Il Beato Corrado Confalonieri: tutto iniziò da un incendio
Mivebo
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Mivebo
progettiIl Santo del giorno

Il Beato Corrado Confalonieri: tutto iniziò da un incendio

La Pressa
Logo LaPressa.it

Il terremoto del 1693 ha risparmiato i resti mortali del Beato sepolti nella chiesa di San Nicolò a Noto


Il Beato Corrado Confalonieri: tutto iniziò da un incendio
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Oggi 19 febbraio si festeggia il Beato Corrado Confalonieri.
Corrado nacque a Piacenza nel 1290 circa. La sua vita alla santità  comincia con un incendio doloso: durante una battuta di caccia il giovane Corrado, per stanare le prede, fa incendiare cespugli e piante, il fuoco però si allarga e distrugge coltivazioni e carbonizza case.
Il Beato allora si presenta ai giudici e paga ogni danno alla gente rovinata dell'incendio. Ridotto in miseria, Corrado nel 1315 entra nella Comunità del Terz'Ordine Regolare di San Francesco a Calendasco vicino a Piacenza. Dopo alcuni anni esce dalla comunità  per intraprendere la sua vera vocazione, quella di eremita. Si reca prima in Terrasanta e al ritorno si ferma in Sicilia e raggiunge Noto, l'antica città  siculo-ellenica.

Qui Corrado fa amicizia con l'eremita francescano Guglielmo Buccheri, che però più tardi si trasferisce a Scicli.

Il Beato invece rimane a Noto e vive la piena solitudine che ha sempre desiderato: vengono nel suo eremo devoti a chiedere consiglio, ma anche mascalzoni che lo deridono. Corrado però, pieno di carità, offre pani caldi, che fa prodigiosamente comparire, anche ai suoi nemici. Il Beato eremita si trasferisce e sceglie il suo eremo fuori città in una delle grotte dei Monti Pizzoni e non lo abbandonerà  più, se non per andare dall'amico Guglielmo a Sicli, oppure nella città di Noto dal suo Confessore.

Proprio al suo direttore spirituale il 17 febbraio 1351 confida che dopo due giorni sarebbe morto nelle grotte e lo prega di recarsi da lui, in quel giorno, per prepararlo alla sua dipartita. La previsione di Corrado si avvera e muore nell'eremo intorno al quale bel XX secolo sorgerà un istituto per orfani dell'Opera di Don Orione. Il terremoto del 1693 ha risparmiato i resti mortali del Beato sepolti nella chiesa di San Nicolò. Essi si trovano ora nel duomo, nella città di Noto ricostruita e che ha Corrado come Patrono principale. Nel 1544 il suo culto si estenderà in tutta la Sicilia.
Buon onomastico a chi si chiama Corrado.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


Whatsapp
Il Santo del giorno - Articoli Recenti
San Celestino e il grande rifiuto
In carcere, a Fiumone presso  Anagni, nel 1296 Celestino V morì e rapidamente, come per un..
19 Maggio 2024 - 06:01
San Felice, il Frate Deogratias
Felice si accontentò di vivere da religioso senza essere sacerdote e si assunse il compito ..
18 Maggio 2024 - 05:30
La semplicità e la profondità di San Pasquale
Popolarmente è considerato anche Patrono dei cuochi e dei pasticceri, in base ai suoi umili..
17 Maggio 2024 - 06:25
San Brendano, un Ulisse che raggiunge la Terra promessa
Secondo la tradizione letteraria  San Brendano raggiunse l'isola dei Beati e qui volle ..
16 Maggio 2024 - 06:18
Il Santo del giorno - Articoli più letti
San Mario, protettore della unità della famiglia
I Santi Mario e la moglie Marta vengono invocati durante le litanie dei Santi, nel rito del ..
19 Gennaio 2024 - 06:35
Prima domenica di Avvento
La prima domenica di Avvento è dedicata proprio alla venuta del Signore alla fine dei tempi
27 Novembre 2022 - 06:57
Santa Beatrice, colei che rende felice
Le antiche biografie raccontano che dopo aver ricevuto l'Unzione degli infermi, una stella ..
17 Agosto 2022 - 06:16
Sant'Alfonso, patrono avvocati: 12 consigli per la difesa in tribunale
Sant'Alfonso Maria de' Liguori è detto 'il più napoletano dei Santi'
01 Agosto 2022 - 06:30