Italpizza
GIFFI NOLEGGI
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Italpizza
notiziarioLa Provincia

Ecco 'Bella Carpi': la lista di Stermieri sostiene Riccardo Righi

La Pressa
Logo LaPressa.it

'Il Comitato ha espresso l'intendimento di accompagnare nel suo percorso elettorale il candidato sindaco Riccardo Righi'


Ecco 'Bella Carpi': la lista di Stermieri sostiene Riccardo Righi
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'Bella Carpi non vuol essere un movimento di facciata. Fare bella Carpi, più bella e migliore di quanto non sia oggi, vuol dire entrare nel merito delle cose, vuol dire pensarla migliore di quello che è, per chi ci vive, e che ha bisogno di servizi sociali, sanitari e pubblici più estesi, più comodi o di più immediata disponibilità, per chi vi lavora soltanto, abitando altrove, per chi ci viene solto per una visita turistica o per chi ci va a scuola'. Questo il manifesto della lista 'Bella Carpi' guidata dal coordinatore Fabrizio Stermieri (nella foto).

'Bella Carpi vuol dire una Carpi al futuro, più aperta al mondo del lavoro, dell’imprenditoria e delle professioni, che offra maggiori possibilità a chi si vuole impegnare nei più svariati campi, che si proponga sicura per tutti e solidale con i più fragili, i più deboli e con gli anziani, fuori da ogni ideologia ma lavorando sul piano concreto delle proposte e, soprattutto, delle realizzazioni.

In un mondo di chiacchiere, che vive sulle immagini costruite, sul superfluo con poco senso, un sano richiamo alla concretezza del fare. Senza rinnegare quanto di buono ci ha offerto il passato, senza misconoscere quanto di bello ci mette a disposizione il presente, ma anche nella convinzione che nella ricerca del bello e del meglio possibile, per Carpi e per tutti i carpigiani, ci sia ancora tanto da fare, con l’aiuto di tutti coloro che si sentono di accettare una sfida' - si legge ancora nel manifesto.

'Dopo un fin troppo lungo e a volte anche sofferto confronto con quasi tutte le forze politiche ed i gruppi presenti nel panorama carpigiano, il Comitato ha espresso l'intendimento di accompagnare nel suo percorso elettorale il candidato sindaco Riccardo Righi con il quale si è trovata sintonia su diversi aspetti della nostra iniziativa.

Il confronto proseguirà nei prossimi giorni su alcune opzioni operative' - afferma lo stesso Stermieri.

Il programma completo

SICUREZZA - La sicurezza non è solo una questione di Polizia o di ordine pubblico: la sicurezza è un termine che va valutato nella sua complessità. Ci rientra di pieno diritto un migliore utilizzo della Polizia Locale in coordinamento con le altre forze di polizia che operano localmente e i cui organici vanno completati e potenziati, ma comporta anche un potenziamento del distaccamento dei Vigili del Fuoco in città (con l’annoso problema della autoscala e dell’organico), e comporta anche il mantenimento di servizi di Pronto Soccorso adeguati senza dover avere il patema se il Ramazzini potrà contare su una sola ambulanza anziché due o se sia prevista o meno la presenza dell’automedica in caso di necessità. È da ribadire fermamente che l’organico di Polizia e Carabinieri debba essere portato a completamento e che, nel caso, venga anche potenziato, per poter assicurare a Carpi una presenza costante di pattuglie per il pronto intervento (sentirsi dire dalla Polizia, “le passo i Carabinieri che noi non abbiamo oggi la Volante” o dai Carabinieri “la pattuglia è impegnata a Finale Emilia per un altro intervento”, produce sconforto nel cittadino bisognoso di supporto). Tuttavia la presenza di uomini delle forze dell’ordine in divisa non pare sufficiente se non accompagnato anche da un servizio di “intelligence” (con personale in borghese) che possa prevenire i reati e la formazione e la diffusione di bande (soprattutto giovanili) che sembrano poter operare liberamente in città e per verificare con puntualità la presenza di persone irregolari sul territorio con quanto ne comporta. In questo quadro di sicurezza anche i gruppi di “Controllo di vicinato” hanno una loro funzione che può essere implementata e potenziata. Infine, “sicurezza” in senso più lato significa anche prevedere, per quanto sia possibile, eventi calamitosi (abbiamo sperimentato il terremoto, c’è sempre la possibilità – facendo le corna - di esondazioni e disastri ambientali), attrezzandosi al meglio.

