Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Società Dolce: fare insieme
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
notiziarioLettere al Direttore

Camminata Pace Sacca, Beatrice De Maio: 'La Costituzione è chiara, incompatibile parlare di pace e finanziare la guerra'

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il consigliere comunale Modena Sociale De Maio, risponde alla lettera di Camillo Po sulla partecipazione di Pd e M5S: 'Ecco perché dissento'


Camminata Pace Sacca, Beatrice De Maio: 'La Costituzione è chiara, incompatibile parlare di pace e finanziare la guerra'
Il consigliere comunale Modena Sociale Beatrice De Maio, risponde alla lettera di Camillo Po, pubblicata da La Pressa, sulla partecipazione di Pd e M5S alla camminata per la Pace della scorsa settimana a La Sacca.

'Ho letto la lettera del signor Camillo Po riguardante il mio intervento sulla cosiddetta “Camminata della Pace e della solidarietà” organizzata domenica scorsa da alcuni cittadini del quartiere Sacca, con la partecipazione di esponenti dei 5s e del segretario del Pd. Innanzitutto ringrazio il signor Po per essere intervenuto su questo tema, poiché ritengo che l’impegno civile sia sempre un fattore positivo. Detto questo, il mio dissenso rispetto ai contenuti della lettera è totale: gli articoli 11 e 52 della Costituzione vengono citati in maniera del tutto decontestualizzata rispetto all’oggetto della discussione che è il conflitto in Ucraina.

L’Italia ripudia la guerra, recita l’articolo 11, non si capisce bene dove fossero i 5S ed il Pd quando gli Usa e la Nato hanno previsto lo spostamento verso Est dell’asse occidentale, fino ai confini della Russia, venendo meno a quelli che erano gli impegni presi con la leadership dell’Urss al momento della dissoluzione dell’Unione Sovietica, all’inizio degli anni 90. L’Italia, secondo la Costituzione, dovrebbe promuovere e favorire le organizzazioni internazionali che favoriscano la Pace e la giustizia tra le Nazioni, non mi pare che la Nato persegua questo scopo, basterebbe chiedere a libici e serbi cosa ne pensano.

La guerra in Ucraina è iniziata nel 2014, dopo che un colpo di stato violento ha rovesciato un governo democraticamente eletto, quello del primo ministro Yanukosky, sostituito da un governo scaturito da elezioni tutt’altro che democratiche, svoltesi in un clima di intimidazioni e violenze contro gli avversari politici; un governo che ha scatenato un’ondata di russofobia violenta, culminata in orrende stragi, come quella di Odessa il 2 maggio del 2014.

Gli accordi di Minsk, sottoscritti dalle Repubbliche del Donbass e Ucraini sotto la supervisione di Russia, Germania e Francia non sono mai stati rispettati dalla giunta Ucraina sobillata dagli americani. Inoltre non mi risulta che a Modena qualcuno abbia marciato per ricordare che i civili di Donestk e Lugansk erano sotto le bombe dell’esercito ucraino h 24 e 365 giorni all’anno, nessuno ha proposto di rifornire di armi un popolo che stava lottando per la sua sopravvivenza. 

Nella lettera il signor Po afferma che si possono usare le armi per la difesa della Nazione, concordo su questo ma mi deve spiegare perché l’Italia debba rifornire di armi una Nazione contro un’altra, considerando che l’Italia non è legata da nessun trattato con l’Ucraina e che ha da sempre avuto ottime relazioni diplomatiche, politiche ed economiche con la Russia, anche quando esisteva l’Unione Sovietica e l’Italia era parte integrante della Nato e dell’Occidente, eppure la classe politica della prima repubblica aveva saputo ritagliare un ruolo importante per l’Italia che spesso ha svolto il mediatore nei conflitti, come successe in Medio Oriente. Oggi invece i partiti di governo e di opposizione che si stanno scambiando i ruoli in questi giorni hanno sposato la linea dell’oltranzismo atlantico, al pari della Polonia e delle Repubbliche Baltiche che però hanno una storia ben diversa dalla nostra e di cui si può comprendere meglio l’ostilità e la diffidenza verso la Russia.

