggi sembrano essere riversate nel comunicato odierno, ed è necessario segnalare inoltre  come la Procura di Modena chiese la condanna degli imputati tutti per il reato associativo.
Perchè non intervenne allora un comunicato... oppure un atto di Appello?
Le sentenze si possono pure difendere, ma le accuse, quando vengono smentite attraverso il giudizio, non possono essere sostenute.

Le accuse non sono prove.
Mi chiedo: ma perchè, nel mondo della Giustizia, non valgono quei principi che trovano forma nel mondo delle relazioni umane, ordinarie, quotidiane... in genere quando si sbaglia, si erra, ci si scusa!
In secondo grado, a Bologna, la Corte di merito assolse, da un capo contestato, Casari e derubricò il reato di corruzione, in quello meno grave di istigazione alla corruzione... ciò avvenne in data 24.9.21, ovvero lo stesso giorno che, a parere della difesa, sarebbe dovuta intervenire una declaratoria di prescrizione.
Quanto sopra è parte della storia... che il comunicato tralascia.
Tecnicamente, la pronuncia di prescrizione è pronuncia di proscioglimento e consiste nel rilevare la sussistenza di una causa di estinzione del reato per decorso massimo del termine prescrizionale contemplato dal Legislatore, ed il Giudice, anche quello di legittimità, è tenuto ad adeguarsi.
Ma la pronuncia di prescrizione non può essere letta e divulgata quale regalo immeritato di chi ricorre in Cassazione.
La Procura Modenese che dimostra di non aver certo seguito il divenire processuale di tutti questi passaggi, perchè non ha proposto appello e o ricorso per Cassazione avverso pronunciamenti che hanno smentito le ipotesi accusatorie iniziali?
Questa è la storia, molta ridotta, di questa triste vicenda giudiziaria.
Concludo: per giudicare i fatti è necessario essere presenti nei processi e le accuse non si difendono quando queste vengono ritenute insussistenti dai giudizi.
Le accuse trovano la verifica davanti ad un giudice... E non nei comunicati stampa. E c'è dell'altro, tanto altro, ma preferisco dimenticare.

Avvocato Roberto Chiossi

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Onoranze funebri Simoni

Whatsapp
La Nera - Articoli Recenti
Camion si ribalta in A1 per esplosione di pneumatico: traffico bloccato
La polizia stradale, giunta sul posto insieme ai sanitari 118, sta procedendo alla pesa del ..
20 Maggio 2024 - 12:52
Anzola Emilia, vigilessa uccisa da un colpo di pistola
Lo sparo è partito dalla pistola di ordinanza di un collega, Giampiero Gualandi, ex ..
17 Maggio 2024 - 01:03
Correggio, bus Seta in fiamme: 80 passeggeri a bordo. Tutti illesi
'Il mezzo si trova ora nel deposito Seta di via del Chionso a Reggio Emilia, dove verrà ..
15 Maggio 2024 - 12:52
Sequestro da 550mila euro per la banda pakistana AK-47 Carpi
Tre cittadini pachistani residenti a Carpi, indagati per reati fiscali e autoriciclaggio
15 Maggio 2024 - 10:59
La Nera - Articoli più letti
L'orrore di Reggio: bambini affidati a persone malate e stupratori
Dall'inchiesta condotta dai Carabinieri emerge una realtà inquietante, da film horror. Due ..
28 Giugno 2019 - 09:33
Orrore Bibbiano, la Bolognini e gli elettrodi a mani e piedi dei bimbi
Ed ecco il video integrale del convegno, patrocinato dalla Regione, 'Quando la notte abita ..
29 Luglio 2019 - 07:00
Bibbiano, minore usata come 'cavia' da Foti per dimostrare sue teorie
La lettura della ordinanza del Gip. Il caso della ragazza che mai risulta essere stata ..
04 Agosto 2019 - 15:14
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ambulanza
E' successo nella notte, protagonista una donna residente nell'alto Frignano. Dopo il ..
18 Febbraio 2018 - 22:39