La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram
notiziarioSport

Crespo, una carriera illustre passata per Modena

La Pressa
Logo LaPressa.it

Dopo il suo grande periodo a Parma, Crespo passò alla Lazio, dove visse una delle sue migliori stagioni di sempre diventando capocannoniere


Crespo, una carriera illustre passata per Modena

Negli ultimi anni in quel di Modena si è fatto notare un allenatore che adesso sta facendo molto bene in Argentina, il suo paese natale. Stiamo parlando di Hernan Crespo, nato a Buenos Aires nel 1975 ma con un passato importante in Italia e soprattutto in Emilia - Romagna, una regione dove ha vissuto per molto tempo. Nella stagione 2015-16 il Valdanito, come lo chiamano nel suo paese d'origine, ha vissuto la sua prima esperienza da primo allenatore di una squadra professionista al comando proprio del Modena Calcio, che in quel periodo giocava in Serie B. Nonostante in quell'annata i risultati non furono dei migliori, dato che prima l'argentino fu esonerato e in seguito la compagine emiliana fu retrocessa in Serie C, l'esperienza in panchina servì molto a Crespo, che adesso sta facendo faville al Defensa y Justicia di Buenos Aires.

L'ex attaccante di squadre come Parma, Inter e Milan, quest'ultima una delle grandi rivelazioni nella lotta allo Scudetto da quanto possiamo evincere dalle quote sulla Serie A di questo momento, ha fatto tesoro della sua esperienza da calciatore per affermarsi anche come tecnico, seppur in maniera graduale. Quando calcava i campi di gioco più prestigiosi del mondo, dal campionato argentino a quello italiano, passando anche per la Premier League, dove giocò con il Chelsea, Crespo aveva capito quanto il lavoro contasse per migliorare continuamente. Andare al di là del semplice talento e cercare sempre di superare i propri limiti era il motto costante del nativo del quartiere bonaerense di Florida. Già protagonista fin da giovanissimo di exploit a suon di goal nel River Plate, il centravanti argentino sarebbe poi esploso definitivamente a Parma, città nella quale approdò nell'estate del 1996 voluto fortemente da Carlo Ancelotti, in quel momento tecnico gialloblu. La sua esperienza all'Ennio Tardini, nonostante un inizio titubante, lo lasciò segnato dal punto di vista sportivo e umano. Al Parma Crespo disputò in totale sei stagioni, segnando oltre 70 goal e soprattutto integrandosi alla grande con la cultura locale, tanto che ancora oggi le sue tre figlie vivono nella città emiliana, dove lui torna ogni volta che può, a dimostrazione definitiva che il suo legame con l'Emilia è rimasto dunque totalmente intatto.

Dopo il suo grande periodo a Parma, Crespo passò alla Lazio, dove visse una delle sue migliori stagioni di sempre diventando capocannoniere del campionato italiano nell'annata 2000-01, ossia al primo anno con i bianco celesti. In seguito il Valdanito avrebbe giocato anche con l'Inter e con il Milan, squadra con la quale avrebbe subito la cocente sconfitta di Istanbul in Champions League nel maggio del 2005, quando i rossoneri si fecero rimontare un vantaggio di tre reti a zero e persero poi ai calci di rigore. Attaccante d'area di rigore e di grande tecnica, Crespo avrebbe disputato ben tre mondiali con la nazionale argentina, con la quale non riuscì mai ad andare oltre i quarti di finale. Ora allenatore di una bella realtà come il Defensa y Justica, l'emiliano d'azione potrebbe un giorno tornare a Parma da tecnico.


Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
 

Sport - Articoli Recenti
Volley superlega: Modena vince a ..
Nella undicesima giornata Top Volley Cisterna - Leo Shoes Modena 2-3 (19-25, 25-19, 27-25, ..
26 Novembre 2020 - 00:02- Visite:398
E' morto Diego Armando Maradona: si ..
Trasformato da tempo a Napoli e in Argentina in un semi-Dio, davanti al suo altare ora si ..
25 Novembre 2020 - 17:40- Visite:717
Ferrari 488 GT modificata: maggiore ..
Riservata esclusivamente all’utilizzo in pista durante track days e agli eventi di ..
25 Novembre 2020 - 15:08- Visite:388
Modena beffato dal Sudtirol: ..
Sblocca Monachello che fa chiudere il primo tempo in vantaggio. Poi i gialloblù cedono alla..
22 Novembre 2020 - 16:55- Visite:664


Sport - Articoli più letti


E dopo il Modena calcio toccherà al ..
In difesa di Stoytchev. Ngapeth non è un bell’esempio per i giovani della pallavolo che ..
18 Aprile 2018 - 14:41- Visite:26310
Modena calcio, salta la vendita ..
Andrea Gigliotti non ha portato a compimento le operazioni di rogito previste oggi alle 15
03 Novembre 2017 - 21:51- Visite:13202
Vigili del fuoco, prove di soccorso a..
La giornata, organizzata dal Coni, ha visto la presenza dei Vigili del fuoco che operano nel..
03 Giugno 2017 - 15:43- Visite:12141
Maranello, un tapiro gigante per la ..
Questa mattina allo stabilimento Ferrari è arrivato un gigantesco Tapiro d’oro scortato ..
10 Ottobre 2017 - 18:46- Visite:12128