La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
notiziarioLa Provincia

Stop del Consiglio di Stato a Mirandolaexit: Pd infierisce

La Pressa
Logo LaPressa.it

Golinelli (Lega): 'L’auspicio è che prevalgano il buon senso e la via del dialogo: tener dentro un comune che ha chiesto di uscire non si fa bene a nessuno'


Stop del Consiglio di Stato a Mirandolaexit: Pd infierisce

'Il Consiglio di Stato si è espresso rigettando la richiesta avanzata da Mirandola di annullamento della sospensiva del TAR. Tale decisione non è stata motivata vagliando nel merito le scelte adottate dal Comune di Mirandola, bensì, trattandosi pur sempre ancora di una fase cautelare, ritenendo momentaneamente prevalente l’esigenza, rappresentata dall’Unione, di non modificare la composizione della stessa prima di una pronuncia definitiva sulla questione, al fine di non pregiudicare la continuità dei servizi attualmente in essere'. Così in una nota il deputato Guglielmo Golinelli commenta la notizia data in anteprima da La Pressa dello stop confermato dal Consiglio di Stato alla Mirandolexit.

'Al contempo, però, il Consiglio di Stato non ha potuto non evidenziare la necessità di adeguati approfondimenti, che saranno demandati alla fase di merito del giudizio, sulla questione con cui Unione e Regione hanno costruito il ricorso, ossia l’interpretazione dell’articolo 19 comma 4 della legge regionale 21/2012 per cui il recesso non potrebbe avvenire prima di 5 anni dal conferimento dell’ultimo servizio. Con tale affermazione il Consiglio di Stato ha ribaltato le certezze di Ucman, Regione e TAR in merito al recesso, riaprendo la questione sulla legittimità di quanto deliberato democraticamente dal Consiglio Comunale mirandolese, per cui l’unico limite all’uscita posto dalla legge regionale sarebbero i 10 anni di permanenza dalla nascita dell’Unione (cosi come definito dal comma 3 dell’articolo 19) - continua Golinelli -. Tutto ciò suggerirebbe l’opportunità di trovare un accordo politico e di evitare di proseguire con i tribunali, soluzione che Mirandola ha già proposto, sia con la delibera di recesso, aprendo alla possibilità di stipulare convenzioni per la gestione in forma associata di alcuni servizi e per traghettare l’uscita nel migliore dei modi, che proponendo un posticipo del recesso al 1° luglio 2021, in modo da lasciar più tempo sia al Comune che all’Unione per riorganizzarsi ed accordarsi. Davanti a questa seconda proposta avvenuta lo scorso 12 novembre, non abbiamo ricevuto risposte, in quanto l’Unione non ha ancora prodotto il materiale necessario alla riorganizzazione e perché non esiste una visione comune tra gli 8 sindaci sul futuro dell’ente. Infatti si va da chi vorrebbe una totale integrazione, a chi non è disposto come Cavezzo a conferire altri servizi tra cui la Polizia Locale, e a chi vorrebbe un’Unione più leggera con i soli servizi dove c’è stata la totalità dei conferimenti. A questo si aggiunge anche la resistenza di alcuni dirigenti UCMAN che mal digerirebbero la mancata convenzione dei loro servizi con Mirandola. L’auspicio è che prevalgano il buon senso e la via del dialogo, prendendo atto che a tener dentro un comune che ha chiesto di uscire, non si fa né il bene del comune recedente né quello dell’Unione'.

