La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
notiziarioLa Nera

Rapinatori seriali di borsette: tunisino ed iracheno irregolari in carcere

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il 19 agosto una aggressione ai danni di una donna in via emilia ovest, ha fatto scattare le indagini della squadra mobile, concluse in pochi giorni con l'arresto dei due


Rapinatori seriali di borsette: tunisino ed iracheno irregolari in carcere

Prediligevano come obiettivi donne sole, a piedi, da raggiungere e da rapinare dei loro averi, e delle loro borsette. Soprattutto quando queste venivano abbandondate, magari sui sedili dell'auto. Cosa che rendeva più facile il tutto. Si tratta di un iracheno ed un tunisino, 40 anni, pregiudicati, irregolari sul territorio nazionale. Uno di questi, già arrestato per il possesso di 5 chilogrammi di droga, nel 2004. Incarcerato ma tornato in libertà. Insieme hanno tentato di fuggire per l’ultima volta ieri, dopo l’ennesimo furto di una borsetta che una ragazza aveva lasciato sul sedile della propria auto nel parcheggio del centro commerciale i Gelsi, nel tratto cittadino della Vignolese.
Ultimo colpo in ordine di tempo che ha chiuso il cerchio delle indagini della Squadra Mobile, partite il 19 agosto scorso quando una dipendente della sala slot Bingo Globo, addetta alla raccolta e al deposito del denaro contante, era uscita a piedi portando con se nella borsetta 2000 euro in contanti. Per depositarli in banca. I due la aggrediscono per predere la borsetta, ma la donna urla, scalcia, riesce ad attirare l’attenzione di alcuni passanti sui due uomini che si allontanano a bordo di un auto, che un testimone riesce a descrivere, con tanto di numero di targa, alla Polizia. Si tratta di una Y10 di coloro nero che poco dopo risulterà rubata a Reggio Emilia. Viene attivato un cosiddetto 'alert' ovvero il sistema di segnalazione, basato sul supporto delle immagini derivanti dalle telecamere di videosorveglianza fissate nei varchi viari cittadini, con il riconoscimento delle targhe, in grado di segnalare la presenza di auto sospette al loro passaggio

L’allert scatta il 7 settembre. I due avevano rotto il vetro di un auto parcheggiata nell'area del Centro commerciale Grand’emilia, e rubato la borsetta di una donna lasciata sul sedile posteriore del mezzo. I due, però, dopo il colpo riescono a fuggire. Ma la loro latitanza dura poco. Ieri, il nuovo furto ai Gelsi, scatta un nuovo alert che segnala la presenza dell'auto. Gli agenti della Squadra individuano subito la Y10 sulla Vignolese. I due non si dermano all'alt intimato dalla Polizia e provano a darsi alla fuga generando un inseguimento lungo la tangenziale, fino ad arrivare all'uscita che porta  sulla via Albareto. Giunti nella campagne della zona gli agenti riescono  portarsi a ridosso dell'auto con i due malviventi a bordo. Il mezzo si ferma, uno di loro, l'iracheno, rimane sul posto, e subito arrestato mentre il tunisino scende e riesce in un primo memo darsi alla fuga nei campi ma l'arrivo di altre squadre di agenti consentono di bloccarlo'

All’interno dell’auto gli agenti trovano altra refurtiva ed alcuni occhiali utilizzati nel corso dell’aggressione alla donna il 19 agosto che ha riconosciuto i due, incrementando le prove di colpevolezza a loro carico, subito associati al carcere di S.Anna

 


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
Bibbiano, nuova richiesta di arresto per il sindaco Pd Carletti
La Nera
10 Settembre 2019 - 10:12- Visite:16615
Modena, zona viale Gramsci, 3 nigeriani arrestati per spaccio
La Nera
09 Settembre 2017 - 15:48- Visite:10786
Boss mafioso del clan Cappello arrestato a Mirandola
La Nera
27 Luglio 2017 - 12:03- Visite:8937
Spacciava nelle Terre dei castelli: arrestata 34enne italiana
La Nera
19 Ottobre 2017 - 14:21- Visite:7669
Bloccati a Pavullo i truffatori seriali di anziani
La Nera
24 Aprile 2017 - 14:06- Visite:6140
Abusato per anni e violentato dal suo datore di lavoro: risolto il ..
La Nera
17 Settembre 2019 - 16:08- Visite:5623
La Nera - Articoli Recenti
Strage in carcere: la Procura chiede ..
Per i PM le cause del decesso di 8 dei 9 detenuti morti all'interno del carcere o ..
03 Marzo 2021 - 19:23- Visite:307
Mafia, scommesse on line: maxi blitz ..
Maxi inchiesta della Direzione distrettuale antimafia catanese con 336 indagati che ha ..
03 Marzo 2021 - 11:02- Visite:294
Rapina profumeria, arrestato 20enne
Nel punto vendita Vaccari di via Trento Trieste. L'uomo si era avventato sul contante. Nella..
02 Marzo 2021 - 12:56- Visite:489
Tragedia a Vignola, auto travolge e ..
La vittima è Giovanni Rossi. L'incidente è accaduto nella zona artigianale di Vignola, sul..
02 Marzo 2021 - 12:11- Visite:4398


La Nera - Articoli più letti


L'orrore di Reggio: bambini affidati ..
Dall'inchiesta condotta dai Carabinieri emerge una realtà inquietante, da film horror. Due ..
28 Giugno 2019 - 09:33- Visite:164008
Orrore Bibbiano, la Bolognini e gli ..
Ed ecco il video integrale del convegno, patrocinato dalla Regione, 'Quando la notte abita ..
29 Luglio 2019 - 07:00- Visite:62119
Bibbiano, minore usata come 'cavia' ..
La lettura della ordinanza del Gip. Il caso della ragazza che mai risulta essere stata ..
04 Agosto 2019 - 15:14- Visite:47933
A1, incidente mortale a Modena: la ..
Lutto nell'intero mondo dell'autotrasporto. Tanti i colleghi di Andrea Sellitto che hanno ..
03 Maggio 2020 - 06:20- Visite:40725