Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
Società Dolce: fare insieme
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
notiziarioLettere al Direttore

'Polo logistico Sacca, così il sindaco ci toglie serenità e futuro'

La Pressa
Logo LaPressa.it

La lettera di una residente del quartiere Sacca rispetto al progetto di espansione del polo logistico Conad


'Polo logistico Sacca, così il sindaco ci toglie serenità e futuro'

'Mamma mia, che angoscia, che pena vedere come si comporta la nostra classe dirigente! I diritti, la salute, i risparmi dei cittadini calpestati da un accordo tra la nostra amministrazione cittadina e il
gruppo industriale Conad. Che importanza ha, per il nostro sindaco, se famiglie, che vivono da sempre alla Sacca e che magari lo hanno anche votato ma che non lo voteranno più, si vedono rubare la vita, gli affetti, i risparmi, la tranquillità, la salute perché saranno sommersi giornalmente da un traffico di 700 camion e 300 vetture oltre al traffico già esistente! Ma che strano, ora i gruppi industriali privati sono appoggiati dalla sinistra che si mantiene compatta, esclusi i pochi non PD, e talora arrogante a favore del progetto: dicono che creano posti di lavoro e che i dipendenti si muoveranno sempre
in bicicletta!
La logistica Conad è già esistente alla Sacca ma ora, dopo l’acquisto dell’area confinante CIV & CIV, la proprietà ha intenzione di organizzare il più grande polo logistico dell’ Emilia Romagna costruendo alti magazzini e movimentando materiali provenienti da tutta la regione 24 ore al giorno: significa 1 passaggio con bilico o rimorchio ogni 2 minuti.
Nella situazione attuale i camion entrano ed escono dai cancelli di via Finzi, ma quella zona, ora praticamente non abitata, è stata promossa dal comune a zona residenziale in modo da poter agevolmente e proficuamente vendere i terreni e quindi il nuovo progetto è quello di far passare i camion dal cancello di via Canaletto ossia il traffico scorrerà sulle strade della zona Sacca.

Che importa se il quartiere Sacca è densamente abitato, se le villette di via Europa non vedranno più il sole causa l’altezza dei nuovi magazzini (il comune ha fatto una deroga al piano regolatore per permettere almeno i 30m!) che saranno costruiti a ridosso delle abitazioni, se gli abitanti dovranno convivere con il rumore e lo smog dei camion a diesel 24 ore su 24, se i bambini non potranno
più giocare nei cortili o nei parchetti, se le abitazioni della zona perderanno di valore economico, se i cani perderanno la loro area recentemente attrezzata! Attenzione, i tecnici del comune e di conad propongono tanti bellissimi pannelli antirumore e antismog!

Che carini! “Lei sì che è umano!!”, direbbe Fantozzi! E’ sufficiente spostare il cartello antismog di divieto di accesso oltre la rotonda, in deroga alla direttiva regionale che vieta, all’interno della tangenziale, il traffico per diverse ore al giorno ai veicoli inferiori all’euro 4! Ma che dire! C’è chi può fare e disfare, è una questione di potere!
Ma la zona industriale non è a nord delle tangenziale? Perché non portare tutto là ove ci sono anche strade appositamente costruite per il passaggio del traffico pesante!

