Bper, la banca dove tutto può iniziare... E finire
Acof onoranze funebri
Italpizza
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Acof onoranze funebri
notiziarioLettere al Direttore

Bper, la banca dove tutto può iniziare... E finire

La Pressa
Logo LaPressa.it

Da quasi 40 giorni attendo la mia nuova carta di credito: Grazie a questo folle trattamento sono andati in tilt tutti i miei pagamenti automatici...


Bper, la banca dove tutto può iniziare... E finire
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Caro Direttore,
forse allo slogan altisonante 'Bper, la banca dove tutto può iniziare' bisognerebbe aggiungere “Anche i tuoi guai”. Sono Vittorio Cajò, cittadino di Bastiglia da ormai quasi 40 anni. Sono ingegnere, conosco quattro lingue, ho vissuto in molte grandi città e in diversi paesi, ho lavorato con successo in molte aziende e multinazionali, ed oggi sono già in pensione. Ho diverse proprietà in Bastiglia, tutte libere da ipoteche, e sono cliente della Bper da oltre 37 anni.

Il 10 ottobre ho dovuto fare annullare la mia carta di credito perché sono stato oggetto di un tentativo di phishing, ho fatto regolare denuncia ai carabinieri, svolte le innumerevoli pratiche bancarie, ecc. E qui viene il bello: al momento di richiedere la nuova carta di credito, la cassiera mi dice “non si può perché lei è andato una volta in rosso col conto corrente”.

Faccio presente che sono andato in rosso per pochissimo tempo in quanto, dal momento che ho diversi conti correnti, ho sempre provveduto a fare dei giroconti interni da conto a conto per tornare in positivo. Alla mia domanda “E quando potrò avere la nuova carta” mi viene risposto “una decina di giorni!”.

Forse l’illuminato che ha escogitato una tale disposizione attraversava un momento di felicità dello spirito, che lo avrà allontanato dalla realtà della vita di tutti i giorni, perché se uno depone i propri averi (ad iniziare dallo stipendio o della pensione) nella tua banca, la carta di credito rappresenta la sua chiave per accedere ai propri beni che ti ha affidato! “Ah, ma lei ha anche il bancomat”. “Sì, ma tutti i pagamenti automatici (acquisti a rate, bollette e altro) sono appoggiati alla carta di credito!”.

“Sì, ma lei li può appoggiare al conto corrente”. A parte il fatto che queste sono decisioni mie personali, praticamente tutti siti di e-commerce di chiedono di inserire una carta al momento del pagamento.

Detto questo dopo quasi 40 giorni non mi è ancora arrivata la mia carta di credito! Grazie a questo folle trattamento sono andati in tilt tutti i miei pagamenti automatici: insoluti, insoluti, insoluti, insoluti! Persino il gestore telefonico presso il quale ho acquistato il mio telefono cellulare (cassaforte e scrigno inseparabile dei tuoi beni e segreti, chiave di accesso ormai alla tua vita pratica) mi minaccia di bloccare il mio Imei! Inoltre, il mio piano di consumo (voce, messaggi e dati) che è di tipo flat (tutto compreso con pagamenti automatici) è andato a farsi benedire e mi comunica continuamente “Non hai più credito, ricarica ora”. Non so se mai qualcuno ha fatto quest’esperienza, ma in una situazione del genere le ricariche “fuori piano” durano pochi minuti.
Dopo ripetute sollecitazioni all’agenzia Bper di Bastiglia, mi viene risposto che ora chiederanno alla direzione se possono emettere la carta. Questa è pura alienazione: alienazione dal principio di realtà! È proprio realistico il nuovo slogan della Bper: davvero “Dove tutto può iniziare”.
Vittorio Cajò

E' possibile seguire La Pressa anche su Whatsapp iscrivendosi a questo link

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Italpizza

Mivebo
Lettere al Direttore - Articoli Recenti
Modena, usata mailing list dei dipendenti comunali per spot a Mezzetti
Usano la struttura amministrativa Comunale come se fosse uno dei loro 'circoli' di partito
20 Maggio 2024 - 07:09
Parcheggi a Modena, prezzi fuori controllo
Anche in città molto più turistiche (Como ad esempio) si trovano tariffe orarie da 1 euro,..
19 Maggio 2024 - 18:22
Odissea dopo lo sfratto: impossibile trovare un alloggio in affitto
Dopo 14 anni passati in un'appartamento nella zona viale Manzoni a Carpi, il proprietario ha..
15 Maggio 2024 - 11:25
'Così Cigarini infanga ancora l'onorabilità di Pagliani'
Andrea Galli: 'Si è permesso di ripescare quelle accuse, false, adombrando ancora ..
14 Maggio 2024 - 16:54
Lettere al Direttore - Articoli più letti
Io, vittima del green pass: qualcuno chiederà conto di tutto questo
Resistere per poter raccontare alle future generazioni che anche nelle avversità, se pure ..
16 Febbraio 2022 - 21:48
Follia green pass, a 760mila ragazzi è vietato vivere la giovinezza
Vietato ad esempio andare a mangiare una pizza con gli amici, andare al cinema, andare al ..
25 Gennaio 2022 - 14:45
Sono a rischio trombosi: nessuna esenzione e il medico mi ha cacciato
L'Aulss di competenza mi ha comunicato che il medico di base mi ha cancellato dalla lista ..
14 Febbraio 2022 - 14:46
'Sperimentazione vaccini finisce nel 2023: scelgo di curarmi e curare'
L'ex primario Pronto soccorso Modena: 'Chi sono quei terrapiattisti che impediscono ..
24 Luglio 2021 - 16:36