Modena, dal cavalcavia Cialdini alla stazione: ormai è un ghetto
CISL Emilia Centrale
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
notiziarioLettere al Direttore

Modena, dal cavalcavia Cialdini alla stazione: ormai è un ghetto

La Pressa
Logo LaPressa.it

Vengano i nostri amministratori più spesso e in incognito a vivere il quartiere e non solo ad inaugurare eventi per i quali si mette la polvere sotto il tappeto


Modena, dal cavalcavia Cialdini alla stazione: ormai è un ghetto
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Un nostro lettore ci ha inviato questa sera la missiva spedita nella giornata di ieri all’ufficio URP del Comune di Modena sul tema della microcriminalità e degrado in zona Cittadella e stazione chiedendo di trasformare tale appello in una lettera aperta. Ecco il testo.

Buongiorno,

segnalo per l'ennesima volta lo stato di forte degrado sociale ed anche ambientale in cui versa la zona che va dal cavalcavia Cialdini al centro storico, passando per viale della Cittadella, l'intera area dell'autostazione corriere, Piazzale Primo Maggio, Via Fabriani, viale Monte Kosica/viale Storchi e parco Novi Sad.
Tutta questa zona è diventata indiscutibilmente un ghetto, con somma e vibrante soddisfazione (e rivalutazione degli immobili) di chi ci abita e la vive quotidianamente.
Le attività commerciali un tempo esistenti hanno progressivamente cessato di esistere e sono state rimpiazzate esclusivamente da esercizi gestiti da cittadini stranieri (soprattutto africani), la cui presenza e concentrazione ha incentivato ulteriore frequentazione in zona di soggetti extracomunitari oramai indiscussi padroni del quartiere (con quale logica sono stati autorizzati, sono state distribuite licenze?).

Recandomi ogni giorno a lavorare a piedi in centro storico, assisto a scene che mi lasciano basito: gente che dorme sotto i portici (e che lascia materassi e coperte nascosti tra le siepi di viale Cittadella); extracomunitari che sempre più spesso vedo urinare e defecare nel parco di piazzale Primo Maggio oppure in prossimità dei bidoni della spazzatura di via Fabriani (perennemente attorniati di rifiuti abbandonati); extracomunitari (soprattutto maghrebini) che spacciano indisturbati, richiamandosi con urla da un lato all'altro della strada (soprattutto accanto al Palamolza).
E questi sono personaggi che tra di loro ben si guardano di parlare in italiano, in nome di un'integrazione soprattutto culturale lontanissima.

Siamo in tanti stanchi di subire una situazione che nel tempo peggiora continuamente e non vediamo presidio e rispetto delle regole da parte della Forza Pubblica (presente per pochi giorni ed a sprazzi solo dopo eventi criminosi di un certo rilievo mediatico).


Qui si parla di 'percezione': vengano i nostri amministratori più spesso ed in incognito a vivere il quartiere e non solo ad inaugurare eventi per i quali si mette la 'polvere sotto il tappeto'.

Se il sottoscritto sbaglia a parcheggiare l'automobile fuori dalle strisce oppure conferisce il sacco dei rifiuti in orario non consentito, viene perseguitato con multe e sanzioni a non finire....
Questi personaggi invece, che non hanno nulla da perdere, non rispettano le regole perchè non trovano conseguenze alle loro azioni e deridono chi li riprende (ci portano la loro cultura).
A nulla serve installare decine di telecamere, servono uomini in divisa perennemente in strada tra la gente (e soprattutto la sera) e con il manganello pronto all'uso, non in ufficio a registrare le multe.
Il Posto Integrato di Polizia deve essere tenuto aperto 24H, ma qui quanto tramonta il sole diventa un decerto e chi si trova per strada è nelle mani di Dio.

Invito inoltre quest'amministrazione locale ad intervenire sul verde pubblico, effettuando tangibili potature delle piante della zona cresciute a dismisura: le fronde infatti coprono la già flebile illuminazione pubblica, rendendo intere aree e strade poco sicure e facile presenza di gruppi di sbandati.
Già mi sento assai poco sicuro a girare per Modena in certe zone ed in certi orari (ed ho 50 anni), ma avverto una ancora maggior preoccupazione per i miei figli adolescenti.
Attendo un riscontro a questa mia segnalazione, come cittadino che rispetta le regole, paga le tasse e che però deve subìre tali soprusi.
Distinti saluti.
Piergiorgio Davoli

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

CISL Emilia Centrale

Mivebo
Lettere al Direttore - Articoli Recenti
Un francobollo al fascista Italo Foschi: sfregio alla democrazia
Chiediamo a tutti i democratici di far sapere, con noi, che è necessario cancellare ..
07 Giugno 2024 - 20:54
Modena, pulizia strade: nel disciplinare Hera non dovrebbe sollevare polveri...
Si legge: 'Nello svolgimento del servizio, gli addetti dovranno avere cura di non sollevare ..
02 Giugno 2024 - 21:06
'Sicurezza idraulica, positivo incontro col candidato sindaco di Cavezzo Venturini'
I Comitati: 'Il nostro obiettivo è di riuscire a contare anche nei confronti di una Regione..
28 Maggio 2024 - 10:31
Modena, usata mailing list dei dipendenti comunali per spot a Mezzetti
Usano la struttura amministrativa Comunale come se fosse uno dei loro 'circoli' di partito
20 Maggio 2024 - 07:09
Lettere al Direttore - Articoli più letti
Io, vittima del green pass: qualcuno chiederà conto di tutto questo
Resistere per poter raccontare alle future generazioni che anche nelle avversità, se pure ..
16 Febbraio 2022 - 21:48
Follia green pass, a 760mila ragazzi è vietato vivere la giovinezza
Vietato ad esempio andare a mangiare una pizza con gli amici, andare al cinema, andare al ..
25 Gennaio 2022 - 14:45
Sono a rischio trombosi: nessuna esenzione e il medico mi ha cacciato
L'Aulss di competenza mi ha comunicato che il medico di base mi ha cancellato dalla lista ..
14 Febbraio 2022 - 14:46
'Sperimentazione vaccini finisce nel 2023: scelgo di curarmi e curare'
L'ex primario Pronto soccorso Modena: 'Chi sono quei terrapiattisti che impediscono ..
24 Luglio 2021 - 16:36