Conad però ha già acquistato l’area CIV & CIV e quindi qualcosa vorrà fare e riuscirà a fare! Il comune propone una rotonda su via Canaletto a 50m dall’uscita 9 sud, in prossimità della sede della Polizia Postale abitata anche da famiglie, in modo che i camion provenienti da Modena Nord possano da qui entrare, mentre gli altri traffici, provenienti da sud, usciranno all’uscita 10 (l’uscita 9 nord non esiste più da anni!!) e tramite via Staffette Partigiane arriveranno alla nuova rotonda di via Canaletto! Quanti i camion che arriveranno anche da via delle Suore percorrendo poi tutta Canaletto Sud? Gomme che girano, che frenano, che inquinano, che stridono per 700 volte al giorno. Ma che cosa importa! Ormai da anni Modena ha perso le ottime posizioni per la vivibilità; oggi 2021 siamo la città più inquinata dell’Emilia. Ma che cosa cambia? Siamo abituati a vivere con la mascherina, peccato però perché
non useremo più quella per il covid, acquisteremo quella a gas! Poco importa se i nostri polmoni soffriranno, tanto, dicono, abbiamo una buona sanità, che inoltre è a sud della città, in vista del Cimone! Che importa se dalla nuova rotonda partirà una nuova strada privata, sul terreno pubblico dell’area cani, per permettere l’accesso all’area privata Conad!
Ma perchè non chiudere l’uscita 9 sud, come è già stato fatto dalla parte opposta, e dare un po’ di pace a questo quartiere? CIV & CIV aveva ed ha un suo accesso diretto alla tangenziale, il numero 9 può trovare qui la sua nuova posizione, oppure si salta la numerazione come avviene dall’altra parte in cui è aperto e funzionante uno svincolo per la zona industriale! Non si dica che non si può utilizzare lo svincolo CIV&CIV!! Perché non utilizzare i fondi, che serviranno per costruire la rotonda e la strada che sarà utilizzata solo da Conad, al fine di adeguare gli svincoli di accesso alla tangenziale che risultano oggi difficoltosi? I cittadini della Sacca non sono di serie B!! Già alcuni anni fa il Comune di Modena riconobbe, tramite un contributo ulteriore alla Circoscrizione 2 per le criticità già allora presenti in questo territorio. Ve ne ricordate? Cerchiamo di non peggiorare la situazione, alcuni consiglieri attuali erano presenti anche allora e ben consapevoli della situazione'

Maria Grazia Vescogni, cittadino della Sacca di Modena


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Società Dolce: fare insieme
Articoli Correlati
Modena, decreto Sicurezza, allontanate 3 prostitute nigeriane alla ..
Politica
06 Ottobre 2017 - 19:11- Visite:17111
'Sacca, l'impatto del nuovo polo logistico sarà enorme, i cittadini ..
Societa'
28 Novembre 2021 - 12:10- Visite:1735
Inseguimento e spari in zona Sacca: ladro arrestato
La Nera
12 Marzo 2021 - 11:44- Visite:1305
Polisportiva Sacca, basta con gli schiamazzi
Lettere al Direttore
16 Luglio 2017 - 14:14- Visite:1137

Lettere al Direttore - Articoli Recenti
'Espansione Polo Conad: ..
La lettera di un residente rispetto ai documenti pubblici sul nuovo progetto e l'impatto ..
31 Dicembre 2021 - 15:32- Visite:901
'Mia figlia, 16 anni, non vaccinata: ..
'Viene negato il diritto allo sport per i giovani, oltre al diritto a ballare e divertirsi. ..
29 Dicembre 2021 - 11:11- Visite:2296
'Io, vaccinato con tre dosi e isolato..
'Non credo che le persone come noi, vaccinate con tre dosi, debbano subire tale ..
28 Dicembre 2021 - 14:01- Visite:6406
Lettere al Direttore - Articoli più letti
Ex primario Ps Modena: 'Covid, ecco ..
Daniele Giovanardi entra nel dettaglio dei farmaci da adottare. Clorochina (Plaquenil) al ..
06 Novembre 2020 - 20:51- Visite:49195
‘Caro Burioni, non sono un babbeo: ..
L’ex primario Pronto soccorso Modena: ‘Al contrario di altri colleghi non mi faccio ..
04 Luglio 2021 - 22:13- Visite:44984
'Sperimentazione vaccini finisce nel ..
L'ex primario Pronto soccorso Modena: 'Chi sono quei terrapiattisti che impediscono ..
24 Luglio 2021 - 16:36- Visite:41890
Covid, allarme dal pronto soccorso di..
Purtroppo in questo momento non sono i posti in terapia intensiva a scarseggiare, ma quelli ..
29 Ottobre 2020 - 06:04- Visite:41455