Omnispower
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Omnispower
notiziarioLa Provincia

Donini: 'Punto nascita Mirandola, lavoriamo per tenerlo vivo'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Però si metta sempre al primo posto la sicurezza delle partorienti e dei neonati, la quale dovrà essere valutata dai clinici della struttura'


Donini: 'Punto nascita Mirandola, lavoriamo per tenerlo vivo'
Sul punto nascita di Mirandola 'si è ancora in attesa del parere del Comitato percorso nascita nazionale, organo tecnico del ministero della Salute'. A questo si aggiunge la carenza di personale sanitario che rappresenta ormai una 'voragine strutturale'. Lo puntualizza l'assessore regionale alla Sanità, Raffaele Donini, rispondendo oggi in Assemblea legislativa all'interpellanza del leghista Stefano Bargi. Sulla struttura di Mirandola, e su quella di Cento, rimaste aperte in deroga come misura di sostegno post-sisma, 'la Regione ha chiesto un'ulteriore deroga al ministero della Salute - ricorda Donini - nonostante il parere tecnico non favorevole della commissione nascite regionale. Delibera inviata al ministero della Salute lo scorso agosto e per la quale, al momento, si è ancora in attesa del parere del Comitato percorso nascita nazionale, organo tecnico del ministero della Salute'.

Allo stesso modo, però, anche sulle deroghe chieste per riaprire i punti nascita in montagna la Regione sta ancora aspettando il via libera dal Ministero. La preoccupazione principale, però, resta la mancanza di professionisti sanitari da assumere. A Modena, ad esempio, 'nel triennio 2020-2022 sono state esperite per la disciplina di ginecologia e ostetricia tre concorsi, due avvisi e due avvisi specialisti in formazione con contratti Covid - sottolinea Donini - a fronte di tali sforzi, però, le dotazioni organiche dei quattro punti nascita provinciali risultano ancora carenti'. Negli ultimi 12 mesi, oltretutto, quattro bandi per reperimento di ore di specialistica ambulatoriale sono 'andati deserti'. 

A Mirandola in particolare, cita l'assessore, 'permangono forti criticità di organico a disposizione'. Nella provincia di Modena, infatti, il turnover dei ginecologi negli ultimi tre anni 'è stato pari a 36 unità in meno'.

Regione e Ausl di Modena 'hanno messo in campo ogni possibile azione per ampliare il reclutamento di personale dipendente', spiega Donini, ma finora con pochi risultati per la 'ridotta disponibilità di ginecologi sul mercato del lavoro'.

La Regione ha dato mandato all'Ausl di Modena anche di 'integrare le equipe mediche dei punti nascita di area nord attivando anche contratti libero professionali, con procedure sempre apert e- sottolinea Donini - ma la strada non è quella delle cooperative, che possono essere utilizzate per periodi e turni limitati. La strada è quella delle assunzioni. E' sempre in corso l'attività di scorrimento di graduatorie di concorso di altre aziende della regione come Bologna, Reggio Emilia, Parma e Ferrara, e anche di graduatorie fuori regione'. Sul punto nascita di Mirandola, dunque, 'si è sempre lavorato per tenerlo vivo - insiste Donini-  e si è fatto ogni sforzo per il reperimento del personale'. Al primo posto, però, 'si metta sempre la sicurezza delle partorienti e dei neonati, la quale dovrà essere valutata dai clinici della struttura'. Critiche vengono però mosse dal Carroccio. 'Manca una strategia specifica e gli interventi conseguenti per garantire all'ospedale di Mirandola di Modena la sicurezza richiesta dal Ministero per l'attività normale del punto nascita - contesta Bargi - la Regione si nasconde dietro la richiesta di una nuova deroga, ma di questo passo il punto nascite rimane a rischio'.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


La Provincia - Articoli Recenti
L'Ospedale di Mirandola perde anche ..
La denuncia dei Consiglieri provinciale e Ucman Platis e Neri. 'Sapevamo che la chiusura del..
31 Gennaio 2023 - 22:33
Ancora nessuna traccia dell'aereo ..
Da martedì entra in attività anche un elicottero con apparecchiatura per individuazione di..
30 Gennaio 2023 - 23:29
Malore improvviso, muore a 62 anni ..
E' stato ucciso sabato notte da un malore improvviso nella sua abitazione. Lutto della ..
30 Gennaio 2023 - 07:34
Addio diocesi di Carpi: silenzioso de..
Dopo secoli di storia (il primo Vescovo venne nominato nel 1779) la realtà carpigiana perde..
29 Gennaio 2023 - 16:57
La Provincia - Articoli più letti
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43
Vignola, il coronavirus ha ucciso ..
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48
Rintracciata la mamma scomparsa col ..
Ora i carabinieri procederanno come previsto dalla legge per sottrazione di minore, sempre ..
29 Settembre 2019 - 10:57