La replica del Pd

'Si conferma che Golinelli e la Lega non solo hanno commesso un grave errore politico, isolando Mirandola, ma anche che non sanno come portare in porto i loro progetti': con queste parole il segretario Pd di Mirandola Marco Azzolini commenta la bocciatura da parte del Consiglio di Stato del ricorso presentato dall’Amministrazione contro l’ordinanza cautelare del Tar. “L'ente che a detta di Golinelli doveva far valere i diritti dell'azione promossa dal Consiglio comunale di Mirandola ha respinto l'azione intrapresa dall'Amministrazione Greco contro l'ordinanza cautelare del TAR dell'Emilia Romagna. Chiudiamo definitivamente un capitolo: il ricorso al TAR da parte dell'Unione è legittimo, come lo è la sospensiva decretata dallo stesso. Sarebbe ora di smetterla di perdere tempo in inutili carteggi, che peraltro costano, proponendo un progetto di sviluppo per questo territorio. Non ci risulta ancora una proposta aggiornata di documento di programmazione economica, manca forse un piano vero per quello che era il capoluogo del distretto dell'Area nord? Quando cominceremo a confrontarci su un progetto vero e ambizioso su come vorremmo che fosse Mirandola nei prossimi anni? Da troppo tempo vediamo solo provvedimenti per piccole e modeste operazioni quotidiane. Quale idea di Mirandola ha in mente di sviluppare la Giunta Greco? Noi non neghiamo la legittimità della Lega di voler uscire, ma l'arroganza e la pretesa di decidere sulla testa di tutti è stata sconfessata anche dal Consiglio di Stato, che secondo il nostro avvocato sindaco avrebbe sistemato tutto - chiude Azzolini -. Si conferma così che Golinelli e la Lega non solo hanno commesso un grave errore politico, isolando Mirandola, ma anche che non sanno come portare in porto i loro progetti'.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:106649
'Commissione Bibbiano, M5S inizia opera di insabbiamento'
Politica
07 Agosto 2019 - 14:23- Visite:77942
Inchiesta sui minori 'Angeli e Demoni': indagati altri due sindaci
Politica
02 Luglio 2019 - 16:02- Visite:63544
Così il M5S appena un mese fa donava soldi alla onlus Hansel e Gretel
Politica
28 Giugno 2019 - 22:51- Visite:54820
Sanità, svolta in Emilia-Romagna: la regione apre ai privati
Politica
10 Luglio 2018 - 14:14- Visite:52675
Lgbt, la legge è stata approvata dopo 51 ore di dibattito: asse ..
Politica
27 Luglio 2019 - 06:19- Visite:49629
La Provincia - Articoli Recenti
Covid, 254 contagi nel modenese e 5 ..
I sintomatici sono 174, gli asintomatici 80. Nove le persone ricoverate in Reparto, una in ..
01 Aprile 2021 - 18:48- Visite:1873
Carpi, ai 100 all'ora su una Vespa ..
Gli accertamenti tecnici sulla Vespa hanno consentito di riscontrare sostanziali modifiche: ..
01 Aprile 2021 - 17:41- Visite:1910
Vignola, volontariato in lutto: è ..
Aveva 74 anni. 'Un vero appassionato che ha saputo avvicinare tanti giovani allo sport'
01 Aprile 2021 - 10:54- Visite:1929
Passa ad Anas la gestione di tutta la..
Dal Comune passa la proprietà dei 7 chilometri e 590 metri fino a ora gestiti direttamente...
01 Aprile 2021 - 10:49- Visite:87

CafItalia

La Provincia - Articoli più letti


Nonantola, sfrattata e con una gamba ..
La drammatica vicenda di Simona. Il sindaco di Nonantola, sollecitato anche da dirigente ..
18 Ottobre 2018 - 10:43- Visite:159140
Vignola, il coronavirus ha ucciso ..
Vignola piange anche Nerino Vezzelli, storico titolare del Bar Italia di via Garibaldi a ..
23 Marzo 2020 - 21:48- Visite:41675
Rintracciata la mamma scomparsa col ..
Ora i carabinieri procederanno come previsto dalla legge per sottrazione di minore, sempre ..
29 Settembre 2019 - 10:57- Visite:37323
Orrore di Bibbiano, onlus coinvolta ..
Trincia: 'Arrestato Claudio Foti, responsabile del Centro Hansel e Gretel, lo stesso da cui ..
27 Giugno 2019 - 15:22- Visite:34881