San Giovanni di Dio e la cura dei malati tra i malati
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Onoranze funebri Simoni
progettiIl Santo del giorno

San Giovanni di Dio e la cura dei malati tra i malati

La Pressa
Logo LaPressa.it

L'Ordine da lui creato prende per sempre il nome delle tre parole che lui spesso ripeteva 'Fatebenefratelli'


San Giovanni di Dio e la cura dei malati tra i malati
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Oggi, 8 marzo, si festeggia San Giovanni di Dio. Juan Ciudad  nasce nel 1495 a Motemor-o-Novo in Portogallo.
A otto anni scompare di casa, forse rapito, e sua madre muore di dolore.
Ricompare in Spagna, a Oropesa, in casa di un fattore di campagna che lo tiene come un figlio. Giovanni si istruisce, lavora e una volta cresciuto diventa soldato. Dopo aver combattuto contro i francesi nel nord della Spagna, combatte anche a Vienna che nel 1529 era assediata dai Turchi. Terminata la sua carriera di soldato, Giovanni, si dedica a tante attività e mestieri e non si ferma in nessun posto.

Finalmente i libri diventano la sua passione e lui diventa un comunicatore tra i suoi contemporanei: alla gente di Granada raccomanda libri e immagini, anche come sussidio per la fede. È per questo motivo che il Santo diverrà poi il Patrono dei librai.

Nel 1539 Giovanni, ascoltando un suo omonimo spagnolo, il futuro San Giovanni d'Avila, un mistico della parola, apprende da lui la vita austera e si dedica perciò a clamorose penitenze. Gli abitanti di Granada lo credono impazzito e Giovanni viene rinchiuso in un manicomio e da quel momento imbocca la strada che mai più abbandonerà: quella della sofferenza. Giovanni scopre i malati più malati; quelli di cui le famiglie si vogliono 'liberare'. Arriva al punto di fingersi ancora pazzo per rimanere in manicomio e cercare di soccorrere gli ammalati veri. A tale scopo apre un dormitorio per i poveri e più tardi apre un ospedale più moderno per poter meglio accogliere i sofferenti.

Giovanni non è né prete né frate ma cambia nome, come chi entra in un Ordine religioso, in Giovanni di Dio.

Il Santo ha scoperto la sofferenza del suo prossimo e decide di operare per conto suo: si presenta al Vescovo di Granada impegnandosi a vivere per chi è nella necessità di essere assistito.
Per condividere il suo progetto si aggiungono a lui alcuni volontari. Nel 1540, molto in piccolo, nasce così la congregazione del 'Fratelli della Misericordia'. 300 anni dopo, un maestro non credente di psichiatria, Cesare Lombroso, (1835-1909) dice: 'In quanto al trattamento dei malati, Giovanni di Dio, fu un riformatore e il creatore dell'ospedale moderno'.
Oltre ad occuparsi degli ammalati, San Giovanni di Dio, si occupa delle loro famiglie, di studenti senza soldi, di disoccupati e di prostitute; porta a tutti Speranza e sollievo.

Giovanni di Dio muore, in ginocchio stringendo il Crocefisso, nel 1550. Dopo la sua morte si moltiplicano gli ospedali, assumendo poi il nome di 'Ordine Ospitaliero di San Giovanni di Dio'; ora tali ospedali sono presenti in 49 stati del mondo.

Nel 1690 Papa Alessandro Vlll lo ha proclamato Santo. L'Ordine da lui creato prende per sempre il nome delle tre parole che lui spesso ripeteva 'Fatebenefratelli'.
Buon onomastico a chi si chiama Giovanni.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


Mivebo
Il Santo del giorno - Articoli Recenti
Santa Paola Frassinetti e le Dorotee
La Frassinetti morì l'11 giugno 1882, dopo aver ricevuto la visita di San Giovanni Bosco
11 Giugno 2024 - 06:30
Beato Enrico da Bolzano: lo spaccalegna umile
Enrico era analfabeta, tuttavia al contatto con il silenzio dei boschi, mentre con la scure ..
10 Giugno 2024 - 06:29
San Columba da Iona
Fondò circa 300 monasteri e a Iona, la sua sede principale, fondò una università ..
09 Giugno 2024 - 06:50
La generosità di San Medardo
Alcune raffigurazioni di San Medardo lo mostrano a bocca aperta e sorridente, poiché  lo ..
08 Giugno 2024 - 06:44
Il Santo del giorno - Articoli più letti
San Mario, protettore della unità della famiglia
I Santi Mario e la moglie Marta vengono invocati durante le litanie dei Santi, nel rito del ..
19 Gennaio 2024 - 06:35
Prima domenica di Avvento
La prima domenica di Avvento è dedicata proprio alla venuta del Signore alla fine dei tempi
27 Novembre 2022 - 06:57
Santa Beatrice, colei che rende felice
Le antiche biografie raccontano che dopo aver ricevuto l'Unzione degli infermi, una stella ..
17 Agosto 2022 - 06:16
Sant'Alfonso, patrono avvocati: 12 consigli per la difesa in tribunale
Sant'Alfonso Maria de' Liguori è detto 'il più napoletano dei Santi'
01 Agosto 2022 - 06:30