Acof onoranze funebri
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
progettiQuelli di Prima

Goldoni, Fava e Reggiani (Pd): 'Bene concordato, ora liberare marchio'

La Pressa
Logo LaPressa.it

'I rappresentanti dei lavoratori e le istituzioni locali, in testa la Regione, stanno lavorando, da settimane, in maniera determinata e coordinata'


Goldoni, Fava e Reggiani (Pd): 'Bene concordato, ora liberare marchio'

“Il Pd continuerà a stare al fianco dei dipendenti e lavorerà perché possano individuarsi soluzioni positive per il prosieguo dell’attività, ora che la premessa, ovvero l’approvazione da parte del Tribunale del piano concordatario, ha trovato finalmente conferma”. Così il segretario provinciale Pd Davide Fava e il segretario del Pd di Carpi Marco Reggiani intervengono sulla crisi alla Goldoni dopo l'approvazione di ieri del piano (qui l'articolo).

“Una prima buona notizia è arrivata, ma occorre continuare a lavorare affinchè la procedura imbocchi una strada che possa garantire la continuità produttiva e occupazionale dell’azienda. Il Tribunale di Modena ha, infatti, ammesso l’azienda metalmeccanica carpigiana Goldoni alla procedura di concordato, ma i rischi per il futuro dell’impresa e dei posti di lavoro dei 220 dipendenti sono ancora purtroppo ben presenti - affermano i due esponenti Pd -.

I rappresentanti dei lavoratori e le istituzioni locali, in testa la Regione, stanno lavorando, da settimane, in maniera determinata e coordinata per individuare soluzioni che consentano il prosieguo dell’attività di un’azienda che ha fatto la storia del manifatturiero carpigiano. Fondamentale è salvaguardare il marchio, l’asset che può davvero consentire a un nuovo acquirente di continuare a produrre e commercializzare i famosi trattori che escono dallo stabilimento di Migliarina. Il Pd continuerà a stare al fianco dei lavoratori e lavorerà perché possano individuarsi soluzioni positive per il prosieguo dell’attività, ora che la premessa, ovvero l’approvazione da parte del Tribunale del piano concordatario, ha trovato finalmente conferma”.

 




Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 


Quelli di Prima - Articoli Recenti
... E ci passavi cosìtanto tempo che..
Per poi ritornare...
03 Gennaio 2014 - 23:39
Libera, le consulenze di Enza Rando
L'avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi ?perfettamente integrati? E la Camorra ora à più presente?
02 Gennaio 2014 - 13:54
Quelli di Prima - Articoli più letti
Libera, le consulenze di Enza Rando
L'avvocato, membro del cda Crmo, nel 2015 ha avuto da Bonaccini un incarico da 25mila euro
02 Gennaio 2014 - 19:36
Quando la Rando scrisse che Prima ..
Le consulenze da migliaia di euro della Numero 2 di Libera
02 Gennaio 2014 - 18:25
Dia: 'Mafie integrate in Emilia'
Cutresi ?perfettamente integrati? E la Camorra ora à più presente?
02 Gennaio 2014 - 13:54
Brindiamo tutti con Casari
Che non manchino mai sorrisi e vittoria
01 Gennaio 2014 - 20:06