Modena, polizia arresta ladro seriale: 16 furti in  meno di un anno
Radio Birikina
Acof onoranze funebri
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Radio Birikina
notiziarioLa Nera

Modena, polizia arresta ladro seriale: 16 furti in meno di un anno

La Pressa
Logo LaPressa.it

I furti sono stati commessi a partire dal mese di giugno 2022 fino al mese di marzo 2023


Modena, polizia arresta ladro seriale: 16 furti in  meno di un anno
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Ieri sera la polizia di Modena ha portato in carcere un cittadino italiano di 48 anni, accusato della commissione di 16 furti di cui 12 consumati e 4 tentati ai danni di numerosi esercizi commerciali di Modena con l'aggravante di aver usato violenza sulle cose. I furti sono stati commessi a partire dal mese di giugno 2022 fino al mese di marzo 2023.

Le indagini sono state condotte dalla Squadra Mobile e dalla Polizia Scientifica coordinate dalla Procura di Modena. In particolare, nel giugno del 2022 forzando la saracinesca e la vetrata della porta d'ingresso di una pasticceria di Modena, il 48enne si introdusse all'interno asportando un notebook del valore di 300 euro; il giorno successivo sempre con la medesima modalità, era entrato all'interno di un ristorante prelevando dal registratore di cassa 360 euro.

Il 23 settembre tentava di introdursi all'interno di un panificio forzando in parte la porta d'ingresso ma senza riuscire a rubare nulla. Dopo poco più di un mese nel suo mirino finì una gelateria dove rubò 390 euro. Il 7 novembre 2022 si introdusse un negozio di bigiotteria, dopo aver divelto una vetrata e danneggiato la serratura, impossessandosi del contante presente in cassa, 340 euro, e di alcuni gioielli (diamanti e monili in oro e in argento) per un valore di circa 4000 euro. Nella stessa giornata tentò un furto in un negozio di abbigliamento dopo averne danneggiato la serranda.

Il 16 novembre 2022, s'introduceva all'interno di un ristorante nel centro di Modena, scardinando un aeratore e una finestra ed impossessandosi della somma di 135 curo. A distanza di due giorni, forzando la serratura di un altro panificio, fuggì con 500 curo e di beni di consumo.

Il 29 dicembre, tentò un furto presso un ristorante, forzando la saracinesca. Il giorno successivo, s'introdusse in un negozio di abbigliamento, infrangendo la vetrina ed impossessandosi del contante presente in cassa e di alcuni capi di abbigliamento per un valore di 300 euro. Il 14 gennaio 2023, presso un negozio di articoli da lavoro, riuscì, dopo aver forzato la serranda del locale e infrangendo la vetrina, ad impossessarsi della somma di 30 euro nonché di alcuni capi di abbigliamento. Tre giorni dopo l'uomo, introducendosi all'interno di un ristorante, dopo aver infranto la portafinestra, s'impossessò del contante presente in cassa pari a 20 euro.

E ancora. Il 19 gennaio tentò di rubare in un altro ristorante, non riuscendo a sottrarre i beni presenti all'interno, dopo aver forato con un tubo di ferro la porta finestra. Il 4 febbraio 2023, dopo aver forzato la serranda di un negozio di abbigliamento e scardinato la serranda della porta d'ingresso, s'introdusse all'interno impossessandosi della somma di 200 euro e di capi di vestiario per un valore di circa 1600 euro. L'11 febbraio 2023, s'introdusse all'interno di un ristorante, forzando la serranda del locale ed infrangendo la vetrata, e riuscendo ad impossessarsi della somma di 140 euro presente in cassa. Da ultimo in data 3 marzo 2023, introducendosi all'interno di un negozio di sigarette elettroniche si impossessò della somma di 900 euro dopo aver infranto la vetrata d'ingresso.

In tutti gli episodi descritti, la polizia è riuscita a risalire all'identità dell'indagato, grazie alla visione delle immagini di video sorveglianza che in taluni casi ha permesso di riconoscere l'uomo come l'autore del reato, in altri casi di evidenziare come lo stesso avesse lasciato tracce utili, poi rilevate ed esaltate in sede di sopralluogo da personale della polizia scientifica. I fatti quasi sempre avvenivano in orario notturno o comunque dopo la chiusura degli esercizi commerciali, tant'è che i proprietari si avvedevano del danneggiamento e del furto l'indomani. Nella notte del l° febbraio 2023, l'uomo era già stato tratto in arresto in flagranza per un furto tentato in un bar di Modena da una pattuglia della Polizia di Stato immediatamente giunta sul posto. All'esito della convalida dell'arresto era stato sottoposto all'obbligo di dimora nel Comune di Modena con l'obbligo di presentazione alla polizia gudiziaria e la prescrizione di non allontanarsi dal Comune e dalla sua abitazione nella fascia oraria compresa tra le 22 e le 7. L'8 marzo 2023 l'uomo, contravvenendo alle prescrizioni imposte dal Giudice era stato rintracciato fuori casa e nuovamente tratto in arresto per un furto tentato presso una pizzeria di Modena. Pertanto, la precedente misura cautelare veniva sostituita con quella degli arresti domiciliari con applicazione del braccialetto elettronico.
Ieri sera, l'indagato rintracciato presso la propria abitazione di Modena, dopo le formalità di rito è stato associato presso la locale Casa Circondariale in esecuzione della nuova misura cautelare emessa in relazione ai 16 furti.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Acof onoranze funebri

Udicon
La Nera - Articoli Recenti
Bologna, intercettati 2 milioni di valuta non dichiarata in aeroporto
La maggior parte dei trasgressori, ha estinto la violazione avvalendosi dell’istituto ..
10 Giugno 2024 - 09:03
Malore improvviso, muore a 55 anni al Castello di Matilde di Canossa
Stefano Dondi, 55enne di Cognento, è morto stroncato da un malore mentre si trovava insieme..
10 Giugno 2024 - 08:16
Omicidio a Bibbiano: italiano accoltella a morte 61enne albanese
Al momento dell'arresto una trentina di persone hanno cercato di linciare l'arrestato, ..
08 Giugno 2024 - 08:14
Molesta l'ex compagno: donna arrestata per atti persecutori
Minacce e aggressioni fisiche anche sul luogo di lavoro. L'uomo con il quale aveva avuto una..
07 Giugno 2024 - 17:07
La Nera - Articoli più letti
L'orrore di Reggio: bambini affidati a persone malate e stupratori
Dall'inchiesta condotta dai Carabinieri emerge una realtà inquietante, da film horror. Due ..
28 Giugno 2019 - 09:33
Orrore Bibbiano, la Bolognini e gli elettrodi a mani e piedi dei bimbi
Ed ecco il video integrale del convegno, patrocinato dalla Regione, 'Quando la notte abita ..
29 Luglio 2019 - 07:00
Bibbiano, minore usata come 'cavia' da Foti per dimostrare sue teorie
La lettura della ordinanza del Gip. Il caso della ragazza che mai risulta essere stata ..
04 Agosto 2019 - 15:14
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ambulanza
E' successo nella notte, protagonista una donna residente nell'alto Frignano. Dopo il ..
18 Febbraio 2018 - 22:39