Società Dolce: fare insieme
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Società Dolce: fare insieme
notiziarioLettere al Direttore

Il Venezuela non è uno Stato-Mafia

La Pressa
Logo LaPressa.it

Si deve partire da un dato di fatto reale, Maduro non è un dittatore, è rappresentativo di una parte importante di quel paese


Il Venezuela non è uno Stato-Mafia

Ho letto con interesse il lungo articolo di Estefano Tamburrini sull’oro del Venezuela. Non sono un esperto di quel paese, certamente l’autore dell’articolo è più documentato, da come scrive si potrebbe dedurre che nutre un particolare interesse. Mi pare però che questo non giovi a far si che  descriva uno scenario credibile. Lo definisce, alla fine, uno Stato mafia, sostenuto unicamente dall’apparato militare e dalla criminalità. Ho qualche conoscenza di politica e cerco di documentarmi anche da fonti di informazione che non facciano riferimento ai grandi media, che riportano in genere le” verità” dei centri di potere occidentali.

Per fare un esempio, nei giorni precedenti il tentativo di colpo di stato di Guaidò, quando faceva dei comizi, i media televisivi evitavano accuratamente di fare una panoramica, per non evidenziare la scarsa presenza di pubblico, così come, per ragioni opposte,non hanno trasmesso una visione d’insieme della manifestazione oceanica a sostegno di Maduro.


Vengo subito al punto, non è credibile che uno stato mafia, privo di consenso popolare, oggetto di una guerra economica da parte degli USA, osteggiato dai governi occidentali, con la parzialissima eccezione dell’Italia, da quasi tutti i governi Sudamericani, con le eccezioni di Cuba, della Bolivia e del Presidente del Messico, possa resistere al potere per lungo tempo. Da quando gli USA hanno proclamato la “ Dottrina Monroe” nel 1823 , in cui affermavano che le grandi potenze Europee non potevano accampare diritti sul continente Americano, hanno effettuato un centinaio di interventi, fra guerre,  blitz militari, colpi di stato, operazioni coperte, per affermare la loro egemonia sul continente. Ricordo la guerra con il Messico per strappargli il Texas o quella contro la Spagna per cacciarla da Cuba e da porto Rico ma nel 1903 sono intervenuti anche in Venezuela. Un governo, osteggiato dagli USA e privo di consenso popolare, sarebbe già stato spazzato via da tempo. Il fatto che, anche i governi di destra, come quello della Colombia e non solo, siano contrari ad un intervento militare, non dipende solo da ragioni di politica interna ma anche, penso, dalla consapevolezza che una parte della popolazione si opporrebbe con forza ad un intervento esterno.

La presenza delle milizie popolari armate non credo sia stata sottovalutata dagli USA che hanno scartato l’ipotesi dell’intervento diretto, fino ad oggi, nonostante i numerosi solleciti di Guaidò. Per inciso, un leader politico che viene insediato grazie alle baionette fornite da un altro stato, non farà mai l’interesse del popolo che vuole governare. Ritengo che Maduro abbia commesso errori e forzature, penso a quelle verso il parlamento legittimo, così come lui è legittimamente capo dello stato. Sul terreno dell’economia, non tutto si può attribuire all’embargo economico USA. Penso che i governi Chavez e Maduro non abbiano fatto abbastanza per diversificare l’economia tutta orientata all’export di materie prime, subendo in pieno il crollo del prezzo del petrolio. Hanno redistribuito ricchezza ai ceti popolari, prima ne beneficiava unicamente una borghesia parassitaria ma non hanno saputo, o potuto, modificare in profondità il tessuto socioeconomico.

Quanto alle vicende descritte nell’articolo citato, certamente, il tasso di criminalità in Venezuela è altissimo, non depone però a favore della credibilità  di quanto descritto che le fonti citate siano di oppositori del governo espatriati,  di una ex procuratrice generale fuggita negli USA dopo essere entrata in conflitto con il governo, di fonti occidentali, fra cui un organizzazione finanziata dalla Open society di George Soros e di esponenti del Governo Americano. Spero che il Venezuela riesca ad uscire dalla situazione attuale creando una società e una economia migliore dell’attuale. Spero che non faccia un salto all’indietro ritornando a governi, espressione di ceti parassitari,asserviti alla grande finanza. Per uscirne in avanti serve il dialogo fra tutti i vari portatori di interessi, interni al paese. Deve dialogare Maduro, ma devono dialogare anche gli oppositori, evitando di sognare una rivincita, con le armi e le attività illegali di paesi terzi. Si deve partire da un dato di fatto reale, Maduro non è un dittatore, è rappresentativo di una parte importante di quel paese ma non di tutti e per uscirne in avanti serve anche il contributo, costruttivo, dell’opposizione.

Gualtiero Monticelli



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Onoranze funebri Simoni
Articoli Correlati
E' morto Riina: manifesto funebre (anonimo) per festeggiare
Oltre Modena
17 Novembre 2017 - 17:37- Visite:32956
Libera, le consulenze di Enza Rando
Quelli di Prima
02 Gennaio 2014 - 19:36- Visite:16800
Capitano Ultimo, dalla parte dell'Ultimo modello
Oltre Modena
17 Settembre 2017 - 08:43- Visite:15081
Il pentito della 'Ndrangheta sulla dirigente del Comune di Modena: 'I ..
La Nera
27 Settembre 2017 - 12:00- Visite:14620
Quando la Rando scrisse che Prima Pagina era «informazione a ..
Quelli di Prima
02 Gennaio 2014 - 18:25- Visite:14180
Francesco Cagliari: 'Quando Giovanardi difendeva Bianchini'
Politica
29 Settembre 2017 - 09:48- Visite:14095

Lettere al Direttore - Articoli Recenti
Card Seta si smagnetizza: dopo 3 anni..
E intanto SETA Spa tace. Ho inviato mail, compilato il modulo all'interno del sito relativo ..
16 Novembre 2021 - 12:06- Visite:2324
'Hera vince le gara e i rifiuti ..
'Proprio quando vince la gara, in una zona di Modena, si dimentica di raccogliere i rifiuti ..
11 Novembre 2021 - 18:35- Visite:2251
'Green Pass, non voglio essere ..
'Vi ringrazio ancora per la preziosa collaborazione mostrata in questo periodo. Spero ..
09 Novembre 2021 - 12:55- Visite:3765
'Cara prof, la prego: non faccia ..
Lettera aperta di una mamma a una professoressa di una scuola secondaria di primo grado di ..
26 Ottobre 2021 - 09:34- Visite:7082
Lettere al Direttore - Articoli più letti
Ex primario Ps Modena: 'Covid, ecco ..
Daniele Giovanardi entra nel dettaglio dei farmaci da adottare. Clorochina (Plaquenil) al ..
06 Novembre 2020 - 20:51- Visite:48455
‘Caro Burioni, non sono un babbeo: ..
L’ex primario Pronto soccorso Modena: ‘Al contrario di altri colleghi non mi faccio ..
04 Luglio 2021 - 22:13- Visite:44468
Covid, allarme dal pronto soccorso di..
Purtroppo in questo momento non sono i posti in terapia intensiva a scarseggiare, ma quelli ..
29 Ottobre 2020 - 06:04- Visite:41303
'Sperimentazione vaccini finisce nel ..
L'ex primario Pronto soccorso Modena: 'Chi sono quei terrapiattisti che impediscono ..
24 Luglio 2021 - 16:36- Visite:38503