Il Viceministro Bignami a Carpi: 'Su sottopasso Cibeno incontro a giorni con RFI, con noi la città tornerà attrattiva'
Società Dolce: fare insieme
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

Il Viceministro Bignami a Carpi: 'Su sottopasso Cibeno incontro a giorni con RFI, con noi la città tornerà attrattiva'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Incontro con la candidata sindaco Annalisa Arletti e il coordinatore regionale FDI Barcaiuolo: 'A partire dalle infrastrutture Carpi può tornare protagonista'. Barcaiuolo: 'Centro destra coeso, centro sinistra diviso da lotte di potere contro gli interessi dei cittadini. Il caso Aimag lo dimostra'


Il Viceministro Bignami a Carpi: 'Su sottopasso Cibeno incontro a giorni con RFI, con noi la città tornerà attrattiva'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Rotatoria fuori dall'autostrada e lo sblocco delle procedure per il sottopasso di Cibeno. Sono due opere a cui pensa Annalisa Arletti, candidata sindaco del centro destra a Carpi e inserite nel programma elettorale, sulle quali ha interpellato direttamente il governo. La risposta del Viceministro alle infrastrutture ai trasporti Galeazzo Bignami è arrivata a stretto giro. 'E non solo perché Annalisa è persona seria e onesta e di grande impegno politico ma perché si è interessata, così come non hanno fatto altri. Da Viceministro, rappresentante delle istituzioni, rispondo a chiunque ma nessuno fino ad ora e ultimamente, da altre parti politiche lo ha fatto. Annalisa Arletti sì. Ho così chiamato RFI e mi è stato confermato un incontro con l'Amministratore Delegato la prossima settimana. Verificheremo a che punto siamo e come si può procedere per dotare Carpi di una opera strategica e attesa' - rassicura Bignami. 



'Puntando anche sull'ottimo rapporto con il governo, e sulle idee chiare sul rilancio di Carpi, crediamo di potere garantire un buona amministrazione e, da subito, proporre idee e progetti concreti puntando sulle imprese. Come? Recuperando competitività, attrattività e centralità negli anni perdute. Dalle infrastrutture alla leva fiscale' - afferma Arletti che snocciola alcuni numeri di una crisi del comparto industriale dalla quale Carpi non si è mai davvero ripresa. 'A Carpi ci sono 6700 imprese, negli ultimi anni ne abbiamo perse 500. Molte delocalizzano, altre chiudono e altre che un tempo sceglievano Carpi per insediarsi, preferiscono altri contesti. Noi abbiamo gli strumenti e la proposta politica per invertire una tendenza che ha portato la nostra città e il distretto a non essere più centrale e attrattiva.

Agevolazioni fiscali per affitti cammierati, riduzione dell'IMU per i tanti capannoni sfitti nelle zone inustriali ma soprattutto un programma per adibirli ad altre possibili funzioni. Vogliamo sviluppare ulteriormanete l'esperienza di Carpi Fashion System e fermare quella dei grandi supermercati e centri commerciali. Carpi, su questo fronte, ha già dato' - continua Arletti. 

'Il centro destra ha maturato in questi anni una classe dirigente capace e pronta ad amministrare questo territorio, che ha bisogno di invertire la tendenza e che dalla crisi del settore primario della maglieria non ha mai trovato una via di uscita. Una alternativa a una classe politica che tra gli ultimi atti ha deciso da anni di svendere Aimag, unico gioiello pubblico del territorio, ad Hera' - ha affermato il senatore Michele Barcaiuolo. 'Una mossa talmente vergognosa e contro gli interessi dei cittadini e del territorio, da spaccare il PD e quella parte intellettualmente onesta della bassa modenese che si oppone a questo scempio'. Ultima stoccata del senatore Barcaiuolo alle divisioni del centro-sinistra. 'Da un lato abbiamo un centro destra coeso e compatto, dall'altro una coalizione divisa in due dove un parte per interessi elettorali e non della città si allea anche con chi ha portato in tribunale il giorno prima. Quando gli accordi sono fatti sul potere e non sulle idee e sulla visione, difficilmente riescono'.

Gi.Ga.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


Contattaci
Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi cosìtanto tempo che era diventata una famiglia
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39
Libera, le consulenze di Enza Rando
L'avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36
Quando la Rando scrisse che Prima Pagina era informazione a pagamento dei poteri?
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi ?perfettamente integrati? E la Camorra ora à più presente?
02 Gennaio 2014 - 13:54
Quelli di Prima - Articoli più letti
Libera, le consulenze di Enza Rando
L'avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36
Quando la Rando scrisse che Prima Pagina era informazione a pagamento dei poteri?
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi ?perfettamente integrati? E la Camorra ora à più presente?
02 Gennaio 2014 - 13:54
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06