Voglio soffermarmi anche sulle affermazioni che riguardano le difficoltà economiche dei cittadini per i rincari delle bollette, se il sig. Po avesse seguito le attività in Consiglio Comunale si sarebbe accorto che mi sono occupato del tema con mozioni ed interrogazioni, questo è il lavoro principale del consigliere comunale, per sensibilizzare giunta e consiglio sui rincari che stavano arrivando e sui costi dell’energia che stavano diventando insostenibili ma questo accade già da un anno e mezzo. Del tutto fuorviante e strumentale è l’affermazione che tali costi derivano anche per causa indiretta “dall’occupazione dei territori del sud est dell’Ucraina da parte dei russi”, tali aggravi derivano prima di tutto da un cambio delle politiche di acquisto dell’energia da parte della Ue che risalgono a due anni fa e poi alla follia delle sanzioni contro la Russia alla politica aggressiva ed ostile praticata dalla Ue che ci ha portati a privilegiare gli acquisti del gas liquidi dagli Usa, a condizioni economiche molto svantaggiose. La nostra crescita economica è stata basata, cosi come quella della Germania, sui costi contenuti delle materie prime, grazie soprattutto ai gasdotti dalla Russia, quei gasdotti che risultano essere talmente fastidiosi da essere oggetto di sabotaggi al tritolo, a proposito di ricerca della pace e della concordia.

Chi ha votato le sanzioni dovrebbe avere il coraggio di spiegare che molte delle difficoltà economiche che stanno affrontando gli italiani vengono proprio da queste scelte deliberate da una classe politica che adesso cerca di lavarsi la coscienza, mentre restano gli atti parlamentari che parlano chiaro, molto chiaro. Concludendo, caro signor Po io parteciperò certamente ad ogni iniziativa di Pace che preveda come piattaforma lo stop alla fornitura di armi, lo stop alle sanzioni e la ripresa del ruolo dell’Italia come ruolo di mediatrice che oggi è occupato dalla Turchia. Infine le chiedo come mai siete disposti a mandare armi agli ucraini per difendersi dalla Russia (faccio presente che nel mondo esistono al momento almeno una trentina di conflitti), mentre contrari a mandarle a yemeniti, palestinesi... Non è questa ipocrisia o doppi standard?'
Beatrice De Maio (Consigliere comunale Modena Sociale)


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Società Dolce: fare insieme

Lettere al Direttore - Articoli Recenti
Modena, la teorica mobilità ..
Inviterei gli assessori, i geometri, gli ingegneri, i tecnici comunali che si occupano di ..
24 Novembre 2022 - 21:47
'Campagna vaccinale, così la scienza..
Giovanardi: 'Nessuna riposta dalle istituzioni sanitarie modenesi sulla richiesta di ..
22 Novembre 2022 - 22:31
Green pass, io non so se potrò mai ..
Non credo ci sia nulla che possa risarcire tutto quello che hanno subito le persone che non ..
02 Novembre 2022 - 17:01
Vaccini, ecco perchè condivido in ..
Nella mia vita ho visto diverse epidemie, allora non si usava il termine pandemia perché ..
27 Ottobre 2022 - 22:03
Lettere al Direttore - Articoli più letti
Io, vittima del green pass: qualcuno ..
Resistere per poter raccontare alle future generazioni che anche nelle avversità, se pure ..
16 Febbraio 2022 - 21:48
Follia green pass, a 760mila ragazzi ..
Vietato ad esempio andare a mangiare una pizza con gli amici, andare al cinema, andare al ..
25 Gennaio 2022 - 14:45
Sono a rischio trombosi: nessuna ..
L'Aulss di competenza mi ha comunicato che il medico di base mi ha cancellato dalla lista ..
14 Febbraio 2022 - 14:46
Ex primario Ps Modena: 'Covid, ecco ..
Daniele Giovanardi entra nel dettaglio dei farmaci da adottare. Clorochina (Plaquenil) al ..
06 Novembre 2020 - 20:51