La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Iscriviti al canale Telegram de La Pressa
notiziarioLa Nera

Modena, sequestrati 7 milioni nel principato di Monaco ad Antonio Caliendo

La Pressa
Logo LaPressa.it

Dirottati i fondi per l'acquisto di una società sportiva nazionale, provvedendo al successivo finanziamento della stessa o di altre società


Modena, sequestrati 7 milioni nel principato di Monaco ad Antonio Caliendo

Questa mattina, su delega di questa Procura della Repubblica, la Guardia di Finanza di Modena ha dato esecuzione a un decreto di sequestro preventivo da sette milioni di euro.
Il provvedimento è stato emesso dal Giudice per le indagini Preliminari di Modena nei confronti del procuratore sportivo Antonio Caliendo, ex presidente del Modena Calcio. Rormalmente iscritto all'AIRE e residente nel Principato di Monaco, nel principato stesso sono state eseguite specifiche attività di perquisizione e sequestro, indagini finanziarie, nonché rogatorie internazionali che hanno consentito di acquisire documentazione bancaria, contabile ed extracontabile.
A quanto risulta Antonio Caliendo svolgeva sul territorio nazionale l'attività professionale con prestazioni soggette a tassazione in Italia, a favore di società sportive nazionali. Si ritiene inoltre che il trasferimento della residenza all'estero fosse fittizio, avendo l'indagato conservato in Italia un rilevante centro di interessi economici, familiari e sentimentali.
In pratica, stando a quanto ricostruito dalla Finanza, egli aveva costituito un'articolata struttura societaria artatamente creata allo scopo di compiere reati fiscali, finalizzata alla schermatura dei proventi percepiti, allocata per sole finalità evasive nel Principato di Monaco ed in Lussemburgo e formalmente intestata ad un gruppo di prestanome dell'indagato.



All'esito degli accertamenti, svolti dai finanzieri del Nucleo di Polizia Economico-Finanziaria di Modena, sono stati contestati al procuratore maggiori redditi per oltre 13 milioni di euro, a fronte di redditi dichiarati sempre inferiori ai 5.000 euro annui, con riferimento alle annualità dal 2009 al 2017. Caliendo è ora anche indagato per dichiarazione fraudolenta ai fini delle Imposte Dirette e omessa dichiarazione ai fini dell'Iva. L'imposta evasa, ai soli fini penali è stata complessivamente quantificata in oltre 1,8 milioni di euro.
'L'esame della documentazione acquisita, inoltre, ha consentito di accertare la sussistenza di gravi indizi del reato di 'autoriciclaggio', in ipotesi commesso dallo stesso indagato, il quale, celando la provenienza delittuosa delle proprie disponibilità mediante il ricorso a strutture societarie e conti esteri, ha impiegato, sostituito e trasferito, in attività economiche, finanziarie, imprenditoriali o speculative i frutti/prodotti/proventi dei reati fiscali presupposti, dirottando i fondi per l'acquisto di una società sportiva nazionale, provvedendo al successivo finanziamento della stessa o di altre società. Complessivamente, le somme oggetto del delitto ipotizzato di autoriciclaggio sono state ricostruite in circa 5 milioni di euro' - fa sapere la Finanza in una nota.
Le successive indagini patrimoniali effettuate dalle Fiamme Gialle modenesi hanno consentito di individuare all'estero disponibilità immobiliari di ingente valore riconducibili ancora una volta, per il tramite di società immobiliari, allo stesso indagato. Detti immobili, grazie alla piena, celere ed immediata collaborazione delle autorità del Principato di Monaco, sono state sottoposte a vincolo cautelare, sino a concorrenza dell'importo di oltre 6,7 milioni di euro.



Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.


Redazione La Pressa
Redazione La Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli.Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, s..   Continua >>


 
 
 
 

Mivebo

La Nera - Articoli Recenti
Cimoncino: corpo anziano disperso ..
Rintracciato dal Soccorso Alpino nel decimo ed ultimo giorno di ricerche, con i cani ..
30 Luglio 2022 - 17:53
Morto improvvisamente Roberto Nobile,..
Nato a Verona ma ragusano d'origine, sul piccolo schermo aveva debuttato con La Piovra
30 Luglio 2022 - 17:34
Coda per incendio in A1, ragazzi ..
L'automobilista che ha travolto uno dei quattro svizzeri, aveva cercato di eludere la stessa..
30 Luglio 2022 - 17:20
Carpi, malore improvviso: morto ..
Appassionato di vela, stava trascorrendo la sua vacanza al mare quando è stato colto dal ..
28 Luglio 2022 - 21:25
La Nera - Articoli più letti
L'orrore di Reggio: bambini affidati ..
Dall'inchiesta condotta dai Carabinieri emerge una realtà inquietante, da film horror. Due ..
28 Giugno 2019 - 09:33
Orrore Bibbiano, la Bolognini e gli ..
Ed ecco il video integrale del convegno, patrocinato dalla Regione, 'Quando la notte abita ..
29 Luglio 2019 - 07:00
Bibbiano, minore usata come 'cavia' ..
La lettura della ordinanza del Gip. Il caso della ragazza che mai risulta essere stata ..
04 Agosto 2019 - 15:14
Da Pavullo a Sassuolo, partorisce in ..
E' successo nella notte, protagonista una donna residente nell'alto Frignano. Dopo il ..
18 Febbraio 2018 - 22:39