La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
notiziarioLettere al Direttore

Ma la campagna di tamponi ai sanitari in Emilia Romagna non è ancora partita

La Pressa
Logo LaPressa.it

Siamo all'assurdo che se malauguratamente  hai un po' di febbre e qualche colpo di tosse il medico di base ti dice di restare a casa ma non ti fanno il tampone


Ma la campagna di tamponi ai sanitari in Emilia Romagna non è ancora partita
Nelle ultime settimane i media hanno portato alla luce la drammatica situazione degli operatori sanitari impegnati in trincea contro il Covid-19. Molti di loro si sono ammalati, molti sono positivi, molti sono morti. Ora a fronte di un coro di proteste, denunce, lettere alla più importanti riviste scientifiche firmate da medici e da ordine dei medici, i Governatori delle tre regioni più colpite, Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna, hanno risposto in modo diverso. La Lombardia ha provveduto quasi da subito a creare dei percorsi differenziati dal Pronto Soccorso, per chi autonomamente si reca in ospedale con sintomi influenzali che possono far pensare ad una infezione da Coronavirus. 
Il Governatore del Veneto ha deciso, in piena autonomia, di effettuare tamponi a tappeto ai sanitari e anche agli asintomatici sul territorio, cosa che puntualmente sta facendo. 

In Emilia Romagna il Governatore Bonaccini,  fra una dichiarazione e una smentita, fra accuse dei sindacati e scuse dell'amministrazione, alla fine martedi 17 marzo con un post su Facebook assicura molti più  tamponi anche agli asintomatici e, soprattutto, agli operatori sanitari. Peccato che le cose poi non si sono concretizzate.
Ci risulta che a tutt'oggi per gli operatori sanitari del Policlinico di Modena per esempio, dopo la dichiarazione di Bonaccini, la campagna tamponi non sia affatto partita. E non solo. Non è stato creato un percorso alternativo separato dal Pronto Soccorso per chi vi si reca con sintomi influenzali, nè una struttura di pre triage. Siamo all'assurdo che se malauguratamente  hai un po' di febbre e qualche colpo di tosse il medico di base ti dice di restare a casa ma non ti fanno il tampone. E se dopo 5/6 giorni non ne puoi più perché non ci salti fuori con gli antinfluenzali, vai al PS dell'ospedale. E siamo punto a capo. Se vieni dichiarato positivo, nel frattempo hai contagiato mezzo pronto soccorso, utenti e sanitari. E, paradosso nel paradosso, ti isolano dai tuoi famigliari che, seppur asintomatici, hanno condiviso con te almeno 5/6 giorni di malattia, ma ai quali non viene fatto il tampone.

A tutto questo bisogna aggiungere che se i nostri medici eroi fossero positivi al Covid-19 (senza saperlo perchè non sottoposti al tampone) continuano ad operare in reparto con l'evidente conseguenza che possono contagiare a loro volta i pazienti. Senza considerare che in una emergenza di questo tipo anche i sistemi di areazione dei locali dell'ospedale diventano inevitabilmente dispersori di contagio. 
Già una volta il Direttore del PS del Policlinico di Modena e il Direttore dell'Unità operativa di Microbiologia di Bologna, dopo aver effettuato i tamponi a operatori sanitari in servizio al PS del Policlinico modenese, decidono in modo autonomo di analizzarne solo alcuni, mentre gli altri sono stati 'buttati' via perchè non riportavano i criteri necessari per essere analizzati. Cioè: hanno fatto il tampone agli operatori che sono a stretto contatto con pazienti infetti e non, sono loro stessi a rischio contagio, ma la Direzione non ritiene opportuno analizzarli. Sembra una follia. Ad aggravare tutto ciò qualche giorno dopo esce un documento della direttrice generale della agenzia sanitaria dell'Emilia Romagna secondo il quale i medici positivi al tampone, possono dimezzare la quarantena e tornare a lavorare solo dopo sette giorni. Naturalmente poi la smentita è stata regolarmente pubblicata, con tanto di lettera di scuse. 

Non si tratta più di una questione politica ma di etica e di consapevolezza della portata di quello che si sta gestendo. Non possiamo accettare che i medici ospedalieri, medici di base, gli operatori sanitari (compreso volontari, operatori del 118, ecc..) siano trattati in questo modo. Reclamiamo per loro e per noi sicurezza, coerenza, rispetto, perchè fuori dagli ospedali c'è un paese che diligentemente e responsabilmente sta a casa, che si attiene scrupolosamente alle indicazioni del Governo. Noi non vogliamo terrorizzare ma far conoscere a tutti come stanno realmente le cose.
 
Anna Beatrice Borrelli


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:141285
Morti nelle Rsa per Covid, in Emilia Romagna dati peggiori d'Italia
Societa'
19 Aprile 2020 - 18:05- Visite:115751
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:101633
Modena in zona rossa: cosa prevede la bozza del decreto
Societa'
07 Marzo 2020 - 21:45- Visite:65842
La pandemia globale di Coronavirus? Simulata nel 2019
Oltre Modena
03 Marzo 2020 - 09:43- Visite:61655
Coop Alleanza 3.0 fulcro della crisi del Sistema. E Muzzarelli trema
Il Punto
13 Gennaio 2019 - 08:41- Visite:53032
Lettere al Direttore - Articoli Recenti
'Io educatrice in pensione, purtroppo..
Sono felice di non lavorare più per una amministrazione affarista che non rispecchia più i..
15 Giugno 2020 - 13:46- Visite:4822
Ospedale Mirandola, nascoste le ..
A sei mesi di distanza i cittadini, stante la mancanza di pubblicazione delle delibere, non ..
12 Giugno 2020 - 18:18- Visite:3639
Ponte Morandi? Un successo del ..
Bisogna riconoscere che la riuscita della rinascita del nuovo Ponte Morandi è un successo ..
08 Giugno 2020 - 18:34- Visite:1252
Cari maestri la scuola è finita, ..
A La Pressa ha scritto questa sera una bambina delle scuole Marconi di Modena per ..
05 Giugno 2020 - 22:55- Visite:1658


Lettere al Direttore - Articoli più letti


Basta cazzeggio? Caro Venturi per ..
Quel basta cazzeggio... avremmo potuto dirlo noi al dottor Venturi quando fino al 21 ..
19 Marzo 2020 - 11:32- Visite:19941
Corsette e bici sì, passeggiate no: ..
La risposta a una nostra lettrice: Venturi ovviamente sa perfettamente cosa dice e sta ..
17 Marzo 2020 - 19:01- Visite:18144
Soffiatori a motore e foglie cadenti:..
Basti pensare che ogni soffione a motore sposta, in un ora di servizio, un volume d'aria ..
03 Novembre 2017 - 17:42- Visite:17692
Muzzarelli aumenta le tasse senza ..
La richiesta di ulteriori denari dai propri cittadini, quanto si hanno le casse piene, ..
27 Marzo 2020 - 19:22- Visite:16713