COLLEGAMENTI VIARI - Strada, ferrovia e aeroporto: in questi anni su queste tre direttrici è stato fatto poco o nulla ed è ora di cambiare passo: il collegamento stradale con Modena è quello di settanta anni fa. Mentre si discute sulla Bretella autostradale Campogalliano-Sassuolo che si affianca ad una strada già di livello autostradale, tra Carpi e Modena si continua a percorrere la vecchia Romana con tempi che si sono allungati non poco, come possono verificare ogni giorno i pendolari. Di pari passo appare ancora del tutto lontana l’ipotesi di raddoppio del tratto ferroviario tra Carpi e il capoluogo che consentirebbe effettivamente di avviare una metropolitana di superficie con cadenza più serrata di quanto non sia possibile ora. Nonostante le promesse il servizio ferroviario, anche se si deve ammettere che i nuovi treni consentono un migliore servizio che non in passato, resta inadeguato e da potenziare come carta strategica della mobilità. Resta fermo il progetto dell’allungamento della pista dell’aeroporto: ci si chiede il perché, considerate le tante parole spese e le grandi potenzialità espresse da un collegamento aereo per Carpi. Altro punto che si intende chiarire e portare a compimento.

SANITA’ ED ASSISTENZA SOCIALE - È un nodo importantissimo in una società che invecchia e che sempre più appare disaggregata. Sul versante sanitario non basta la realizzazione di strutture (ospedale, casa della salute, osco etc.) se non li si riempie dei servizi che servono e che debbono essere discussi con i cittadini. Sul piano sociale non basta fare elenchi di possibili assistiti ma occorre dare risposte: più assistenza sul territorio a chi ancora ha una sua autonomia (pensiamo agli anziani a vita sola), maggiore disponibilità di alloggi sociali verificando puntualmente le effettive necessità.

RETE STRADALE INTERNA - Carpi ha una tangenziale (la Bruno Losi) e una seconda tangenziale parallela che è in procinto di essere allungata fino a Fossoli. Ma l’anello tangenziale in effetti è mutilo poiché dalla parte opposta, ad est di Carpi, c’è solo via Cavata. Progettare e concludere un vero e proprio anello tangenziale intorno alla città è una priorità ineludibile, come ineludibile è lo scioglimento del nodo del superamento del passaggio a livello di via Roosevelt in concomitanza con l’espansione, progettata e in parte ormai in via di realizzazione, ad est della ferrovia.

STRUTTURE SPORTIVE - Parliamoci chiaro: fino ad oggi Carpi non ha mai avuto un Palazzetto dello Sport ed ha uno stadio che risale al dopoguerra (la Grande Guerra). Nonostante i proclami e i progetti (c’è chi si ricorda la grande area sportiva attrezzata che doveva sorgere dove adesso c’è solo la piscina, la pista d’atletica e – in progetto – un Palazzetto che fa scappar da ridere?), una città da 70 mila abitanti non ha una struttura sportiva per sport di alto livello e ogni volta che una squadra cittadina ha superato le serie minori ha dovuto trasmigrare altrove. Un Palazzetto dello Sport per un pubblico adeguato è imprescindibile, ma va fatto come si deve, non nell’ottica della palestra scolastica come è stato fatto fino ad oggi.

