San Leopoldo, Martire del confessionale
Onoranze funebri Simoni
La Pressa redazione@lapressa.it Notizie su Modena e Provincia
Logo LaPressa.it
Facebook Twitter Youtube Linkedin Instagram Telegram
Onoranze funebri Simoni
progettiIl Santo del giorno

San Leopoldo, Martire del confessionale

La Pressa
Logo LaPressa.it

Leopoldo, prima di morire predisse che il suo convento sarebbe stato demolito da un bombardamento e avvenne


San Leopoldo, Martire del confessionale
Paypal
Da anni Lapressa.it offre una informazione libera e indipendente ai suoi lettori senza nessun tipo di contributo pubblico. La pubblicità dei privati copre parte dei costi, ma non è sufficiente. Per questo chiediamo a chi quotidianamente ci legge, e ci segue, di darci, se crede, un contributo in base alle proprie possibilità. Anche un piccolo sostegno, moltiplicato per le decine di migliaia di modenesi ed emiliano-romagnoli che ci leggono quotidianamente, è fondamentale.

Oggi 12 maggio si festeggia San Leopoldo Mandic.
Leopoldo nacque il 12 maggio 1868 in Dalmazia; fin da piccolo dimostrò un grande amore per la preghiera, praticata anche nella solitudine della sua stanzetta. A 16 anni entrò nei cappuccini di Venezia e collaborò alla riunificazione della Chiesa Ortodossa.

Dal 1906 Leopoldo si trasferì a Padova e si dedicò al ministero della Riconciliazione. Per 40 anni, per tutto il giorno, stava rinchiuso nel confessionale ricevendo ogni sorta di persone: sacerdoti, intellettuali e gente umile. Le sue confessioni erano semplici: poche parole, l'esortazione ad avere fede e un fermo richiamo quando occorreva. Leopoldo, con il sacramento del perdono, donava a tutti consigli, conforto e misericordia. Il Santo era un disabile: soffriva artitri alle mani, aveva sempre gli occhi arrossati e grosse difficoltà  nel comunicare.

Leopoldo lo si può definire un Martire del confessionale: attraverso la sua sofferenza, offerta al Signore, e alle sue preghiere, riusciva ad ottenere numerose grazie e guarigioni miracolose.
Leopoldo, prima di morire predisse che il suo convento sarebbe stato demolito da un bombardamento, ma non sarebbe stata distrutta la sua celletta-confessionale; e avvenne proprio così: oggi questa celletta è metà ininterrotta di pellegrinaggi da tutto il mondo. La morte lo colse a Padova il 30 luglio 1942. Beatificato da Paolo Vl nel 1976, fu canonizzato da Giovanni Paolo ll il 15 ottobre 1983.
Buon onomastico a chi si chiama Leopoldo.

Redazione Pressa
Redazione Pressa

La Pressa è un quotidiano on-line indipendente fondato da Cinzia Franchini, Gianni Galeotti e Giuseppe Leonelli. Propone approfondimenti, inchieste e commenti sulla situazione politica, ..   Continua >>


 
 
 
 


Mivebo
Il Santo del giorno - Articoli Recenti
Santa Paola Frassinetti e le Dorotee
La Frassinetti morì l'11 giugno 1882, dopo aver ricevuto la visita di San Giovanni Bosco
11 Giugno 2024 - 06:30
Beato Enrico da Bolzano: lo spaccalegna umile
Enrico era analfabeta, tuttavia al contatto con il silenzio dei boschi, mentre con la scure ..
10 Giugno 2024 - 06:29
San Columba da Iona
Fondò circa 300 monasteri e a Iona, la sua sede principale, fondò una università ..
09 Giugno 2024 - 06:50
La generosità di San Medardo
Alcune raffigurazioni di San Medardo lo mostrano a bocca aperta e sorridente, poiché  lo ..
08 Giugno 2024 - 06:44
Il Santo del giorno - Articoli più letti
San Mario, protettore della unità della famiglia
I Santi Mario e la moglie Marta vengono invocati durante le litanie dei Santi, nel rito del ..
19 Gennaio 2024 - 06:35
Prima domenica di Avvento
La prima domenica di Avvento è dedicata proprio alla venuta del Signore alla fine dei tempi
27 Novembre 2022 - 06:57
Santa Beatrice, colei che rende felice
Le antiche biografie raccontano che dopo aver ricevuto l'Unzione degli infermi, una stella ..
17 Agosto 2022 - 06:16
Sant'Alfonso, patrono avvocati: 12 consigli per la difesa in tribunale
Sant'Alfonso Maria de' Liguori è detto 'il più napoletano dei Santi'
01 Agosto 2022 - 06:30