Addio (con amarezza), alla Sacca: 'Qui non si può più fare crescere un figlio'
CISL Emilia Centrale
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
notiziarioLettere al Direttore

Addio (con amarezza), alla Sacca: 'Qui non si può più fare crescere un figlio'

La Pressa
Logo LaPressa.it

La lettera di una residente cresciuta nel rione al centro di nuovi e contestati interventi urbanistici


Addio (con amarezza), alla Sacca: 'Qui non si può più fare crescere un figlio'
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

“Purtroppo me ne vado da casa mia. Dalla Sacca, che a Modena è sempre stata casa mia. Qui è dove sono praticamente nata e cresciuta.Qui è dove ho imparato ad andare in bicicletta insieme ai miei nonni. Qui è dove l’autobus 11 Zodiaco è stato il mio mezzo di trasporto per tutta la prima parte della mia vita.
Ho imparato tante cose alla Sacca e ho imparato anche a riconoscere chi vuole bene e chi no, a questo quartiere popolare. Me ne sono accorta alla riunione indetta dai residenti che avevano scoperto da soli della costruzione di un enorme polo logistico e dove i nostri governanti, davanti alle lamentele dei miei vicini di casa, hanno risposto “tanto qui una volta avevate le fonderie. Di che vi lamentate?”
A questo punto mi chiedo perché non rimettere l’amianto sui tetti, dopo aver scoperto che è cancerogeno.


Purtroppo mi trasferisco, dopo aver avuto un bimbo piccolo mi sono resa conto che “casa” mia, non è più adatta ad essere anche casa sua.
Qui alla Sacca vince chi ha i soldi e i soldi li hanno le aziende. Con un neonato mi son trovata a non avere i marciapiedi adatti, anzi a non averli proprio, in cambio però abbiamo tante promesse fatte è mai mantenute.
Mi son resa conto di essere circondata da inquinamento e che grazie a delle scelte contestate ampiamente, ma comunque mal considerate o messe a tacere, lo smog soprattutto in zona, aumenterà. E quindi ho venduto, con la tristezza nel cuore perché ho venduto non per profitto, ma per necessità.
Scappo da quella che è stata casa mia per trent’anni perché qualcuno dall’alto della sua poltrona, ha deciso che la Sacca è l’agnello sacrificale.

Il posto che ha fatto della sua cattiva nomea, un’esempio di convivenza ed integrazione, verra trasformato in un grande polmone nero a favore delle grandi ditte, con tanti soldi.
Me ne vado a malincuore perché sono fortunata e vengo da una famiglia fortunata, che mi ha dato la possibilità di andare via. Cosa che molte persone non hanno ed è ingiusto dover abbandonare casa, perché i cittadini, che pagano le tasse e animano la città, valgono meno di alcune aziende e dei loro ricavi. La vicina 90enne di mia nonna è convinta di lasciare una bella eredità con casa sua, ai suoi nipoti e io non ho il coraggio di dirle che non sarà così, perché le case alla Sacca valgono 1/3 di quelle nelle altre zone di Modena.
Scusate vicini, me ne vado per far trovare al mio bimbo quel verde che qui non c’è. So bene che non dovrei scusarmi io perché ho sempre fatto del bene al quartiere, bene che poteva essere fatto anche da chi ha la vera possibilità di farlo, ma che come priorità non ha sicuramente il mio bimbo, nè i bimbi degli altri”.

Lettera firmata

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

CISL Emilia Centrale

Mivebo
Lettere al Direttore - Articoli Recenti
Voto a Modena, superficialità del centrodestra lascia sbigottiti
Per i più diffidenti indurrebbe persino a pensare che ci siano accordi sottobanco per la ..
11 Giugno 2024 - 20:32
Un francobollo al fascista Italo Foschi: sfregio alla democrazia
Chiediamo a tutti i democratici di far sapere, con noi, che è necessario cancellare ..
07 Giugno 2024 - 20:54
Modena, pulizia strade: nel disciplinare Hera non dovrebbe sollevare polveri...
Si legge: 'Nello svolgimento del servizio, gli addetti dovranno avere cura di non sollevare ..
02 Giugno 2024 - 21:06
'Sicurezza idraulica, positivo incontro col candidato sindaco di Cavezzo Venturini'
I Comitati: 'Il nostro obiettivo è di riuscire a contare anche nei confronti di una Regione..
28 Maggio 2024 - 10:31
Lettere al Direttore - Articoli più letti
Io, vittima del green pass: qualcuno chiederà conto di tutto questo
Resistere per poter raccontare alle future generazioni che anche nelle avversità, se pure ..
16 Febbraio 2022 - 21:48
Follia green pass, a 760mila ragazzi è vietato vivere la giovinezza
Vietato ad esempio andare a mangiare una pizza con gli amici, andare al cinema, andare al ..
25 Gennaio 2022 - 14:45
Sono a rischio trombosi: nessuna esenzione e il medico mi ha cacciato
L'Aulss di competenza mi ha comunicato che il medico di base mi ha cancellato dalla lista ..
14 Febbraio 2022 - 14:46
'Sperimentazione vaccini finisce nel 2023: scelgo di curarmi e curare'
L'ex primario Pronto soccorso Modena: 'Chi sono quei terrapiattisti che impediscono ..
24 Luglio 2021 - 16:36