Per far funzionare bene questo sito, a volte installiamo sul tuo dispositivo dei piccoli file di dati che si chiamano "cookies". Anche la maggior parte dei grandi siti fanno lo stesso. Puoi scegliere a quali cookies vuoi negare il tuo consenso deselezionando le voci seguenti e cliccando su SALVA LE MIE SCELTE. Maggiori informazioni sulla nostra Privacy Policy.

Cookies Essenziali
Cookies Analitici
Cookies Pubblicitari
Cookies Social

La Pressa redazione@lapressa.it Quotidiano di approfondimento Politico ed Economico
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
notiziarioLettere al Direttore

Se l'astensione mette in crisi la nostra democrazia

Data: / Categoria: Lettere al Direttore
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

In vista delle prossime elezioni politiche una analisi sul 'non voto'


Se l'astensione mette in crisi la nostra democrazia
 
L'Italia è una Repubblica parlamentare, ovvero il Parlamento, direttamente eletto dai cittadini, è il soggetto, l'attore primo. È il Parlamento ad eleggere il Presidente della Repubblica, è il Parlamento a mantenere, con la fiducia, in carica il Governo, suo delegato per la funzione esecutiva.
Si è voluto così sin dal sorgere della Repubblica, con la Costituente e la Costituzione. In Parlamento siedono i rappresentanti dei partiti eletti dagli elettori, gli elettori italiani sono iscritti d'ufficio al voto, al compimento della maggiore età. Votare è, in Italia, un diritto/dovere. Negli USA, invece, i cittadini che intendono andare a votare devono prima andare a registrare il loro intento: votare è facoltativo e va richiesto ufficialmente.
Sarà per questo che l'affluenza alle urne in USA non va oltre il 55 - 57% dei cittadini americani ? L'affluenza alle urne degli italiani nelle elezioni politiche è stata per molti anni massiccia, ad esempio fino alle politiche del 1979 si registrava un 90%, ma con il passare degli anni è via via scemata, passando dall'81% del 2001 al 72% del 2013, mentre nelle Europee non si andava oltre il 65%. Peggio ancora nelle elezioni regionali : nel 2014 in EmiliaRomagna i votanti sono stati il 37,67%, mentre in Calabria raggiunsero il 44%.
Anche in Sicilia, regione a statuto più che speciale, le due ultime elezioni amministrative hanno visto una affluennza pari al 47,4% nel 2012 e al 46,7 nel 2017... Cosa succede allora se i cittadini italiani, iscritti d'uffico al voto, disertano in maggioranza le urne? Il Parlamento è da ritenersi valido, come si sono ritenute valide le Giunte Regionali elette da un terzo degli aventi diritto al voto, o sono da ritenersi invalidati a stregua dei Referendum abrogativi che richiedono il 50% + uno degli aventi diritto? Perché per abrogare una legge serve la maggioranza dei cittadini e per delegare il potere ad un Parlamento no? Cera un tempo in cui la flessione dell'uno-due % per cento dei consensi inquietava i partiti e l'intera coalizione di Governo, adesso non preoccupa più nemmeno l'astensione della maggioranza degli elettori e si procede come se niente fudesse! Se le percentuali di voto in futuro fossero malauguratamente queste, non sarebbe il caso di chiedersi se non sia ora di rivedere tutto l'architrave costituzionale in nome e per rispetto della Democrazia?   
Massimo Guerrini


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione poli..   Continua >>


Profilo Facebook di Redazione La Pressa Profilo Google+ di Redazione La Pressa Profilo Twitter di Redazione La Pressa Profilo Linkedin di Redazione La Pressa Profilo Instagram di Redazione La Pressa Indirizzo Email di Redazione La Pressa 


Articoli Correlati


'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:26205
I nuovi rottamati
Le Vignette di Paride
30 Maggio 2017 - 10:02- Visite:10782
Il futuro delle liste civiche, una collocazione serve
Parola d'Autore
21 Maggio 2017 - 14:46- Visite:10669
Il futuro delle liste civiche: il bluff dell'ascolto
Parola d'Autore
17 Maggio 2017 - 21:56- Visite:10609
Elezioni Novi, Vignola e Castelnuovo, le istituzioni (e le tv) che ..
La Provincia
09 Giugno 2017 - 16:01- Visite:10340
Elezioni Vignola, la Covili presenta già i suoi assessori
La Provincia
22 Giugno 2017 - 21:21- Visite:10231
Lettere al Direttore - Articoli Recenti
'Allungo le fronde ma vedo poco, a ..
La lettera di Albero 42, un lettore affezionato de La Pressa: 'Vogliono ..
24 Maggio 2018 - 13:08- Visite:536
Contratto del cambiamento? Questo è un ..
Uno strano modo di cercare il 'compromesso', certamente più facile nel ..
18 Maggio 2018 - 23:31- Visite:308
'RelArte è una associazione libera, ..
Anna Beatrice Borrelli risponde alla lettera di una nostra lettrice
09 Maggio 2018 - 13:31- Visite:319


Lettere al Direttore - Articoli più letti


Soffiatori a motore e foglie cadenti: si..
Basti pensare che ogni soffione a motore sposta, in un ora di servizio, un..
03 Novembre 2017 - 17:42- Visite:15446
Evasione fiscale.......una gara a chi ..
11 Ottobre 2017 - 22:03- Visite:12489
Bimbo non accettato al corso di ..
'Ci sono bimbi che saranno futuri ragazzi che vengono emarginati dalle ..
28 Ottobre 2017 - 00:40- Visite:11322

Feed RSS La Pressa

Contattaci

Feed RSS La Pressa

Contattaci