La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
I nostri lettori sono i tuoi futuri clienti
articoliChe Cultura

Modena, Bottura mette a tavola i big Ferrari al ristorante Cavallino

La Pressa
Logo LaPressa.it

I piloti degli anni Settanta, come Jacky Ickx, Arturo Merzario, René Arnoux e il campione del mondo 1979 Jody Scheckter si sono ritrovati con Leclerc e Sainz


  • Modena, Bottura mette a tavola i big Ferrari al ristorante Cavallino
  • Modena, Bottura mette a tavola i big Ferrari al ristorante Cavallino
  • Modena, Bottura mette a tavola i big Ferrari al ristorante Cavallino
  • Modena, Bottura mette a tavola i big Ferrari al ristorante Cavallino
  • Modena, Bottura mette a tavola i big Ferrari al ristorante Cavallino
  • Modena, Bottura mette a tavola i big Ferrari al ristorante Cavallino
  • Modena, Bottura mette a tavola i big Ferrari al ristorante Cavallino
  • Modena, Bottura mette a tavola i big Ferrari al ristorante Cavallino
  • Modena, Bottura mette a tavola i big Ferrari al ristorante Cavallino
  • Modena, Bottura mette a tavola i big Ferrari al ristorante Cavallino
  • Modena, Bottura mette a tavola i big Ferrari al ristorante Cavallino
  • Modena, Bottura mette a tavola i big Ferrari al ristorante Cavallino
  • Modena, Bottura mette a tavola i big Ferrari al ristorante Cavallino
  • Modena, Bottura mette a tavola i big Ferrari al ristorante Cavallino

Il Ristorante Cavallino ha inaugurato ufficialmente la sua nuova era ospitando un pranzo fra i protagonisti di ieri e di oggi della storia della Scuderia Ferrari. Insieme al presidente John Elkann, al vicepresidente Piero Ferrari e ai piloti che oggi difendono i colori del Cavallino Rampante in Formula 1, Charles Leclerc e Carlos Sainz, si sono ritrovati tanti campioni del passato e altri personaggi che che hanno lasciato un segno nella storia della Casa di Maranello, vuoi perché parte del management o come partner della squadra o perché ne hanno raccontato il cammino attraverso le cronache sulla carta stampata e in televisione.
Il Cavallino, che ha riaperto le porte lo scorso 15 giugno, è stato completamente rinnovato grazie alla collaborazione con il celebre architetto franco-iraniano India Mahdavi, che ne ha curato ogni dettaglio, e può contare sulla gestione dello chef pluristellato Massimo Bottura che ha deciso di puntare su questo storico locale per offrire “una nuova prospettiva e un nuovo modo di far vivere la cucina modenese”.

Il Cavallino è un luogo iconico nella storia della Ferrari. Ai suoi tavoli Enzo Ferrari era solito pranzare con i suoi collaboratori ed era sempre qui che spesso il fondatore incontrava i potenziali nuovi piloti e tecnici che potevano entrare a far parte del team. Le mura di questo ristorante sono state testimoni di strette di mano che poi si sono formalizzate in contratti, hanno assistito a discussioni – anche animate – in occasione dei pranzi con i giornalisti che venivano organizzati al termine o alla vigilia delle stagioni sportive, nei quali Enzo difendeva la sua Ferrari dalle critiche di chi ne parlava sulle colonne dei quotidiani e dei settimanali. Da qui Enzo assisteva anche agli eventi che avvenivano sulle piste, seguendo le dirette televisive dalla saletta privata che si trova all’interno del ristorante e che oggi porta proprio il suo nome.
Seduti ai tavoli del Ristorante Cavallino, piloti, manager, ospiti del marketing e giornalisti hanno riscoperto il calore di questo luogo in una chiave del tutto nuova: una trattoria contemporanea radicata nel territorio che la ospita, proprio come la Ferrari, che nel corso degli anni si è avvalsa sempre più di talenti provenienti da ogni parte del mondo ma ha saputo rimanere profondamente italiana ed emiliana. All’interno e all’esterno del locale ogni dettaglio di design e arredamento è stato realizzato su misura – tailor made –, ispirandosi alla tradizionale trattoria italiana, ma è stato sviluppato attraverso i codici espressivi del mondo Ferrari ed è per questo che può essere considerato a tutti gli effetti un’ulteriore espressione dell’eccellenza del brand.
Una reunion d’eccezione come questa non poteva che essere una splendida occasione per rivivere e condividere tante vicende e far scoprire anche ai più giovani l’importanza del Cavallino. I piloti degli anni Settanta, come Jacky Ickx, Arturo Merzario, René Arnoux e il campione del mondo 1979 Jody Scheckter si sono dunque ritrovati a raccontare ai giovani Leclerc e Sainz com’era l’atmosfera qui quando Maranello era la loro casa. Alle loro parole si sono aggiunte le voci dei giornalisti storici, che hanno parlato a chi racconta oggi le gare in tv, dei loro speciali racconti. Tra i piloti presenti anche Gerhard Berger, che faceva parte insieme a Michele Alboreto dell’ultima coppia della Scuderia scelta personalmente da Enzo Ferrari prima della sua morte – avvenuta nel 1988 –, Giancarlo Fisichella, l’ultimo italiano ad aver corso per la Scuderia Ferrari, e Luca Badoer, storico collaudatore dell’era d’oro targata Michael Schumacher.


Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione polit..   Continua >>


 
 
 
 
Email
 

Articoli Correlati
'Vaccini, ecco il rapporto tra la Lorenzin e le case farmaceutiche'
Politica
27 Febbraio 2018 - 15:12- Visite:186129
Tragedia a Bastiglia, muore a 16 anni. Ieri aveva fatto la seconda ..
La Provincia
09 Settembre 2021 - 20:11- Visite:177803
Segretario Pd: ‘Votare Lega significa essere idioti’
Politica
04 Agosto 2018 - 11:35- Visite:109293
Ex primario Pronto soccorso Modena: 'Alle persone sane sconsiglio il ..
Politica
19 Giugno 2021 - 16:44- Visite:76946
Il Sulpl risponde: Posso accompagnare mia moglie a fare la spesa?
Societa'
17 Marzo 2020 - 11:24- Visite:70779
No al green pass, lavoratori uniti: 'Diciamo no al lasciapassare'
Pressa Tube
01 Ottobre 2021 - 21:13- Visite:66070

Che Cultura - Articoli Recenti
Squid game, così vita e morte ..
La vita e la morte perdono la loro sacralità e ogni azione è governata dall’unico vero ..
25 Ottobre 2021 - 09:56- Visite:540
Modest Mussorgskij, il titano
Il compositore nasce a Karevo il 21 marzo del 1839 e la sua carriera non doveva essere ..
24 Ottobre 2021 - 19:04- Visite:416
Fourth Blood Moon, il free rock torna..
Con Eric Mingus, il figlio più giovane del grande Charles Mingus, e la forza dirompente ..
23 Ottobre 2021 - 23:01- Visite:299
Guitar solo: Eyal Maoz in concerto, ..
Al Teatro San Leonardo il compositore e chitarrista americano Eyal Maoz, in prima italiana
20 Ottobre 2021 - 21:02- Visite:547
Che Cultura - Articoli più letti
Gli italiani scoprirono che Muccioli ..
Intervista a Paolo Severi, uno dei protagonisti di SanPa, il documentario di Netflix. ..
17 Gennaio 2021 - 18:17- Visite:29277
Se la locomotiva di Guccini si ..
Guccini si scaglia contro l'opposizione brandendo l'arma più subdola, la bandiera di ..
27 Aprile 2020 - 10:59- Visite:21775
18 settembre 1977: al parco Ferrari ..
Il precedente al quale si aggrappa Muzzarelli per sperare che il primo luglio vada tutto ..
19 Giugno 2017 - 17:10- Visite:17421
La massoneria in Emilia e a Modena
Anche a Modena esiste una presenza Massonica organizzata tramite la Loggia 106 intitolata a ..
25 Giugno 2017 - 22:08- Visite:15380