Truffa home banking: modenese perde 10mila euro
Giacobazzi
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Giacobazzi
notiziarioLa Nera

Truffa home banking: modenese perde 10mila euro

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il Codacons: 'Il malcapitato, essendo collegato con la sua home banking, ha visto in diretta la propria somma andarsene'


Truffa home banking: modenese perde 10mila euro
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Un giovane  modenese riceve un sms sul suo smartphone da un numero identico a quello che la sua banca  indica, sulla propria carta intestata, come il numero riservato ai propri clienti. C'è anche il loghino sempre della sua banca. L'operatore (spacciandosi come incaricato dalla banca) segnala al malcapitato il tentativo di utilizzare il proprio conto per alcune operazioni verso la Svizzera, questi si allerta non riconoscendo quelle operazioni come sue. Il falso operatore lo tranquillizza dicendogli che hanno provveduto a bloccare il conto per sicurezza. Il malcapitato è ulteriormente tranquillizzato quando il falso operatore gli chiede di confermare di avere ricevuto, recentemente, un bonifico di 36,26 euro. In effetti il truffato ha ricevuto un bonifico di tale importo da una quindicina di giorni, quest’ulteriore informazione lo tranquillizza ulteriormente al punto che risponde alle domande del falso operatore della banca fornendogli il proprio codice fiscale e alcune cifre del suo pin, non tutto il pin solo una parte dello stesso, con il risultato che il truffatore gli ha svuotato il conto sottraendogli quasi 10.

000 euro'.
A denunciare la truffa subita da un modenese è il vicepresidente regionale del Codacons, Fabio Galli.

'L'ironia della vicenda è che il malcapitato, essendo collegato con la sua home banking, ha visto in diretta la propria somma andarsene. Ha immediatamente chiamato la sua banca, attraverso lo stesso numero da cui aveva ricevuto la telefonata dall'imbroglione. L'operatrice vista la tempestività della chiamata (meno di 5 minuti dal prelievo) l’ha tranquillizzato dicendogli: ci pensiamo noi a bloccare tutto. Altrettanto tempestiva la denuncia presentata ai carabinieri. Infine la sorpresa che rende la vicenda inquietante: i suoi soldi sono andati sul conto di una certa persona di cui si conosce nome e cognome attraverso un codice Iban che corrisponde alla stessa sua banca, filiale diversa, ma stessa banca. Quindi possiamo riepilogare:
1) il truffatore invia sms e telefonate facendo apparire lo stesso numero che utilizza e pubblicizza la banca;
2) è a conoscenza che la sua vittima ha ricevuto recentemente un bonifico di 36,26 euro e lo menziona per rendere ancora più credibile il suo essere un operatore della banca;
3) sempre l'imbroglione conosce perfettamente come muoversi in quella 'home banking';
4) procede nel trasferire, rubando circa 10.000 euro, sul conto di un tizio che ha il conto con la stessa banca del truffato.
5) infine la banca che malgrado avvisata degli accadimenti entro 5 minuti dai fatti, non ha alcuna intenzione di restituire i soldi al malcapitato. Tutto ciò la dice lunga come in alcuni casi (solo alcuni) i nostri soldi non sempre sono al sicuro. Il malcapitato si è rivolto al Codacons ricevendo l’assistenza per attivare le procedure previste attraverso l'arbitro bancario, contando su una definizione favorevole al consumatore. Al contempo invitiamo i cittadini a non fidarsi mai delle telefonate o dei messaggi che dovessero ricevere, e-mail comprese, il rischio di essere truffati è altissimo. Chi è stato vittima di fatti del genere può rivolgersi al Codacons per ricevere tutte le informazioni necessarie per fare valere i propri diritti'.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Onoranze funebri Simoni

Whatsapp
La Nera - Articoli Recenti
Trovato morto a Palermo il marito dell'eurodeputato Dc Francesca Donato
Anche la vittima, Angelo Onorato, era stato candidato con la Dc alle elezioni regionali in ..
25 Maggio 2024 - 16:42
Modena, 24enne tunisino arrestato per tentato furto aggravato
Disposta nei confronti dell’indagato, irregolare in Italia, la misura cautelare del ..
25 Maggio 2024 - 14:02
Modena, sanzionato allevatore di volatili che caccia illegalmente
Hanno sequestrato ad un allevatore di avifauna, una serie di attrezzature non consentite
24 Maggio 2024 - 10:01
Carpi, vandali contro panchina rossa per Pina Caruso e Barbara Cuppini
Sono in corso indagini sui video delle telecamere di videosorveglianza per risalire agli ..
24 Maggio 2024 - 07:38
La Nera - Articoli più letti
L'orrore di Reggio: bambini affidati a persone malate e stupratori
Dall'inchiesta condotta dai Carabinieri emerge una realtà inquietante, da film horror. Due ..
28 Giugno 2019 - 09:33
Orrore Bibbiano, la Bolognini e gli elettrodi a mani e piedi dei bimbi
Ed ecco il video integrale del convegno, patrocinato dalla Regione, 'Quando la notte abita ..
29 Luglio 2019 - 07:00
Bibbiano, minore usata come 'cavia' da Foti per dimostrare sue teorie
La lettura della ordinanza del Gip. Il caso della ragazza che mai risulta essere stata ..
04 Agosto 2019 - 15:14
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ambulanza
E' successo nella notte, protagonista una donna residente nell'alto Frignano. Dopo il ..
18 Febbraio 2018 - 22:39