Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
notiziarioLa Provincia

'Scarico Far Pro: una vergogna da anni e nulla cambia'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Sabina Piccinini della Lista Civica Nuovo San Cesario insieme a Claudio Ori e Fiorella Anderlini del Movimento 5 Stelle


'Scarico Far Pro: una vergogna da anni e nulla cambia'

'E’ forse lo scarico più contestato di tutto il Fiume Panaro e, non a caso, la stessa Arpae-Struttura Autorizzazioni e Concessioni di Modena a novembre 2017 ne ha prescritto la chiusura, per convogliarlo nel sistema fognario di Spilamberto. E’ lo scarico delle acque reflue del depuratore della ditta Far Pro di Spilamberto, presso il quale, nel letto in magra del Fiume, la scorsa estate il Gruppo Consiliare Nuovo San Cesario riscontrò la presenza di chiazze di colore rosso-marrone fortemente maleodoranti, con odore di liquido ematico, letali per i pochi pesci rimasti. Le analisi di un campione d’acqua prelevato in zona, misero in evidenza una concentrazione di nitrati superiore ai limiti di legge. Lo stesso problema venne riscontrato nell’ottobre 2010 durante un percorso di educazione ambientale, da una scolaresca dell’Istituto Pacinotti di San Cesario, al punto che gli stessi ragazzi, preoccupati, allertarono la Polizia Municipale.  A distanza di tanti anni, nulla è cambiato'.
A parlare sono i consiglieri Sabina Piccinini della Lista Civica Nuovo San Cesario, Fiorella Anderlini del Movimento 5 Stelle Spilamberto e Claudio Ori del Movimento 5 Stelle Spilamberto

'Nella determinazione dirigenziale del 22 novembre 2017 Arpae-SAC riferisce espressamente come la ditta sia tenuta a realizzare l’allacciamento dello scarico alla fognatura comunale, quando quest’ultima risulti realizzata e disponibile. La rete fognaria è attualmente presente e funzionante nella vicina via Macchioni ad una distanza di neppure 400 metri dall’incrocio con via Ghiarole, rispetto al quale la ditta FAR-PRO dista poco più di 500 metri. La fognatura comunale, disponibile per l’immissione delle acque attualmente scaricate in Fiume, da almeno tre anni a questa parte è dunque realizzata e disponibile. Per quale ragione non è stato realizzato quanto prescritto da Arpae-SAC? La ditta ha almeno richiesto ad Arpae-SAC l’autorizzazione alla realizzazione dell’allacciamento alla fognatura? Tale possibilità di convogliare le acque reflue dal depuratore aziendale a quello Comunale, permetterebbe, forse, di eliminare una volta per tutte il problema della proliferazione algale nei periodi di magra del letto del fiume - continua i consiglieri - Si consideri a riguardo quanto riferito testualmente dalla dottoressa Ori, Dirigente Arpae del distretto di Vignola, nella lettera inviata la scorsa estate in risposta ad una segnalazione del Gruppo Consiliare Lista Civica Nuovo San Cesario, “Dato il prolungato periodo di elevate temperature di questa estate, nella zona a cui si riferiscono le foto è presente solo l’acqua scaricata dalla ditta, che per il caldo è soggetta a forte evaporazione, così arricchendosi di nutritivi che provocano accrescimenti algali, che al termine del proprio ciclo vitale si degradano, formando chiazze colorate tanto evidenti”. Si tenga presente che poco più a valle il fiume alimenta le falde: chi può escludere che l'acqua del Panaro si mescoli con quella da cui pescano i pozzi HERA che alimentano gli acquedotti di San Cesario, di Modena, Castelnuovo e Castelvetro?' 

