Aiutaci a mantenere gratuita La Pressa
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Aiutaci a mantenere gratuita La Pressa
notiziarioLa Nera

Strage di Bologna, Paolo Bellini condannato all'ergastolo

La Pressa
Logo LaPressa.it

La sentenza è stata letta in aula questa mattina dal presidente della Corte, Francesco Caruso


Strage di Bologna, Paolo Bellini condannato all'ergastolo

La Corte d'Assise di Bologna ha condannato all'ergastolo con un anno di isolamento diurno Paolo Bellini, ex esponente di Avanguardia nazionale, per concorso nella strage del 2 agosto 1980 alla stazione ferroviaria del capoluogo emiliano. La sentenza è stata letta in aula questa mattina dal presidente della Corte, Francesco Caruso. Accolte, quindi, in gran parte le richieste della Procura generale bolognese, che aveva chiesto per l'imputato la condanna all'ergastolo con tre anni di isolamento diurno. 
Per quanto riguarda gli altri imputati, Segatel è stato condannato a sei anni per depistaggio, come chiesto dai pg, mentre per Catracchia, imputato per false informazioni ai pm, la pena decisa dalla Corte è di quattro anni, superiore ai tre anni e sei mesi chiesti dalla Procura generale. Le motivazioni saranno depositate nel giro di 90 giorni, prorogabili fino a 180. 
Paolo Bellini dovrà anche pagare dei maxi-risarcimenti ai familiari delle vittime e alle persone rimaste ferite nell'attentato, che provocò 85 morti e oltre 200 feriti. Questo si legge nel dispositivo della sentenza, letto in aula dal presidente della Corte d'Assise bolognese, Francesco Caruso. Tutti e tre gli imputati -Bellini, Piergiorgio Segatel e Domenico Catracchia- dovranno pagare i danni alle parti civili, 'da liquidare in separato giudizio', ma nel caso di Bellini sono state fissate delle provvisionali esecutive. Nel dettaglio, la Corte ha stabilito che l'ex esponente di Avanguardia nazionale dovrà risarcire '100.000 euro alle parti civili che hanno perso un parente di primo grado o un coniuge, 50.000 a quelle che hanno perso un parente di secondo grado o un affine di primo o secondo grado, 30.000 a quelle che hanno perso un parente o affine di grado ulteriore, 15.000 a ogni parte civile che ha riportato lesioni e 10.000 a ogni parte civile che abbia un parente che ha riportato lesioni'. 
Quanto alle spese processuali, i tre imputati dovranno pagare - Bellini nella misura del 90% e Segatel e Catracchia per un 5% a testa - 75.605,53 euro per le spese sostenute dalle parti civili che non hanno beneficiato del patrocinio a spese dello Stato, mentre il solo Bellini è stato condannato a rifondere 182.611,25 euro allo Stato per le spese di giudizio delle parti civili beneficiarie del patrocinio a spese dello Stato. Sempre a favore di queste ultime, Segatel e Catracchia dovranno pagare 7.581, 60 euro (nello specifico 3.790,80 a testa) ad ognuno dei nove avvocati che le hanno rappresentate nel processo. Infine, la Corte ha disposto la trasmissione ai pm dei verbali delle testimonianze di Stefano Menicacci, Giancarlo Di Nunzio e Piercelso Mezzadri, oltre che delle relazioni e dei verbali delle dichiarazioni di Fabio Giampà, Stefano Delfino e Giacomo Rogliero 'in relazione a eventuali ipotesi di reato' di falsa testimonianza e depistaggio. 

La Procura generale di Bologna 'ringrazia la Corte d'Assise per il lavoro svolto in tempi contenuti e ragionevoli, in rapporto alla grande complessità della vicenda', e non nasconde 'la propria soddisfazione per la giustizia resa, per ora in primo grado, alle vittime, ai loro familiari e alla collettività'. A dirlo, in una dichiarazione rilasciata ai cronisti poco dopo la lettura della sentenza del processo sulla strage del 2 agosto 1980 a carico di Paolo Bellini, Piergiorgio Segatel e Domenico Catracchia, è Lucia Musti, reggente della Procura generale bolognese dopo il pensionamento di Ignazio De Francisci. Il processo di primo grado si è concluso oggi, dopo 76 udienze che hanno impegnato magistrati e avvocati per quasi un anno, con la condanna di tutti gli imputati (Bellini all'ergastolo, Segatel a sei anni e Catracchia a quattro), e parlando con la stampa Musti tiene a ringraziare molte delle parti che hanno avuto un ruolo nel procedimento.

La reggente della Procura generale ringrazia infatti 'le parti civili, per il valido e sapiente contributo offerto nel corso di oltre quattro anni, gli organi di Polizia giudiziaria e i servizi di intelligence, che con efficacia e grande responsabilità hanno coadiuvato l'ufficio'. Un 'grazie' viene riservato anche 'alla stampa e ai media, che hanno seguito il processo e contribuito alla diffusione della conoscenza'. Infine, non poteva mancare un ringraziamento 'al personale amministrativo' e soprattutto 'ai magistrati della Procura generale, per l'eccezionale sforzo che hanno dovuto sostenere a seguito dell'avocazione dell'indagine', portata avanti dai pg dopo che la Procura ordinaria aveva deciso di chiederne l'archiviazione.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Mivebo

La Nera - Articoli Recenti
Modena, deruba un taxista e non gli ..
Lo zaino, unitamente al suo contenuto, un personal computer ed un tablet del valore ..
21 Giugno 2022 - 11:47
Modena, colpo nel locale: le ..
Dal video si nota come intorno alle 2 di notte un uomo col volto scoperto abbia forzato la ..
20 Giugno 2022 - 21:55
Schianto in moto: morto il Comandante..
Lorenzo Mosto aveva 57 anni. Lo scontro con un'auto è avvenuto in via Benedetto Croce a ..
19 Giugno 2022 - 19:30
Sassuolo, dopo una lite lo investe ..
Il fatto è avvenuto in via Madrid a Sassuolo poco dopo le due del mattino, a conclusione di..
18 Giugno 2022 - 21:51
La Nera - Articoli più letti
L'orrore di Reggio: bambini affidati ..
Dall'inchiesta condotta dai Carabinieri emerge una realtà inquietante, da film horror. Due ..
28 Giugno 2019 - 09:33
Orrore Bibbiano, la Bolognini e gli ..
Ed ecco il video integrale del convegno, patrocinato dalla Regione, 'Quando la notte abita ..
29 Luglio 2019 - 07:00
Bibbiano, minore usata come 'cavia' ..
La lettura della ordinanza del Gip. Il caso della ragazza che mai risulta essere stata ..
04 Agosto 2019 - 15:14
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ..
E' successo nella notte, protagonista una donna residente nell'alto Frignano. Dopo il ..
18 Febbraio 2018 - 22:39