La Pressa redazione@lapressa.it Quotidiano di approfondimento Politico ed Economico
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Google+ Linkedin Instagram
articoliParola d'Autore

Scuola, si riprende con uno sciopero

Data: / Categoria: Parola d'Autore
Autore:
La Pressa
Logo LaPressa.it

Dopo le cooperative 'false', il cemento 'farlocco', ci sarà lo sciopero 'fantasma'?


Scuola, si riprende con uno sciopero

Dopo quindici giorni di vacanza, l’8 gennaio, la scuola riprenderà senza riprendere? Vediamo come stanno le cose.

UNA PROTESTA GIUSTIFICATA

Nelle scorse settimane, il Consiglio di Stato, dopo lunga disputa, ha deciso che gli insegnanti delle scuole dell’infanzia e primarie che hanno “solo” il diploma magistrale non potranno più essere inseriti nelle graduatorie e non potranno quindi più insegnare. Una decisione incomprensibile.

Alla luce di questo fatto che, in provincia di Modena, riguarda circa alcune centinaia di docenti, alcuni sindacati “minori” SAESE, ANIEF, CUB e i COBAS hanno proclamato uno sciopero per il giorno di rientro dopo le lunghe vacanze natalizie. Un’azione di protesta più che giustificata, ma… Forse, il giorno di rientro non è il più opportuno, e poi…

LE (DEMENZIALI) REGOLE PER LO SCIOPERO NELLA SCUOLA

E poi, ricordiamo brevemente come funzionano gli scioperi nel comparto scolastico; esso è riconosciuto come servizio pubblico in cui stanno dei minori, quindi gli inseganti sono invitati a comunicare prima le loro intenzioni, affinchè i dirigenti scolastici possano a loro volta preavvertire le famiglie sulla reale situazione di adesione allo sciopero. Ma attenzione alle parole: nel codice di autoregolamentazione sta scritto che questa comunicazione “deve” essere fatta “volontariamente”, quindi nessuno è obbligato a farlo, come ricordano spesso i sindacati del settore. E allora?

E allora, poichè una certa parte di insegnanti non comunica nulla, i dirigenti scolastici, non potendo aver la certezza di garantire il servizio, lo sospendono del tutto o in parte; oppure invitano i genitori a presentarsi davanti alle scuole per verificare se gli insegnanti sono presenti o meno! E così uno sciopero che avrebbe riguardato, in provincia, al massimo qualche centinaio di persone, si trasforma in una chiusura generalizzata del servizio, senza che nessuno o quasi perda lo stipendio, provocando spesso una sproporzione tra le adesioni allo sciopero e le difficoltà delle famiglie e degli studenti ad esercitare i loro diritti. Tutto questo con l’ aiuto, involontario, dei mezzi di comunicazione che, a caratteri cubitali scrivono: “domani scuole chiuse per sciopero!” Forse l’ unico caso al mondo in cui chi non sciopera provoca un disagio all’utenza pari a chi sciopera. Tutto bene? Lasciamo ai lettori trarre le proprie considerazioni nel vuoto di prese di posizione dei partiti, attenti a non alienarsi le “simpatie” dei docenti e della stessa Agenzia per la regolamentazione del diritto di sciopero.

ANCHE SOTTO IL CIELO DI MODENA TANTA CONFUSIONE

Per chiarire quanta confusione ci sia sotto questo cielo e quali siano le difficoltà dei dirigenti scolastici a gestire una situazione così pasticciata, riporto quanto scritto sulla pagina web di un istituto comprensivo della città: “…per la giornata del 08 gennaio 2018 saranno fatti entrare solo gli alunni i cui insegnanti della 1 ora saranno presenti e se sarà possibile garantire la vigilanza per le ore di lezione successive. I Sigg.ri Genitori sono invitati ad accompagnare i figli a scuola per verificare se le attività didattiche si svolgeranno regolarmente. I docenti detteranno la presente comunicazione sul diario degli alunni e controlleranno l’avvenuta apposizione delle firme dei genitori. Considerata la mancata dichiarazione volontaria di partecipazione allo sciopero, si presume che le lezioni saranno regolari”.

