Sgominata rete di spaccio con fulcro a Modena: all'alba blitz dei Carabinieri nei confronti di 52 indagati
Radio Birikina
Acof onoranze funebri
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Radio Birikina
notiziarioLa Nera

Sgominata rete di spaccio con fulcro a Modena: all'alba blitz dei Carabinieri nei confronti di 52 indagati

La Pressa
Logo LaPressa.it

Sono quasi tutti i magrebini che dal 2021 avevano costruito una rete che smerciava cocaina, crack e hashish. Monitorato un traffico da 450 kg di sostanza per un valore di 1.2 milioni di euro. Ad ora sono 23 le persone materialmente raggiunte dai militari anche all'interno del residence Costellazioni, sede di un centro di accoglienza per stranieri. Tutte sono ritenute responsabili a vario titolo di concorso in spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Le indagini partite da alcuni rilievi emersi dal contesto dell'omicidio nello stabile dell'ex Fazenda


Sgominata rete di spaccio con fulcro a Modena: all'alba blitz dei Carabinieri nei confronti di 52 indagati
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Ventitre dei cinquantadue soggetti destinatari di ordinanze di custodia cautelare, sono stati raggiunti questa mattina in diversi blitz all'alba, dai Carabinieri del Comando provinciale di Modena, al termine di tre anni di indagine che dal 2021 hanno portato gli inquirenti, coordinati dalla Procura della Repubblica di Modena, a ricostruire una fitta rete di spaccio gestita preva
lentemente da persone di origine magrebina. Ventisette di loro sono oggetto di ordinanza di custodia cautelare in carcere, altri con diverse misure che vanno dagli arresti domiciliari al divieto di dimora o alla presentazione periodica presso l'Autorità Giudiziaria. Tutte sono ritenute responsabili a vario titolo di concorso in spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti.

Le indagini descritte questa mattina dal Procuratore Capo della Repubblica di Modena  sono scattate nell'ottobre 2021 a seguito dell'analisi del contesto di un omicidio di un cittadino nord africano commesso all'interno dello stabile abbandonato dell'ex Fazenda, dal quale era emersa la cessione di sostanze stupefacenti, dalla sezione operativa del nucleo radiomobile della compagnia dei Carabinieri di Modena.

Indagini che hanno ricostruito una rete di soggetti dediti ad un fiorente traffico di sostanze stupefacenti. Cocaina, hashish, crack. Il commercio si era sviluppato a Modena e nelle zone limitrofe. Gli spacciatori cedevano lo stupefacente a tossicodipendenti italiani e stranieri, intrecciando una rete di reciproche collaborazioni che portavano a dividersi le piazze dello spaccio. La rete si era via via specializzata e consolidata. Nella maggioranza dei casi si trattava già di persone con precedenti o pregiudicati. Il loro 'curriculum' criminale intrecciato con le informazioni derivanti dall'osservazione dei loro movimenti, delle immagini della videosorveglianza e dalla testimonianze di circa un centinaio di acquirenti, hanno consentito di acquisire elementi di prova schiaccianti di decine di persone coinvolti nella rete. Arrivando a 52 quelle per le quali è stata ritenuta necessaria l'emissione di un ordine di custoria cautelare. Richieste di arresto, eseguite questa mattina, nel blitz dei Carabinieri. Di queste, per ora, 23 sono andate a segno con la cattura dei malviventi.

Gi.Ga.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Acof onoranze funebri

Udicon
La Nera - Articoli Recenti
Bologna, intercettati 2 milioni di valuta non dichiarata in aeroporto
La maggior parte dei trasgressori, ha estinto la violazione avvalendosi dell’istituto ..
10 Giugno 2024 - 09:03
Malore improvviso, muore a 55 anni al Castello di Matilde di Canossa
Stefano Dondi, 55enne di Cognento, è morto stroncato da un malore mentre si trovava insieme..
10 Giugno 2024 - 08:16
Omicidio a Bibbiano: italiano accoltella a morte 61enne albanese
Al momento dell'arresto una trentina di persone hanno cercato di linciare l'arrestato, ..
08 Giugno 2024 - 08:14
Molesta l'ex compagno: donna arrestata per atti persecutori
Minacce e aggressioni fisiche anche sul luogo di lavoro. L'uomo con il quale aveva avuto una..
07 Giugno 2024 - 17:07
La Nera - Articoli più letti
L'orrore di Reggio: bambini affidati a persone malate e stupratori
Dall'inchiesta condotta dai Carabinieri emerge una realtà inquietante, da film horror. Due ..
28 Giugno 2019 - 09:33
Orrore Bibbiano, la Bolognini e gli elettrodi a mani e piedi dei bimbi
Ed ecco il video integrale del convegno, patrocinato dalla Regione, 'Quando la notte abita ..
29 Luglio 2019 - 07:00
Bibbiano, minore usata come 'cavia' da Foti per dimostrare sue teorie
La lettura della ordinanza del Gip. Il caso della ragazza che mai risulta essere stata ..
04 Agosto 2019 - 15:14
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ambulanza
E' successo nella notte, protagonista una donna residente nell'alto Frignano. Dopo il ..
18 Febbraio 2018 - 22:39