La Ghisi carburanti
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
notiziarioLa Provincia

'Cosìil Pd di Castelfranco consente di cavare 1,5 milioni di metri cubi di ghiaia in 4 anni'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il Comitato: 'Noi abbiamo calcolato che questo comporterà un traffico di circa 200.000 camion in 4 anni, 200 camion al giorno, per 8 ore al giorno, per 260 giorni lavorativi all'anno, 25 camion ogni ora, tra un camion e l'altro passeranno poco più di 2 minuti'


'Cosìil Pd di Castelfranco consente di cavare 1,5 milioni di metri cubi di ghiaia in 4 anni'

'Si avvicina il giorno in cui nel polo 12 “California” a Piumazzo, nel Comune di Castelfranco Emilia, inizierà una nuova devastante campagna di scavi di ghiaia. Il Consiglio Comunale di Castelfranco Emilia il 22/12/2016 ha approvato,con i soli voti del Pd, i 2 documenti, Atto di indirizzo e Accordo di fase 1, sulla base dei quali verranno scavati 2.900.000 metri cubi. Per venire incontro agli interessi dei soli Cavatori, il Comune di Castelfranco Emilia ha ulteriormente ridotto gli Oneri Compensativi e di Mitigazione Ambientale (previsti in una precedente bozza di accordo) da 1,05 a 0,9 €/metri cubi, anche se  per la verità il primo documento presentato in Commissione Consigliare (di qualche giorno precedente il famigerato Consiglio Comunale del 22-12-2016) portava per 'errore' la cifra di 0,8 €/metri cubi. Una 'svista' di  -725mila euro, (per i cittadini) poi ricorretta direttamente al Consiglio Comunale a – 435mila euro: comunque sia un grande regalo ai soli cavatori.

E per fortuna che la Lista Civica  “Frazioni e Castelfranco” se n’e’ accorta in Commissione come ammesso dallo stesso assessore all’Ambiente del Comune'. A sollevare il caso è il Comitato piumazzese No alle cave.


'Le opere di compensazione e di mitigazione ambientale, che dovrebbero andare a favore dei cittadini, in gran parte servono invece ai cavatori, ad esempio una rotonda valutata 450.000 € che serve al passaggio dei camion. A fine metà 2017 i cavatori hanno firmato l’Accordo di fase 1. Nei decenni passati è già stata scavata nella stessa area una superficie di 42 ettari parte di questa superficie è stata “Recuperata” oggi è cioè una landa desolata di sterpaglie secche, inutilizzabile per sempre per l’agricoltura, uno scempio che spezza il cuore a vederlo, a questi si aggiungeranno altri 50 ettari delle future cave piumazzesi per un totale di oltre 90 ettari impattati - continua il Comitato - Nel 2009 il comune di Castelfranco Emilia aveva aderito al PIAE provinciale che prevedeva per Castelfranco Emilia la mostruosa quantità di 5.400.000 metri cubi di ghiaia. Il Pd si vanta di aver ridotto la quantità di ghiaia estraibile (che avevano deciso loro) ma queste per ora sono solo parole, il PIAE provinciale è ancora in vigore con i sui 5.450.000 metri cubi (infatti nel frattempo nessuna Variante al PAE e’ stata apportata ed il perimetro escavativo è rimasto invariato). Il Pd Castelfranchese eè quindi riuscito a ridurre gli oneri compensativi per i cittadini che sono gli unici ad avere avuto un vero tracollo. Il PIAE inoltre andava rivisto entro 5 anni dalla sua approvazione (quindi entro marzo 2014) secondo una norma stabilita dal PIAE stesso. Nel 2014 alla scadenza dei 5 anni la Lista Civica “Frazioni e Castelfranco” ha chiesto, con una mozione in Consiglio Comunale, di procedere alla revisione dei quantitativi estraibili, si poteva, anzi si doveva fare nel rispetto di una norma del PIAE, ma il Pd castelfranchese ha votato No! Sappiamo che senza l’azione dei cittadini riuniti nel Comitato Piumazzese NO alle CAVE, il Polo 12 piumazzese avrebbe avuto in dote anche un grande Frantoio nel bel mezzo delle nostre fertili campagne: vigileremo perche’ anche questa idea resti tale'.

'Il Pd prevede, dunque, una FASE 1 di escavazione di 1.517.034 metri cubi di ghiaia in 4 anni. Noi abbiamo calcolato che questo comporterà un traffico di circa 200.000 camion in 4 anni, 200 camion al giorno, per 8 ore al giorno, per 260 giorni lavorativi all’anno, 25 camion ogni ora, tra un camion e l’altro passeranno poco più di 2 minuti. A questo va aggiunto che all’interno delle cave verranno spostati 1.224.542 di metri cubi di terra. Successivamente avrà inizio anche l’escavazione di FASE 2,con altri terreni vergini agricoli perduti per sempre. Nella patria del Tortellino Tradizionale, del Parmigiano Reggiano e dei prodotti agricoli DOCG, ci sarà un enorme impatto su inquinamento dell’aria, polveri sottili, rumore e traffico. E siamo nella Pianura Padana l’area più inquinata d’Italia per ristagno di inquinanti in atmosfera e polveri sottili. Come si potrà vivere nelle zone impattate dalle cave, che ne sarà della salute dei cittadini? E la tutela delle acque sotterranee e di falda? - chiude il Comitato -. Questa è zona di alimentazione delle falde sotterrane e si prevede di scavare a 15 metri di profondità, scavando ghiaia, sabbia e limi che proteggono le acque sotterranee. L’Italia è il paese della bellezza del buon cibo della cultura,noi abbiamo la fortuna di avere un territorio agricolo bello e fertile, la nostra amministrazione comunale a guida PD lo vuole trasformare in un deserto brullo e improduttivo'.




Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

La Ghisi carburanti

La Provincia - Articoli Recenti
Caso Far Pro, dai consiglieri di San ..
'Abbiamo deciso di porle una sveglia così da esser certi che l’assessore resti vigile e ..
25 Settembre 2022 - 22:20
Vignola, 48enne arrestato per spaccio
L'uomo verso le 19 circa, è stato sottoposto a controllo e, a seguito di perquisizione, ..
25 Settembre 2022 - 16:46
Limidi di Soliera, dramma al seggio: ..
Il primo elettore presentatosi al seggio questa mattina alle 7 è stato colto da malore ..
25 Settembre 2022 - 15:21
Scontro frontale tra due auto a Torre..
Vigili del Fuoco e 118 intervenuti poco dopo le ore 20 sulla Nuova Estense
25 Settembre 2022 - 00:52
La Provincia - Articoli più letti
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43
Vignola, il coronavirus ha ucciso ..
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48
Rintracciata la mamma scomparsa col ..
Ora i carabinieri procederanno come previsto dalla legge per sottrazione di minore, sempre ..
29 Settembre 2019 - 10:57