Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Società Dolce: fare insieme
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
notiziarioLettere al Direttore

Caro Bonaccini, a lavorare in campagna vadano i grandi evasori...

La Pressa
Logo LaPressa.it

Mi sento offesa... Io ho dovuto chiedere il Rdc in seguito a infortunio sul lavoro, danni permanenti e mai nessun risarcimento


Caro Bonaccini, a lavorare in campagna vadano i grandi evasori...

Mi chiamo Elena Boac, vivo a Modena e come tantissime persone sono a casa, non per scelta mia ma per il motivo che ormai tutti quanti conosciamo: il coronavirus.
Quindi si cerca di riempiere più possibile il tempo, tra leggere, cucinare e tante altre attività che vengono improvvisate, considerando che la vita di una persona come me non è di sicuro stare chiusa in casa.

Sottolineo il leggere, per lo meno si cerca di rimanere informati.
Seguo spesso voi come giornale on line, ho trovato professionalità, informazioni del mio interesse e anche del mio gradimento.
Oggi uno degli articoli riportava la dichiarazione del Presidente della Regione Stefano Bonaccini. “Chi prende il reddito di cittadinanza può cominciare ad andare a lavorare nei campi per raccogliere la frutta e la verdura, visto che gli agricoltori stanno facendo fatica a trovare lavoratori per la stagione della raccolta.


Cosi restituisce un po’ quello che prende
”. Mi sono sentita per l’ennesima volta umiliata, offesa e usata.
Spiego meglio: a marzo del 2020 sono stata costretta a fare la domanda per il Reddito di cittadinanza. Non vi racconto i dettagli pietosi di tutto il percorso che ho dovuto fare.
Tre giorni fa “scopro” che è stato approvato.
Adesso, probabilmente, quando si parla di Reddito di cittadinanza alla gente arriva all’orecchio un informazione che è molto “impostata” come il richiedente fosse un privilegiato dello Stato che vive sulle spalle di un intera Nazione.

Io ho dovuto chiedere il Rdc in seguito a infortunio sul lavoro, danni permanenti e mai nessun risarcimento.
Oltre una lunga serie di traversie.

Ecco perché l’affermazione del presidente Bonaccini mi fa tanto male. Ti viene tolta la dignità, hai solo doveri e quasi mai diritti ma il problema sei sempre tu.


Lavorare in campagna è un lavoro dignitoso, con un problema molto serio in Italia:

  1. Sei sottopagato.
  2. Le condizioni di lavoro sono pessime (in generale).
  3. Sei trattato più da schiavo che da lavoratore.
  4. Non vengono minimamente rispettati il diritto del lavoratore.

Informatevi, cortesemente, su quale è la cifra che viene destinata ad ognuno come Rdc (io sarei una dei fortunati). Come mai non si ipotizza mai di mandare  a lavorare in campagna i veri evasori  fiscali da milioni di euro? Parliamo sempre di persone (quando vengono scoperti) che dopo anni di processi inutili e dispendiosi per la nostra nazione, per lo Stato, vengono assolti perché il fatto non sussiste… e rimangono ricchi e continuano ad evadere fiscalmente, addirittura vengono anche risarciti per aver subito processi ingiusti.
Come mai non si mandano  a lavorare in campagna le persone che “lavorano“ nel servizio pubblico e non fanno mai nulla, ma prendono uno stipendio che noi altri ce lo possiamo sognare?

Chiedo al presidente Bonaccini di farmi avere tutto ciò che è mio e che in un modo o nell’altro mi è stato tolto, e rinuncio molto volentieri al Reddito di cittadinanza che mi è stato concesso. Cosi possiamo finalmente riprendere a vivere io e la mia famiglia… Non posso sentirmi dire che sono un parasita che vive sulle spalle dei grandi lavoratori onesti!

Elena Boac



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Società Dolce: fare insieme

Lettere al Direttore - Articoli Recenti
Modena, la teorica mobilità ..
Inviterei gli assessori, i geometri, gli ingegneri, i tecnici comunali che si occupano di ..
24 Novembre 2022 - 21:47
'Campagna vaccinale, così la scienza..
Giovanardi: 'Nessuna riposta dalle istituzioni sanitarie modenesi sulla richiesta di ..
22 Novembre 2022 - 22:31
Green pass, io non so se potrò mai ..
Non credo ci sia nulla che possa risarcire tutto quello che hanno subito le persone che non ..
02 Novembre 2022 - 17:01
Vaccini, ecco perchè condivido in ..
Nella mia vita ho visto diverse epidemie, allora non si usava il termine pandemia perché ..
27 Ottobre 2022 - 22:03
Lettere al Direttore - Articoli più letti
Io, vittima del green pass: qualcuno ..
Resistere per poter raccontare alle future generazioni che anche nelle avversità, se pure ..
16 Febbraio 2022 - 21:48
Follia green pass, a 760mila ragazzi ..
Vietato ad esempio andare a mangiare una pizza con gli amici, andare al cinema, andare al ..
25 Gennaio 2022 - 14:45
Sono a rischio trombosi: nessuna ..
L'Aulss di competenza mi ha comunicato che il medico di base mi ha cancellato dalla lista ..
14 Febbraio 2022 - 14:46
Ex primario Ps Modena: 'Covid, ecco ..
Daniele Giovanardi entra nel dettaglio dei farmaci da adottare. Clorochina (Plaquenil) al ..
06 Novembre 2020 - 20:51