Acof onoranze funebri
Italpizza
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Acof onoranze funebri
notiziarioLettere al Direttore

Modena, prezzi bollenti: per una fetta di cocomero 5 euro

La Pressa
Logo LaPressa.it

Penso in onestà che in questa città grassa, e addormentata sia sia perso la misura delle cose... E probabilmente il nero dilaga


Modena, prezzi bollenti: per una fetta di cocomero 5 euro
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Gentile Direttore,
Se in questi giorni di calura le venisse in mente, in cerca di un po’ di sollievo, di una dissensate e fresca fetta di cocomero, passi prima allo sportello bancomat per un prelievo sostanzioso.
A Modena per una fetta di anguria consumata sul posto il costo è di solo… 5 euro! Considerando che una porzione pesa mediamente 300 grammi l’incasso per la vendita di un intero cocomero supera abbondantemente i 50 euro! Ciò però che mi scandalizza ancor più del costo del frutto sono le reazioni per tali prezzi di molti dei miei concittadini: “Cosa pretendi, la qualità si paga!”

Penso in onestà che in questa città grassa, e addormentata sia sia perso la misura delle cose.
Una città molto ricca, grazie ad una imprenditoria diffusa, in cui molti si possono permettere il lusso di spendere senza l’assillo dei prezzi.


Cittadini che vedo sempre più simili alla regina Maria Antonietta e le sue brioche per il popolo (se non hanno più pane che mangino brioche).

La frequentazione di certi mercatini cittadini è ormai privilegio dei borghesotti di città.  Ma vorrei evidenziare che questa non è la sola realtà. Ci sono tanti modenesi che hanno stipendi che non superano i 1.500 euro al mese, dalle commesse, gli insegnati sempre più precari, impiegati e tanti pensionati che arrivano a fine mese a fatica.

I prezzi tutti sono fuori controllo a partire proprio della frutta e della verdura. Beni alimentari che non possono diventare un lusso per pochi. Come prevedibile dopo l’impennata dello scorso anno, i costi dei beni alimentari non sono tornati quelli di prima, sebbene il prezzo dei carburanti così come delle materie prime sia tornato, in molti casi, quello di prima della guerra in Ucraina.

Anche nella grande distribuzione, in quelle catene dove loro sono come te, il carrello della spesa è aumentato del 50%; e non accenna a diminuire, altro che i dati dell’inflazione ufficiale!

C’è una città che corre a due velocità, o meglio una corre e l’atra arretra. Quella degli imprenditori e di molti esercenti che fanno grandi affari anche appunto approfittando del caro costi (non tutti ovviamente). Diverse attività con partite Iva hanno una grande fetta dei loro introiti in nero. Li vedo solo io? In centro in parecchi ristoranti o bar lo scontrino è un miraggio, o ancora peggio. A me è capitato in diverse occasioni che mi sia stato consegnato un pre-scontrino (di cui mi sono accorto in seguito) del tutto simile a quello vero pur non essendolo. E non mi si venga a dire che devo denunciare! Il senso civico dei cittadini dovrebbe imporre loro di richiedere lo scontrino ma chi ha la responsabilità dei controlli? Credo siano situazioni ampiamente tollerate perché rappresentano un bel bacino di voti per chiunque amministri.
Questa città, solidale più a parole che nei fatti, inclusiva alla stessa maniera, green con la Tesla da 50.000 euro in giardino, ha perso completamente la capacità d'essere reattiva, vigile, vera.
Lettera Firmata

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 

Italpizza

Mivebo
Lettere al Direttore - Articoli Recenti
Ecco perchè il centrodestra modenese..
Da Cavicchioli la scelta di una persona dalla carriera encomiabile, che non vuole ..
15 Febbraio 2024 - 21:19
L'ex rettore: 'Ecco perchè il mio ..
La lettera dell'ex rettore e candidato sindaco per il centrodestra nel 2009 Gian Carlo ..
15 Febbraio 2024 - 17:55
Ausl Modena, dopo odissea di mesi ..
Dopo aver speso oltre 600 euro fra visite dal fisiatra, infiltrazioni e terapie, prestazioni..
12 Febbraio 2024 - 15:20
'Non si getti alle ortiche il ..
Richiesta di due lettori all'Arcivescovo di Modena.Nonantola: 'Per il bene del popolo ..
11 Febbraio 2024 - 23:15
Lettere al Direttore - Articoli più letti
Io, vittima del green pass: qualcuno ..
Resistere per poter raccontare alle future generazioni che anche nelle avversità, se pure ..
16 Febbraio 2022 - 21:48
Follia green pass, a 760mila ragazzi ..
Vietato ad esempio andare a mangiare una pizza con gli amici, andare al cinema, andare al ..
25 Gennaio 2022 - 14:45
Sono a rischio trombosi: nessuna ..
L'Aulss di competenza mi ha comunicato che il medico di base mi ha cancellato dalla lista ..
14 Febbraio 2022 - 14:46
'Sperimentazione vaccini finisce nel ..
L'ex primario Pronto soccorso Modena: 'Chi sono quei terrapiattisti che impediscono ..
24 Luglio 2021 - 16:36