Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di dati che si chiamano "cookies". Anche la maggior parte dei grandi siti fanno lo stesso. Puoi scegliere a quali cookies vuoi negare il tuo consenso deselezionando le voci seguenti e cliccando su SALVA LE MIE SCELTE. Maggiori informazioni sulla nostra Privacy Policy.

Cookies Essenziali
Cookies Analitici
Cookies Pubblicitari
Cookies Social

La Pressa redazione@lapressa.it Quotidiano di approfondimento Politico ed Economico
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
notiziarioLa Nera

Omicidio a Sassuolo, arrestato l'assassino: si è trattato di un regolamento di conti tra pusher

Data: / Categoria: La Nera
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

La vittima è un iracheno slandestino senza fissa dimora con numerosi precedenti. Il suo carnefice un magrebino, con permesso di soggiorno scaduto con numerosi precedenti. Gli agenti lo hanno bloccato alla stazione di Modena mentre tentava di darsi alla fuga


Omicidio a Sassuolo, arrestato l'assassino: si è trattato di un regolamento di conti tra pusher

Grazie alla telecamere del locale a pochi metri dal luogo del delitto e le testimonianze di alcuni connazionali, sono servite poche ore alla polizia di Sassuolo per catturare BOUFES Said, magrebino di 38 anni, titolare di un permesso di soggiorno scaduto nel 2014 e con precedenti penali e di Polizia per reati relativi alla detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. E' lui l'assassino che ieri sera ha ucciso MOHAMED Hamid, un 37 enne iracheno, clandestino, senza fissa dimora, con numerosi precedenti per spaccio, colpendolo mortalmente alla gola con un coccio di bottiglia bottiglia che gli ha reciso la giugulare, mentre era in strada a Sassuolo su Via Radici in Piano.

Dalla ricostruzione delle forze dell’ordine il tutto è nato per una discussione sul controllo del territorio per la vendita di sostanze stupefacenti.  MOHAMED Hamid, avrebbe prima lanciato pesanti offese nei confronti di Boufes per poi colpirlo alla testa con alcuni sassi trovati in terra procurandogli delle vistose ferite. In preda all'ira e al desiderio di vendetta BOUFES Said ha raggiunto il vicino bar della via e, alla presenza di alcuni connazionali, ha rotto contro il muro una bottiglia di birra e con il collo in vetro si è avviato verso MOHAMED Hamid. Attraverso la visione dei filmati registrati dalle telecamere è stato possibile ricostruire i momenti in cui BOUFES Said, ha raggiunto e colpito Hamid con il collo della bottiglia. Il vetro ha reciso netta la giugulare e l'uomo dopo essersi stretto la mano intorno al collo, è crollato a terra senza vita sulla ciclabile di via Radici Piano, all'angolo con via Due Madonne. 

Il video ripreso da una telecamera di videosorveglianza che testimonia l'aggressione

L'assassino ha lasciato la zona a piedi e resosi conto di avere ucciso un uomo, ha tentato la fuga raggiungendo la stazione di Modena dove gli agenti della Polizia, che nel frattempo avevano presidiato tutte le stazioni della provincia, lo hanno bloccato. La sua intenzione sarebbe stata raggiungere il fratello a Cosenza. L'uomo aveva evidenti ferite alla testa e alla alla mano destra quest’ultima probabilmente procurata con il fendente sferrato alla vittima con il collo di bottiglia. Elementi sufficienti al Pubblico Ministero per fare scattare il fermo indiziato del reato di omicidio volontario aggravato da motivi futili.  Ora si trova in carcere a Modena a disposizione dell'autorità giudiziaria.      

Il giorno successivo all'omicidio siul luogo del delitto si è reso necessario un nuovo intervento delle squadre di pulizia per la rimozione dei segni rimasti sul fondo della pista ciclabile all'angolo con via due Madonne

  

                                                                                         

 



Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione poli..   Continua >>


Profilo Facebook di Redazione La Pressa Profilo Google+ di Redazione La Pressa Profilo Twitter di Redazione La Pressa Profilo Linkedin di Redazione La Pressa Profilo Instagram di Redazione La Pressa Indirizzo Email di Redazione La Pressa 


Articoli Correlati


Camionista non in regola con Adr: 30 multe per 36mila euro
La Nera
22 Marzo 2018 - 14:56- Visite:36169
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ambulanza
La Nera
18 Febbraio 2018 - 22:39- Visite:27330
Da Pavullo a Sassuolo per distacco di placenta, muore il neonato
La Nera
29 Ottobre 2017 - 19:11- Visite:13588
Truffa 'Voucher Coop da 250 euro': cosa fare se ricevete questo ..
Economia
11 Giugno 2017 - 18:18- Visite:13176
Castelfranco, blitz dei Carabinieri in abitazione: quattro ..
La Nera
16 Settembre 2017 - 12:27- Visite:12898
'Dramma neonato morto e chiusura Pavullo: malafede, ignavia, ..
Editoriali
31 Ottobre 2017 - 06:59- Visite:11834
La Nera - Articoli Recenti
Furto a Decathlon: arrestato marocchino ..
Un addetto alla sorveglianza ha sorpreso lo straniero mentre rubava capi di..
26 Maggio 2018 - 13:59- Visite:186
Distributore senza l'ok antincendio, il ..
In una lettera del 16 febbraio la dirigente afferma: 'La responsabilità ..
25 Maggio 2018 - 15:30- Visite:233
Vigili urbani, la festa di addio al ..
Muzzarelli: 'Un doveroso e sentito ringraziamento al Comandante Franco ..
25 Maggio 2018 - 14:02- Visite:220


La Nera - Articoli più letti


Camionista non in regola con Adr: 30 ..
Al camionista è stata anche ritirata immediatamente la patente e ulteriore..
22 Marzo 2018 - 14:56- Visite:36169
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ..
E' successo nella notte, protagonista una donna residente nell'alto ..
18 Febbraio 2018 - 22:39- Visite:27330
Mirandola, vigilessa trovata morta, il ..
'La polizia locale ormai è arrivata oltre il limite del sopportabile e ..
04 Aprile 2018 - 13:58- Visite:17814

Contattaci

Feed RSS La Pressa

Contattaci

Feed RSS La Pressa