Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
notiziarioLa Provincia

Piena Secchia, chiudono anche tutti i ponti della bassa

La Pressa
Logo LaPressa.it

Rimangono chiusi quelli di Modena e chiudono i pinti a San Possidonio e Concordia. Il cedimento di un pilone a Ponte Samone fa chiudere le SP26. La situazione aggiornata a Modena


Piena Secchia, chiudono anche tutti i ponti della bassa

Rimane chiuso il ponte Samone sulla strada provinciale 26, a causa del cedimento di una parte della pila centrale, dovuta all’innalzamento del livello del fiume Panaro. Sul posto sono presenti le forze dell’ordine e i tecnici della Provincia per valutare la situazione. Chiude anche il ponte Pioppa sul fiume Secchia, sulla strada provinciale 11 tra Rovereto e San Possidonio e il ponte di Concordia sul Secchia, sulla strada provinciale 8, per l’innalzamento del livello idrometrico del fiume.

Resta chiuso anche il ponte vecchio di Navicello sulla strada provinciale 255 Nonantolana chiusa nel tratto tra Navicello e il centro di Nonantola per l’allagamento della sede stradale.

In montagna sono stati inoltre istituiti sensi unici alternati sulla strada provinciale 35 a Madonna di Pietravolta e sulla provinciale 486 in località Rio Spalancato, a causa dell’accumulo di detriti sulla sede stradale.

Tutti i tecnici della provincia sono al lavoro in queste ore per monitorare la situazione delle strade.


La situazione a Modena

A Modena, con l’allerta Rossa diramato dall’Agenzia regionale di protezione civile per le piene che riguardano i fiumi Secchia e Panaro, in lento transito sul territorio dopo aver registrato i livelli massimi mai raggiunti negli ultimi anni, rimane chiusa anche per la notte tra domenica 6 e lunedì 7 dicembre la via Emilia, tra la località Fossalta (via Caduti sul lavoro) e il ponte di Sant’Ambrogio. Chiusa al traffico anche la Nonantolana, dalla rotatoria con la tangenziale Rabin in direzione della provinciale 225 dove già nella mattina della domenica sono stati segnalati allagamenti dovuti alla rottura dell’argine del Panaro in zona Castelfranco.  Lungo la diramazione della provinciale 255, rimane chiuso il ponte di Navicello vecchio.

In città limitazioni al traffico anche in alcune strade: via Dotta, via Scartazza, via Curtatona, via Montecatini. Riaperto, invece, il sottopasso di via Indipendenza.

Chiusi per la notte in via precauzionale anche Ponte Alto sul fiume Secchia e ponte dell'Uccellino, sempre sul Secchia, tra Modena e Soliera, così come rimane chiuso ponte Motta a Cavezzo sulla provinciale 468 e il ponte di San Martino Secchia.

Nel corso della notte e nella giornata di lunedì prosegue l’attività di monitoraggio degli argini dei corsi d’acqua del nodo idraulico modenese con il coordinamento della Sala operativa unica integrata di Marzaglia. Nelle operazioni sono impegnati i tecnici di Aipo, quelli del Comune di Modena e i volontari di Protezione civile, con il supporto della Polizia locale. Il sindaco Gian Carlo Muzzarelli ha seguito direttamente le operazioni insieme ai tecnici, partecipando alle riunioni del Ccs (centro coordinamento soccorsi) convocato dalla Prefettura, coordinandosi con la Regione e presiedendo il Coc, il Centro operativo comunale che si è riunito on line nel pomeriggio.

Nel corso della giornata di domenica, dopo l’avviso ai cittadini che risiedono lungo il corso dei fiumi di portarsi ai piani più alti delle abitazioni e a mettere in sicurezza beni mobili e arredi, sono stati effettuati alcuni interventi per l’evacuazione di alcune case sparse (con le cautele necessarie per l’emergenza Covid e anche a supporto dei Vigili del fuoco), per la verifica di altre situazioni e per la distribuzione di sacchetti di sabbia da collocare a protezione di edifici e aziende, soprattutto nell’area di Fossalta dove gli allagamenti sono stati provocati dalla tracimazione di Panaro e torrente Tiepido, nonostante Aipo abbia portato le Casse d’espansione a invasare fino a oltre 11 metri, un livello mai raggiunto. La piena, infatti, provocata dalle piogge persistenti e dallo scioglimento della neve in montagna, era tale che, anche limitando la portata di uscita a 470 metri cubi al secondo, non si è potuto impedire il fenomeno della tracimazione in quell’area della città.

Sull’asse del Secchia, con le Casse d’espansione che hanno superato, come non era mai avvenuto, il livello dei 9 metri, non sono state registrate particolari difficoltà e i tecnici di Aipo sono intervenuti per sistemare smottamenti, tane di animali e cedimenti arginali nell’area di Ponte Alto dove il fiume è andato oltre gli 11 metri, raggiungendo alle 7 di mattina il livello massimo di 11.07. In tutta la giornata, comunque, grazie anche alle nuove arginature realizzate nei mesi scorsi, non ci sono state altre segnalazioni e la rotatoria di San Pancrazio, per esempio, è rimasta aperta alla circolazione stradale.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
Crollo Ponte Samone: 18 mesi fa completati i lavori di consolidamento ..
Societa'
08 Dicembre 2020 - 10:47- Visite:4316
Cedimento Ponte Samone, ora i costi per il ripristino triplicano
La Provincia
24 Dicembre 2020 - 22:42- Visite:1914
Ponte Samone, nuovo crollo dopo la piena del 6 dicembre
La Provincia
24 Dicembre 2020 - 14:16- Visite:1682
Ponte Samone è stato ricostruito, aprirà a settembre
Pressa Tube
13 Agosto 2021 - 12:18- Visite:1533
Ponte Samone si può salvare con 250.000 euro, progetto pronto
La Provincia
09 Dicembre 2020 - 23:56- Visite:1117

La Provincia - Articoli Recenti
Schianto nel bolognese, muore a 28 ..
La giovane alla guida di una Kia Picanto, avrebbe perso improvvisamente il controllo ..
07 Ottobre 2021 - 20:44- Visite:543
Covid, a Modena 78 contagi e due ..
I sintomatici sono 52, gli asintomatici sono 26. Una persona è stata ricoverata in Reparto
07 Ottobre 2021 - 16:55- Visite:1526
Sassuolo: i bambini delle elementari ..
Cerimonia in piazzale della rosa con gli alunni delle scuole primarie dell'Istituto ..
07 Ottobre 2021 - 12:57- Visite:164
San Felice festeggia i 100 anni di ..
Manfredini ha una zia paterna morta a 106 anni e due sorelle viventi entrambe 90enni
07 Ottobre 2021 - 12:46- Visite:249
La Provincia - Articoli più letti
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:174790
Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43- Visite:160978
Vignola, il coronavirus ha ucciso ..
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48- Visite:43486
Rintracciata la mamma scomparsa col ..
Ora i carabinieri procederanno come previsto dalla legge per sottrazione di minore, sempre ..
29 Settembre 2019 - 10:57- Visite:39098