PERSONALE COMUNALE - Nei prossimi mesi alcuni dirigenti di riferimento del Comune andranno in pensione. Ma a nostro avviso è l’intero organigramma municipale che va riesaminato alla luce delle criticità rilevate (pensiamo all’Anagrafe) e alle esigenze stratificatesi nel tempo: esternalizzare i servizi ha in qualche caso fatto risparmiare risorse nell’ottica di una migliore quadratura dei bilanci ma ha anche allontanato la struttura comunale dai cittadini, non consentendo rapide risposte e irrigidendo la burocrazia. Crediamo sia da ripensare la pianta organica potenziando il personale dedicato ai servizi ai cittadini ed alla città per offrire risposte più rapide (e quindi più efficaci). Esiste forse anche un problema di sedi Municipali da ripensare in questa ottica di efficienza visto che un progetto in tal senso è stato abbandonato forse più per motivi politici che per effettive non-necessità

CENTRALITA’ DI CARPI NELL’AMBITO DELL’UNIONE. POSIZIONE DI CARPI IN PROVINCIA E IN REGIONE - Riteniamo che Carpi, nonostante la sua attrattività e la sua vocazione di capoluogo, non abbia ottenuto in provincia e in regione lo spazio che le si deve riconoscere. Il peso politico di Carpi nell’ambito delle scelte strategiche sul territorio è stato sempre subalterno a quanto veniva contemporaneamente deciso a Modena e a Bologna. Questa subalternità, non contrastata dai politici e dagli amministratori locali ma spesso subita, ha reso sfuocata l’immagine della nostra città nei luoghi che contano e anche all’interno della stessa Unione. Pare opportuno, per rilanciare una città “stanca” anche rinnovare gli sforzi per promuovere Carpi non solo a livello economico (studiando politiche di incentivazione per nuova residenza industriale, promuovendo il settore enogastronomico e quello culturale e turistico) ma anche politico instaurando un dialogo nuovo, più dinamico e più costruttivo con provincia, regione e ministeri al fine di conseguire maggiore considerazione e più autorevolezza.

MANUTENZIONE DELLA CITTA’ – I cittadini son più infastiditi delle piccole cose che debbono affrontare ogni giorno piuttosto che dei grandi temi che appassionano solo una piccola fascia di addetti ai lavori. La manutenzione delle strade, la pulizia dei parchi e dei giardini, la sostituzione dell’illuminazione stradale, la raccolta puntuale dei rifiuti e il decoro degli spazi comuni sono piccole cose che debbono essere affrontate con tempestività ed efficacia. Le aiuole debbono essere fiorite, i cartelli stradali debbono essere leggibili, le grandi scritte insignificanti sui muri debbono essere ricoperte (e i vandali debbono essere individuati e puniti riparando i danni) perché la città non può essere trasandata e degradata.

AIMAG – Sul controllo pubblico sull’azienda non si può discutere. Aimag gestisce servizi indispensabili e deve essere gestita – managerialmente – dall’azionista pubblico.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

GIFFI NOLEGGI

La Provincia - Articoli Recenti
Spilamberto, a fuoco tre camion in ..
Alle 17,45 di oggi pomeriggio. Pare che l'incendio sia scaturito durante alcune lavorazioni ..
03 Aprile 2024 - 20:00
San Cesario, Zuffi si ricandida a ..
'Le consultazioni hanno evidenziato un giudizio molto positivo del lavoro di questi anni e ..
03 Aprile 2024 - 18:09
Maranello, inaugurata la sede del ..
Le forze politiche e le due liste civiche che lo sostengono hanno ribadito le ragioni della ..
03 Aprile 2024 - 17:51
La Provincia - Articoli più letti
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43
'Bonaccini si lamenta di Figliuolo, ..
I consiglieri comunali di Forza Italia Platis e Casano: 'Lasciate senza rimborsi le famiglie..
15 Agosto 2023 - 09:36
Vignola, il coronavirus ha ucciso ..
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48