L'ospedale di Mirandola perde anche l'anestesista in pronta disponibilità
Società Dolce: fare insieme
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Società Dolce: fare insieme
notiziarioLa Provincia

L'ospedale di Mirandola perde anche l'anestesista in pronta disponibilità

La Pressa
Logo LaPressa.it

La denuncia dei consiglieri provinciale e Ucman Platis e Neri. 'Sapevamo che la chiusura del punto nascita sarebbe successo'. L'Ausl replica: 'L'anestesia in struttura rimane garantita H24'


L'ospedale di Mirandola perde anche l'anestesista in pronta disponibilità
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

'L’Ausl strappa un altro tassello fondamentale all’Ospedale'. E' la cronaca di un taglio annunciato che sarebbe arrivato dopo sospensione nei fatti a tempo indeterminato (forma dolce per non parlare di chiusura di fatto) del Punto Nascita di Pavullo, quella che il consigliere provinciale Antonio Platis e il capogruppo in Ucman Mauro Neri hanno denunciato oggi pomeriggio. 'Forza Italia l’aveva detto subito che la chiusura del punto nascite avrebbe permesso ai dirigenti dell’Ausl di colpire come con un machete altri servizi essenziali. Così è stato. Oggi è la volta del servizio anestesiologico: drasticamente tagliato. E come tutti i servizi soppressi a Mirandola la chiusura è a tempo indeterminato'.
Ma cosa in realtà è successo? Tutto parte dalla disposizione dell'Ausl che sospende, dal 1° febbraio, il servizio di cosiddetta Pronta Reperibilità (PD) anestesiologica attivabile dal proprio domicilio.

Ciò ha portato ad una riorganizzazione del servizio e del soccorso in caso di urgenze contemporanee. 'I pazienti critici o potenzialmente evolutivi per instabilità emodinamica o respiratoria che si presentano al PS o che sono in cura in un Reparto, riferiscono i consigliere provinciale Antonio Platis e il capogruppo in Ucman Mauro Neri nel merito delle riorganizzazione - non saranno più trasportati dall’anestesista ad un altro ospedale, ma dalla guardia anestesiologica che dovrà essere chiamata  'Questo tempo prezioso e determinante per salvare vite umane, perché è stato tagliato? Forse per ottenere risparmi sui bilanci Ausl? Di quanti euro stiamo parlando?' 

Quello dei trasporti non è la sola criticità. Se l’anestesista reperibile – ad esempio – fosse già stato chiamato su un’altra urgenza? Nessun paura, l’Ausl ha pensato anche a questo: il medico e gli infermieri del reparto - affermano i consiglieri in riferimento alla riorganizzazione del servizio - dovrano avviare loro le manovre di rianimazione e chiamare il medico di Pronto Soccorso.

Se questo però succede nelle fasce serali, dove in servizio c’e’ solo un dottore allora sarà il Pronto Soccorso a valutare l’attivazione del medico d’urgenza reperibile'. E proseguono: 'Dalle ore 20 alle ore 8, a Mirandola, ci saranno solo un medico al Pronto Soccorso ed un internista in tutto il nosocomio. Tant’è che la nuova riorganizzazione voluta dal direttore dott. Giuseppe Licitra contempla perfino il caso di un malore nei pressi dell’ospedale di notte. Si perché non essendoci più medici che possano lasciare il nosocomio per soccorrere, ad esempio, un infartuato giunto all’ingresso del Santa Maria Bianca è necessario allertare l’anestesista reperibile. I minuti passano alla faccia dei manuali sulle patologie tempo dipendenti'

A stretto giro dall'intervento dei Consiglieri di Forza Italia giunge la replica dell'Ausl che conferma la sospensione del servizio e il fatto che questo sia collegato alla sospensione dell'attività di parto, ma che 'non vi è alcuna diminuzione dell’assistenza ai pazienti che accedono all’Ospedale: l’anestesista presente in struttura, rimane come in precedenza, h24 e 7/7. La modifica - specifica Ausl- riguarda la pronta disponibilità di una figura anestesiologica in reperibilità dal proprio domicilio. Funzione legata esclusivamente all’esigenza di garantire la possibilità di intervenire su un’eventuale urgenza ostetrica in caso di contemporaneità di emergenze'. Fatto sta che la lo stop al punto nascita e l'anestesista in pronta disponibilità hanno obbligato ad una riorganizzazione del servizio che inside necessariamente sui pazienti.

'Il nuovo assetto in vigore da domani (1° febbraio) - riferisce l'Ausl - è  un allineamento del servizio anestesiologico all’attuale situazione che vede la sospensione temporanea dell’attività di assistenza al travaglio-parto e non interviene sul personale presente all’interno dell’ospedale.
Il personale medico presente per le emergenze nelle ore notturne e festive rimane pertanto costituito dalle tre figure di medico di Ps, medico internista e medico rianimatore'.
Gi.Ga.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Mivebo

e-work Spa
La Provincia - Articoli Recenti
Fiorano, i viaggi in solitaria in mountain-bike di Gino Ferri
Santiago de Compostela, Bolivia, India, Giordania, e l'ultima propria e vera, lasciatemelo ..
11 Giugno 2024 - 15:52
'Mirandola, grande risultato di Letizia Budri: ora vincere ballottaggio'
Golinelli: 'Risultato lusinghiero anche in termini di preferenze con il record personale, ..
11 Giugno 2024 - 09:55
Maranello, Luigi Zironi si conferma sindaco
Il primo cittadino uscente ha ottenuto il 59,67% dei consensi. Nulla da fare per Barbara ..
10 Giugno 2024 - 20:56
Savignano, Enrico Tagliavini confermato sindaco
In termini assoluti Tagliavini ha ottenuto 3081 voti contro i 1226 di Pettinella
10 Giugno 2024 - 20:51
La Provincia - Articoli più letti
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda dose di Pfizer
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11
Nonantola, sfrattata e con una gamba rotta vive in auto
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43
'Bonaccini si lamenta di Figliuolo, ma a Nonantola dopo 4 anni ricostruzione ferma alla metà'
I consiglieri comunali di Forza Italia Platis e Casano: 'Lasciate senza rimborsi le famiglie..
15 Agosto 2023 - 09:36
Vignola, il coronavirus ha ucciso titolare Bar Italia. Aveva 64 anni
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48