Da una lettura comparata delle comunicazione presenti sui vari siti degli istituti modenesi, si ricava poi l’impressione che ogni scuola si muova con logiche proprie. Insomma, una gran confusione che crea sconcerto e rabbia tra le famiglie.

ECCO IL FAMIGERATO CODICE DI AUTOREGOLAMENTAZIONE

Ecco il citato e famigerato art. 2 comma 3 del codice di autoregolamentazione che tanto sta a cuore alle organizzazioni sindacali del settore:

“In occasione di ogni sciopero, i capi d'istituto inviteranno in forma scritta il personale a rendere comunicazione volontaria circa l'adesione allo sciopero entro il decimo giorno dalla comunicazione della proclamazione dello sciopero oppure entro il quinto, qualora lo sciopero sia proclamato per più comparti. Decorso tale termine, sulla base dei dati conoscitivi disponibili i capi d'istituto valuteranno l'entità della riduzione del servizio scolastico e, almeno cinque giorni prima dell'effettuazione dello sciopero, comunicheranno le modalità di funzionamento o la sospensione del servizio alle famiglie nonché al provveditore agli studi. Dalla comunicazione al provveditore dovrà altresì risultare se il capo d'istituto aderirà allo sciopero per consentire al medesimo provveditore di designare l'eventuale sostituto“.

Franco Fondriest



Franco Fondriest
Franco Fondriest

Sono di origine trentine, ma ho trascorso la maggior parte della mia vita a Modena. Mi sono laureato in pedagogia ed ho svolto la mia attività lavorativa prevalentemente nella mia ..   Continua >>


Profilo Facebook di Franco Fondriest 


Articoli Correlati


'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:116972
M5S: 'Lavoro festivo, ridare diritti ai lavoratori del commercio'
Politica
27 Marzo 2018 - 15:08- Visite:30823
'Lo Ius Soli sarà per noi il primo punto nella nuova legislatura'
Pressa Tube
01 Febbraio 2018 - 01:00- Visite:26356
E dopo il Modena calcio toccherà al Modena volley finire nella ..
Sport
18 Aprile 2018 - 14:41- Visite:23222
Edicola La Rotonda, l'appello del titolare: 'Così non ce la faccio'
Pressa Tube
01 Novembre 2017 - 19:22- Visite:17927
Soffiatori a motore e foglie cadenti: si moltiplica l'inquinamento
Lettere al Direttore
03 Novembre 2017 - 17:42- Visite:15609
Parola d'Autore - Articoli Recenti
'Mdp, che delusione bruciarsi ..
La severa analisi di Luca De Pietri: 'Storie tristi e mi dispiace perchè ..
18 Luglio 2018 - 12:43- Visite:337
Sassuolo, dalle dichiarazioni dei ..
I sassolesi che hanno compilato la dichiarazione dei redditi per l’anno ..
14 Luglio 2018 - 12:44- Visite:473
San Filippo Neri, gli assordanti silenzi..
Cosa ha indotto un uomo come Mauro Tesauro a gettare la spugna? Le ..
13 Luglio 2018 - 23:01- Visite:329
Dalla giunta una vernice di ..
L’ex presidente di Legacoop Vezzelli analizza in modo amaro il new deal ..
13 Luglio 2018 - 08:18- Visite:251


Parola d'Autore - Articoli più letti


E dopo il Modena calcio toccherà al ..
In difesa di Stoytchev. Ngapeth non è un bell’esempio per i giovani ..
18 Aprile 2018 - 14:41- Visite:23222
'Neonato morto: col punto nascite di ..
Parla il ginecologo Locatelli (Forza Italia): 'La paziente con distacco di ..
02 Novembre 2017 - 20:41- Visite:13979
Pomodori, bici e molto altro
'Non dobbiamo avere dubbi sul fatto che un gruppo di persone impegnate ..
03 Novembre 2017 - 17:09- Visite:12224

Feed RSS La Pressa

Contattaci

Feed RSS La Pressa

Contattaci