Italpizza
GIFFI NOLEGGI
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Italpizza
notiziarioLa Provincia

Appennino, stagione invernale in 'chiaroscuro', Confesercenti: 'Troppo meteo-dipendente'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il bilancio dell'associazione conferma la necessità di diversificare e migliorare la qualità dell'offerta


Appennino, stagione invernale in 'chiaroscuro', Confesercenti: 'Troppo meteo-dipendente'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

 

La stagione invernale 2016-2017 è ormai da archivio. Scarse precipitazioni nel corso dei mesi passati hanno delineato un andamento non proprio brillante, ma di tenuta. Ad incidere positivamente le basse temperature del periodo gennaio-febbraio e l’eccellente preparazione delle piste da parte degli impiantisti che, già dalle festività natalizie in avanti, sono riusciti a garantire agli appassionati un’ottima sciabilità fino ad ora. Un fattore questo determinante, anche sul saldo degli arrivi e delle presenze nelle strutture turistico-ricettive: praticamente invariato rispetto allo scorso anno. “E’ un impegno finalizzato al raggiungimento di un’offerta dai buoni standard qualitativi e che si rinnova costantemente, quello degli operatori della montagna modenese – rimarca Confesercenti Modena - Il nostro sistema turistico però dipende ancora troppo dalle condizioni del meteo. Occorre diversificare il prodotto per poter investire maggiormente in promozione e commercializzazione.”

Andamento stagionale. L’inverno 2016/17 è risultato parecchio influenzato dalle condizioni meteo.

Temperature elevate e scarso innevamento fino a Natale hanno limitato l’afflusso turistico, in ripresa però con le festività, data la maggior parte delle piste aperte grazie all’innevamento artificiale. Condizioni che si sono poi perpetuate a gennaio, anche se con una leggera contrazione di arrivi e presenze nelle strutture ricettive. Un netto miglioramento è avvenuto a partire dalla seconda metà di gennaio e a febbraio, quando la neve naturale ha ricoperto l’Appennino e le temperature si sono abbassate; condizioni che si sono almeno in parte rinnovate poi fino alle metà di marzo.

Andamento strutture ricettive. Complessivamente il campione di strutture alberghiere monitorate da Confesercenti rileva una sostanziale stabilità delle presenze rispetto all’inverno 2015/2016: con una tendenza che vede in calo le settimane bianche, mentre aumentano i week-end lunghi. Da notare poi che i prezzi sono rimasti invariati e che, per cercare di mantenere la medesima percentuale di camere occupate, molti alberghi hanno praticato promozioni con sconti sui listini.

Strategie commerciali che continuano a ripetersi e che stanno portando ad un pericoloso assottigliamento dei margini di guadagno. Utili che invece sono indispensabili quando occorre programmare interventi di riqualificazione delle strutture.

“La stagione turistica appena conclusasi ha mostrato che il ‘prodotto neve’ del nostro Appennino è ancora competitivo ed attrattivo almeno sul mercato tradizionale costituito principalmente dalle province limitrofe di Emilia Romagna e Toscana. Al fine però di prevenire il pericolo che una stagione invernale con un meteo avverso comporti un crollo del sistema turistico dell’alta montagna modenese, occorre capire su quali mercati potrebbe essere indirizzata l’offerta e soprattutto su quali prodotti puntare. Per questo risulta fondamentale concordare con Regione, Comuni e APT, le direttrici sulle quali operare gli investimenti per accrescere la competitività della destinazione turistica Appennino. Processo che dovrà vedere una nuova governance (siamo tutti in attesa della completa attuazione della nuova Legge Regionale 4) in grado di valorizzare le attrattive del territorio anche legate all’enogastronomia, alla cultura e soprattutto agli sport, oltre naturalmente allo sci”, conclude Confesercenti.


Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

GIFFI NOLEGGI

La Provincia - Articoli Recenti
'Chiusura mostra coincide con ..
L'avvocato Minutillo: 'La Chiesa consacrata di Carpi a questo punto, anche nel silenzio ..
17 Aprile 2024 - 18:32
'Mostra Gratia Plena, la curia di ..
'Le associazioni cattoliche esprimono il loro interesse affinché si faccia chiarezza ..
17 Aprile 2024 - 16:57
Ubriaco aggredisce barista e sputa ai..
Nella tarda serata di ieri in un locale di San Casario. I Carabinieri si trovavano a poca ..
17 Aprile 2024 - 16:25
Pavullo e Castelvetro, fatti brillare..
Una granata d’artiglieria tedesca e due bombe a mano americane
17 Aprile 2024 - 12:51
La Provincia - Articoli più letti
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43
'Bonaccini si lamenta di Figliuolo, ..
I consiglieri comunali di Forza Italia Platis e Casano: 'Lasciate senza rimborsi le famiglie..
15 Agosto 2023 - 09:36
Vignola, il coronavirus ha ucciso ..
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48