'Riportiamo a riguardo uno stralcio delll’Autorizzazione Integrata Ambientale della ditta Crown Aerosols Italia SRL con sede in via Ghiarole n. 52 a Spilamberto, quindi prossima alla Far Pro Modena. Al paragrafo “Idrografia profonda e vulnerabilità dell’acquifero” si legge testualmente: “Per quanto riguarda i rapporti falda-fiume a livello del comune di Spilamberto, si osserva un rapporto diretto tra i due, dove il fiume alimenta la falda acquifera, mentre i tratti immediatamente a monte e a valle risultano drenanti. Dalla carta della vulnerabilità all’inquinamento dell’acquifero principale della Provincia di Modena, il territorio circostante l’azienda, presenta un grado di vulnerabilità elevato essendo posta in una porzione di territorio in fregio al fiume Panaro”. Si consideri infine quanto riportato nel Report di Arpae “La qualità delle acque sotterranee in provincia di Modena – anno 2016”: “Nel corpo centrale delle conoidi la prima falda e generalmente separata dalla superficie e da quella piu profonda da un alternanza di depositi a granulometria fine quali argille, limi e sabbie fini. (…)  Gli acquitardi comunque, anche se spessi 20-25 metri, non riescono ad assicurare una totale protezione dall’inquinamento antropico, ma solo una parziale attenuazione, anche in relazione alla grande densità dei pozzi che favorisce la interconnessione delle falde. In questa area, pur gravata da numerosi e rilevanti centri di pericolo causa l’elevata pressione antropica, stante l’elevato spessore degli acquiferi e la naturale protezione, sono localizzati i maggiori e strategici prelievi di acque sotterranee dell’intera provincia”. Per quel che ci riguarda, non possiamo assolutamente escludere che l'acqua del Panaro si mescoli con quella da cui pescano i pozzi HERA che alimentano gli acquedotti di San Cesario, di Modena, Castelnuovo e Castelvetro - chiudono i tre consiglieri -. Ciò premesso chiediamo si proceda quanto prima all’allacciamento dello scarico delle acque trattate nel depuratore aziendale alla fognatura comunale di via Macchioni con recapito finale al depuratore comunale. Quanto sopra in ottemperanza alle prescrizioni contenute nella Determinazione dirigenziale di Arpae-SAC del 22 novembre 2017, ritenendo debbano essere messe in atto tutte le necessarie procedure di prevenzione e precauzione per salvaguardare il nostro Fiume dell'esposizione a possibili agenti inquinanti che possano avere ripercussioni sulla salute umana'.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
'Commissione Bibbiano, M5S inizia opera di insabbiamento'
Politica
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:79571
Autostrade, la concessione resta: la De Micheli 'passa sul cadavere' ..
Politica
08 Settembre 2019 - 11:50- Visite:74291
I soldati di Allah
Le Vignette di Paride
02 Novembre 2017 - 11:39- Visite:69595
Inchiesta sui minori 'Angeli e Demoni': indagati altri due sindaci
Politica
02 Luglio 2019 - 16:02- Visite:64554
Così il M5S appena un mese fa donava soldi alla onlus Hansel e Gretel
Politica
28 Giugno 2019 - 22:51- Visite:55693
Sanità, svolta in Emilia-Romagna: la regione apre ai privati
Politica
10 Luglio 2018 - 14:14- Visite:53547

La Provincia - Articoli Recenti
Covid, 11 contagi a Modena e due ..
I sintomatici sono 7, gli asintomatici 4. Due le persone ricoverate in Reparto. Si ..
27 Ottobre 2021 - 17:45- Visite:686
'Castelvetro, senza green pass ..
'Se basta una norma di questo tipo a togliere diritto inviolabile di votare, credo che i ..
27 Ottobre 2021 - 16:04- Visite:530
Sassuolo, il sindaco tranquillizza ..
'L’intervento alla gamba è andato bene ora però i medici mi hanno prescritto riposo e ..
27 Ottobre 2021 - 15:05- Visite:230
Bastiglia, morta a 16 anni dopo ..
'Voglio sapere la verità, voglio sapere per quale motivo è morta Giulia. La Procura non ha..
27 Ottobre 2021 - 12:57- Visite:1886
La Provincia - Articoli più letti
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 ..
Il padre: 'Non credo il vaccino abbia influito. In ogni caso non mi importa il motivo, farei..
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:177998
Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43- Visite:161175
Vignola, il coronavirus ha ucciso ..
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48- Visite:43752
Rintracciata la mamma scomparsa col ..
Ora i carabinieri procederanno come previsto dalla legge per sottrazione di minore, sempre ..
29 Settembre 2019 - 10:57- Visite:39360