Teatro Michelangelo Modena
Acof onoranze funebri
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Teatro Michelangelo Modena
notiziarioLa Provincia

Monzone ricorda il sacerdote missionario Padre Giuseppe Rioli

La Pressa
Logo LaPressa.it

Oltre cento i presenti alla Messa commemorativa, inaugurata una targa a ricordo


Monzone ricorda il sacerdote missionario Padre Giuseppe Rioli

 

Quello di quest’anno è stato un 25 Aprile decisamente particolare per la comunità di Monzone, che ha ricordato, con una celebrazione solenne e l’apposizione di una targa, padre Giuseppe Rioli (1916-2001), sacerdote originario della frazione pavullese e missionario per 60 anni in Tanzania, nella Diocesi di Iringa. La Messa commemorativa è stata presieduta da don Romeo Venturelli, nipote di padre Rioli e parroco di Lama Mocogno, che ha concelebrato insieme ad altri sette sacerdoti e un diacono: il parroco di Monzone don Carlo Maleti, padre Agostino Manfredini, il vicario foraneo di Pavullo don Roberto Montecchi, il cerimoniere episcopale monsignor Luigi Biagini, il cappellano di Sant’Agnese don Thomas Binu dal Kerala (India), padre Angelo Dutto missionario del Pio Istituto della Consolata di Torino, don Carlo Bondioli e Franco Bondioli, questi ultimi a loro volta nipoti di padre Rioli.


“Padre Giuseppe per noi era il ‘nonno sapiente’ dei missionari del Tanzania – ha ricordato padre Angelo Dutto nella sua omelia – era giunto in Africa nel 1939, pochi mesi dopo la sua ordinazione, e là ha letteralmente creato dal nulla diverse missioni, scuole e strutture sanitarie, che ancora oggi sono punti di riferimento sia per i cristiani che per i fedeli di altre religioni. Padre Rioli ha edificato con le sue mani la bella chiesa di Iringa, ma in particolare si è battuto contro la povertà, aiutando sia materialmente che spiritualmente le popolazioni africane. Il fondatore dell’Istituto della Consolata, Giuseppe Allamano, sosteneva infatti che i sacerdoti missionari devono essere portatori di salute, istruzione, lavoro.. e non da ultima, di Fede”. “Viviamo in una società che dimentica in fretta – ha sottolineato padre Dutto – perciò la cerimonia di oggi ha una doppia valenza: di ricordo e di riconoscenza verso una persona che ha speso tutta la sua vita per i bisognosi, perché possa essere sempre d’esempio a noi ed alle generazioni future”. Padre Agostino Manfredini da Monzone ha espresso parole di ringraziamento per la buona riuscita dell’iniziativa: “le comunità di Camatta e Monzone hanno dialogato e collaborato tra loro per organizzare questo momento di ricordo, a memoria del bene che ha fatto padre Rioli, testimone coraggioso del Vangelo”. Mentre le campane suonavano rintocchi di festa la nipote Simona Galassi ha letto il testamento spirituale di Padre Giuseppe, che lui stesso volle condividere con gli abitanti di Camatta e Monzone nel 1999 prima del suo ultimo ritorno in Africa. Il diacono Franco Bondioli ha narrato ai presenti un ricordo toccante del beneamato sacerdote, meglio conosciuto in paese e in famiglia con il soprannome di ‘zio Bepo’: “noi tutti siamo cresciuti a polenta e lettere dall’Africa. Lo zio Bepo aveva amore per l’essenzialità e nessuna paura di fare sacrifici. In tutto ciò che ha fatto ha sempre messo la tenacia e la perseveranza tipica di noi montanari”.

Le celebrazioni sono proseguite fuori dalla chiesa parrocchiale, dove sul muro laterale è stata ufficialmente benedetta e inaugurata la bella targa commemorativa, progettata del nipote Gino Venturelli, il quale ha illustrato ai numerosi presenti il significato e le modalità di realizzazione dell’opera. Ha portato il suo saluto anche il vice-sindaco di Pavullo, Daniele Iseppi, che ha elogiato il valore civile dell’impegno di padre Rioli. Infine il nipote Adamo Venturelli ha ricordato come “lo zio Bepo, che era molto affezionato e attaccato alla sua famiglia, avesse un grande senso del dovere: anche durante le vacanze in Italia non smetteva mai di essere ‘missionario’ ed educatore, i nipoti più vivaci si ricordano bene i suoi ‘amabili’ pizzicotti!”. Dopo le foto ricordo di rito i partecipanti hanno concluso i festeggiamenti con un pranzo presso il locale agriturismo Casa Minelli, presenti oltre cento persone tra nipoti, pronipoti e relativi famigliari.

Nella foto di gruppo da sinistra verso destra sono: don Thomas Binu, Monsignor Luigi Biagini, don Romeo Venturelli, Daniele Iseppi, padre Agostino Manfredini, don Carlo Maleti, padre Angelo Dutto, don Carlo Bondioli 

Michela Rastelli



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Michela Rastelli
Michela Rastelli

Mi chiamo Michela Rastelli sono giornalista professionista e ho conseguito la laurea magistrale in management internazionale. Abito a Pavullo è tratto argomenti di vario genere sul..   Continua >>


 

Articoli Correlati
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ambulanza
La Nera
18 Febbraio 2018 - 22:39- Visite:43348
Case riposo provincia di Modena: i dati che certificano una apocalisse
Societa'
21 Aprile 2020 - 09:04- Visite:28229
La mappa dei contagi: 11 nuovi casi a Carpi, 14 a Formigine
La Provincia
27 Marzo 2020 - 18:49- Visite:26341
Piena del Panaro: cede un pilone a Ponte Samone di Pavullo
La Provincia
06 Dicembre 2020 - 10:50- Visite:24238
La mappa de nuovi contagi: 17 casi a Carpi, 15 a Modena, 7 a Fiorano
La Provincia
19 Marzo 2020 - 18:09- Visite:19700
'Neonato morto: col punto nascite di Pavullo aperto, rischio ridotto'
La Provincia
02 Novembre 2017 - 20:41- Visite:19033

La Provincia - Articoli Recenti
Sassuolo, 54enne aveva un arsenale in..
Sono state rinvenute e sottoposte a sequestro oltre 30 armi, tra fucili, mitragliatrici e ..
27 Novembre 2021 - 10:19- Visite:526
Risarcimenti alluvione e sicurezza ..
Seduta del Consiglio Comunale di Nonantola tematica aperta alla cittadinanza a un anno ..
27 Novembre 2021 - 02:47- Visite:290
Covid a scuola, rientra allarme a ..
Nella scuola primaria Andreoli di San Possidonio si sono registrati 29 contagi
26 Novembre 2021 - 21:21- Visite:422
Covid Modena, 239 contagi e due ..
I sintomatici sono 122, gli asintomatici 117. Due le persone ricoverate in Reparto
26 Novembre 2021 - 17:47- Visite:1980
La Provincia - Articoli più letti
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:183130
Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43- Visite:161458
Vignola, il coronavirus ha ucciso ..
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48- Visite:44107
Rintracciata la mamma scomparsa col ..
Ora i carabinieri procederanno come previsto dalla legge per sottrazione di minore, sempre ..
29 Settembre 2019 - 10:57- Visite:39696